21-04-2016   Il Viaggio

Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato.
Con queste premesse parte la gita sociale del Tennis Club Spirano in quel di Milano Marittima. La nostra armata Brancaleone, munita di palline e racchette,  andrà in Romagna per una tre giorni di allenamento ed aggiornamento in riva al mare, facendo il pieno di iodio e di energia per gli scontri che i nostri baldi eroi dovranno affrontare durante l'anno tennistico. Naturalmente il fare gruppo è il cardine di queste iniziative. Gli eventi conviviali sono un punto fermo del nostro sodalizio, cui scopo è far star bene la gente che condivide l'oggetto primario della nostra motivazione di esistere,  cioè fare tennis. Questa iniziativa, alla sua prima edizione,  vuole essere l'apripista di nuove esperienze e ci si augura che venga consolidata per gli anni a venire. Logicamente i partecipanti dovranno metterci del loro per far sì che tutto vada bene. Abbiamo prenotato per l’occasione il bel tempo, pagando profumatamente il gestore degli eventi atmosferici così che le numerose signore presenti possano sfoggiare, al ritorno, una tintarella tardo estiva da far invidia a chi è rimasto a casa. Dopo la gita ci attenderà un corposo programma nei prossimi due mesi. Mentre prepareremo lo storico torneo di singolare andrà in pista il corso adulti, sempre molto richiesto dagli appassionati, e una serie di amichevoli con Tennis Club della zona. Giugno sarà ad appannaggio dei bambini con l' atteso “Tira la palla”.
Informiamo i simpatizzanti che non partecipano alla gita che potranno seguire lo svolgimento della 3 giorni su Super Super Tennissimo, canale 136974 del digitale terrestre, nella trasmissione “L' Isola degli sconosciuti”, lo show condotto dai nostri corrispondenti Lea Danger e Nick Stoneangels.
Per quelli che hanno difficoltà a ricevere il nostro canale tematico, si consiglia di procedere alla risintonizzazione del decoder o di chiamare un tecnico abilitato.



17-03-2016     Apertura al Meldonium

Nel gioco degli scacchi, l'apertura è la fase iniziale, importantissima, in cui si preparano e posizionano i pezzi giusti al posto giusto per meglio difendersi e già pronti ad attaccare per poter proseguire col mediogioco in vantaggio rispetto all'avversario.
Altresì importante è fare l'apertura dei campi da tennis nello stesso modo, con meticolosità e far sì che tutto sia al posto giusto, sia i campi, sia gli arredi che gli spogliatoi, in modo che la stagione prosegua nel modo migliore e il tennista si trovi a suo agio, in un’oasi di benessere. Il termine di paragone scacchistico non è tanto lontano dal mondo del tennis. Il vecchio detto popolare “chi ben comincia è a metà dell'opera” si può applicare anche ai nostri campi.
La tanto sospirata apertura dei campi di tennis avverrà domenica 20 marzo.
Un anticipo di una settimana sul previsto così da poterli sfruttare nella settimana pasquale.
In questa fase iniziale abbiamo completato anche la programmazione dell’intera annata, con eventi sempre più ricchi e speriamo, più graditi.
Vi sono molti modi per tener vivo il brio di un club, oltre agli usuali tornei e corsi; sicuramente quello a cui abbiamo pensato quest'anno è di un certo interesse. Ci riferiamo alla gita conviviale dal 29 aprile al primo maggio con meta Milano Marittima, in cui terremo un corso di aggiornamento o un torneo che servirà da aggregazione tra i soci, su due bellissimi campi in terra battuta. Oltre a ciò si godranno tre giorni di spiaggia e mare il che non guasta per l'umore e la preparazione del vero tennista.
Il consiglio direttivo ha visionato, scandagliato, discusso molto il menu proposto dall'hotel. Qualcuno ha notato la mancanza di Meldonium (farmaco dopante dei laboratori della Lettonia) negli ingredienti dei cibi e vi ha fatto un pensierino.
L’ipotesi è stata scartata in quanto i nostri associati sono stati ritenuti tutti in buone condizioni fisiche, senza particolari patologie, al contrario di alcuni professionisti che nonostante stiano in campo per minimo 8 ore al giorno, si dichiarano, asmatici , diabetici, con cuori svalvolati  e chi ne ha più ne metta, assumendo farmaci da decenni, in dosi da malati terminali.
Chef della federazione ci hanno preparato il menu del perfetto tennista, accettato da tutti inizialmente ma prontamente abortito dopo una seconda attenta lettura, adottando il tipico abbondante pasto romagnolo.

Mens sana in corpore sano cum menu romagnolo, ( proverbio dei tennisti medievali) .
Vi sono ancora posti liberi per chi non ha ancora deciso le gite di primavera. Affrettatevi!


 

29-02-2016     A Il San Valentino a Nicolò Suma e Marzia Finazzi


Nel corto febbraio, casa di estrosi acquari e di mutevoli pesci, i più importanti eventi riconosciuti a livello mondiale sono il Carnevale, la festa degli innamorati e il Torneo di San Valentino.
La miglior pubblicità al periodo potrebbero essere degli innamorati che si travestono da coppia tennistica felice.
Se il Carnevale è arrivato ad inizio mese, la festa degli innamorati logicamente a metà, nel piovoso ultimo week end di febbraio è andato in scena, in quel di Urgnano, il classico torneo di San Valentino, a cura del nostro sodalizio. Un gran numero di appassionati e amanti del tennis ha sfidato le intemperie, le partite di calcio e l’andar per negozi o centri commerciali per essere presenti a questo evento che è entrato nel cuore di molti tennisti. Lo dimostra il fatto che dopo due soli giorni d’uscita del bando, i posti disponibili erano già occupati e a malincuore abbiamo lasciato fuori dalla porta un buon numero di amici che non sono stati così veloci ad effettuare l’iscrizione.
Vince l’edizione 2016 del Torneo di S. Valentino il più giovane dei fab four - five pronosticati dagli esperti, cioè Nicolò Suma. Il biondino terribile disputa un torneo perfetto, convincendo e vincendo le prime 3 partite in scioltezza, lasciando solo 2 game all’ottimo Traina, disputando la migliore ( e sofferta ) partita in semifinale contro il campione uscente S. Rizzi (6-4) e vincendo la sfida delle bordate in finale contro P. Ubbiali (6-3). Gli altri due pronosticabili ai piani alti ( G. Zanotti e S. Toso) hanno dato vita alla partita del torneo nei quarti, dove Toso ha prevalso 7-5 dopo un incontro tiratissimo in cui, subendo anche un match point, ha rimontato da 1-5 con punti e colpi spettacolari.
Lo stesso Toso ha ripetuto la partita in semifinale contro Ubbiali ma non è bastato per agguantare la finale. Ottime prove anche da Testa, Bonacina, Passi e da Traina che si è aggiudicato il torneo di consolazione. Discorso a parte per A. Gabbiadini, anche lui potenzialmente da primi posti, che nella partita contro Bonacina ha subito uno stiramento al polpaccio con conseguente forfait a pochi punti dalla vittoria.
Gli auguri di pronta guarigione sono d’obbligo.
Nicolò Suma si riprende lo scettro conquistato nel 2014 e lasciato a Rizzi nel 2015 in un anno in cui il giovane ha lasciato un po’ in disparte il tennis per il calcio. Ora, rientrato a pieno ritmo nel nostro mondo, ha mostrato tutta la qualità tecnica di cui dispone ( mai persa ) ma accoppiandola ad una grinta, concentrazione e voglia di vincere che in passato qualche volta gli ha fatto difetto.
L’influenza che vaga con brutalità nell’ultima settimana ha colpito due protagoniste del tabellone femminile ma le restanti sette non hanno fatto rimpiangere le assenti dando vita a scontri combattuti.
Come spesso accade nei nostri ultimi tornei sono giunte in finale Marzia Finazzi e Vanna “Sharapova” Bugini che si scambiano le posizioni dell’anno scorso in cui era stata la Bugini a vincere.
Quest’anno la tennista di Cavernago, Marzia Finazzi, è apparsa più in forma atleticamente costringendo a una battuta d'arresto la Bugini. Quest’ultima ha avuto un inverno travagliato e non ha potuto allenarsi come dovuto a causa di qualche infortunio, trovandosi non in perfetta condizione per quest’inizio di stagione.
Menzione anche per le ottime semifinaliste F. Riva e S. Malanchini.
Baci e cioccolatini per tutti, vincitori e non, per un San Valentino ( posticipato ) che si rispetti.
Il Tennis Club Spirano ricorda agli appassionati (credenti) che l’apertura della porta Santa degli impianti sarà aperta da domenica 20 marzo.

Affrettatevi a regolarizzare la posizione associativa per usufruirne.



16-02-2016    Challenger BG; la musica non cambia


Anche quest’anno a Bergamo la musica non cambia.
Sugli spalti del Palanorda è risuonata ancora la Marsigliese, l'anno scorso in onore a Benoit Pair, quest'anno per merito di P.H. Herbert, altro transalpino di grosso spessore che va ad aggiungersi anche a Santoro, le Magician, beniamino del pubblico orobico di qualche edizione fa.
Qualcuno sperava di sentire un po’ di reggae quest’anno, vista la presenza tra i favoriti del funambolico rasta Dustin Brown, il tedesco-giamaicano, ma che ugualmente non riesce a conquistare il challenger bergamasco dopo esserci andato vicino in precedenti edizioni. A dire il vero, abbastanza deludente Brown, così come tutte le teste di serie del tabellone, compresa la stella Radek Stephanek, reduce dalla finale australiana di doppio e capace di regalare solo una bella partita, persa, contro il gigante tedesco Berrer.
Solito tennis di spessore al PalaNorda nonostante al primo turno siano uscite le prime quattro teste di serie ma chi è andato avanti ( il finalista Gerasimov, Chiudinelli, Moryta, Barrere ecc ) si è impegnato e le battaglie non sono mancate, offrendo al pubblico notevole spettacolo.
Congratulazioni meritate alla Olme Sport che come sempre organizza in modo impeccabile uno fra i migliori challenger esistenti. A questo punto gli appassionati chiedono un torneo Atp per la nostra città e chissà che unendo le forze e le sinergie del mondo orobico il sogno venga realizzato.
Dopo aver gustato i campioni dagli spalti del PalaNorda gli organizzatori del nostro circolo sono ora impegnati per la realizzazione del torneo di San Valentino che si disputa ad Urgnano il 27 e 28 febbraio. Le iscrizioni sono già chiuse da tempo, segno di grande apprezzamento da parte degli atleti, desiderosi di esserci, che ora attendono con ansia l'estrazione del tabellone che avverrà giovedì 25 febbraio in sede. Nell'occasione si sarà anche l'assemblea soci che sarà tenuta ad approvare il bilancio dell'esercizio 2015.
Visto com’è andato il Challenger di Bergamo, le teste di serie del torneo di S. Valentino, scaramanticamente, ci hanno chiesto di non fare pronostici. Rispettando la loro volontà non facciamo nomi ma pensiamo che il vincitore uscirà da una rosa allargata di favoriti in quanto, oltre ai soliti noti, si sono aggiunti nomi nuovi di uguale potenziale. Appuntamento a sabato 27 febbraio dalle ore 17,00 per la disputa del primo turno. Per domenica 28 la scaletta prevede lo start alle 9.00, le finali maschili e femminili alle 18.00 e premiazioni verso le 19.00.
Gran finale al ristorante Peperoncino per la rituale pizzata.
Ingresso gratuito. Gli innamorati del tennis sono invitati a riempire gli spalti del Palaurgnano come  hanno  affollato quelli del Palanorda.



31-01-2016     Slam! Porta in faccia a Serena


Con le feste natalizie alle spalle ed il carnevale prossimo a venire, si ricomincia con l’anno sportivo 2016 nel solito modo, cioè per quanto riguarda i professionisti, con tutta quella serie di tornei nell'emisfero australe che culmina con il primo Slam di stagione, gli Australian Open.
Anche quest'anno il tormentone è: ” riusciranno Serena e Nole a fare il grande Slam?”
L'anno scorso ci sono andati entrambi molto vicini. Wawrinka ha impedito a sorpresa la vittoria di Djokovic a Parigi, mentre il sogno di Serena è stato spezzato dalla nostra Roberta Vinci a New York nella memorabile semifinale del settembre scorso.
Purtroppo per Serena Williams il sogno 2016 è già tramontato all’inizio. Nonostante i bookmakers avevano quotazioni basse per la riuscita del Grande Slam, segno che ponevano grande fiducia nei nostri due sopra menzionati, la più giovane delle sorelle Williams, forse ancora un po’ turbata dalla partita con la Vinci, perde la sua personale battaglia contro il grande slam subendo una sconfitta nella finale degli Australian Open dalla coriacea e battagliera tedesca Angelique Kerber.
Al contrario, il serbo domina come non mai il tabellone maschile, giocando a suo dire il miglior tennis di sempre contro Federer in semifinale e Murray in finale, dando appuntamento al Roland Garros per vincere il secondo slam di stagione.
Al Tennis Club Spirano riprendiamo le attività agonistiche con il torneo San Valentino sul play it di Urgnano. Anche quest'anno l'evento è spostato verso il fine mese ( 27 e 28 febbraio ) e crediamo che anche in futuro questo periodo (l'ultimo weekend di febbraio), rimanga la nuova naturale collocazione.
Anche noi abbiamo una rosa di favoriti che si contenderanno il nostro piccolo slam, cioè la vittoria nei 3 tornei agonistici che proponiamo durante l’anno. Se l’ultimo professionista ad effettuare il grande slam è stato l’australiano Rod Laver nel 1969 e nel circuito femminile è stata Steffi Graf nel 1988, addirittura nel nostro circolo non è mai stato effettuato. Neanche quando E. Morelli si portava via gran parte delle competizioni.
Le scommesse giocate sul nostro slam non prendono quota neanche quest’anno.
I bookmakers locali dichiarano che è meglio trovare un lavoro onesto.
A settembre, dopo la disputa del nostro doppio e degli open USA sapremo se qualcuno è riuscito nella grande impresa.
Intanto, Slam! L’ultimo chiude la porta!



30-12-2015     The Winner is..

Fine anno, tempo di somme e conclusioni.
Il Tennis Club Spirano volendo emulare France Football col suo pallone d'oro ha scelto il vincitore della pallina d'oro, o meglio, ha assegnato l'Oscar del tennis 2015.
“Anche noi a Spirano abbiamo un Federer, Paolo facci sognare”.
Così recita un noto striscione apparso sugli spalti dei nostri campi quest'anno.
La copertina dell'album della stagione 2015 non poteva che toccare a Paolo Ubbiali, il nostro sodale che maneggia con la stessa disinvoltura pennelli e racchette. Ritornato alla forma del 2011, quando fece doppietta in singolo e doppio, il mancino ha vinto l'Oscar del Tennis Club Spirano grazie alle finali raggiunte nel torneo di San Valentino, nel singolare maschile e soprattutto alla vittoria nel torneo di doppio. Il veterano spiranese lascia indietro i più giovani Nicolò Suma, Stefano Rizzi, Gaetano Fabozzi, rei di non essere stati costanti in tutta la stagione nonostante le punte elevate raggiunte grazie alle vittorie (Rizzi nel torneo di San Valentino, Fabozzi nel singolare).
Quest'anno Ubbiali lo si è visto più consapevole dei propri mezzi, determinato, capace di leggere le debolezze degli avversari, movendosi in ogni parte del campo con autorevole conoscenza dei propri mezzi fisici.
Ubbiali è stato premiato sul campo dai ragazzi che hanno partecipato a “Tennis sotto l’albero”.
Oltre a celebrare il vincitore della preziosa statuina, ricordiamo i grandi successi che anche quest'anno il nostro sodalizio è riuscito ad ottenere: il torneo di San Valentino, dove gli innamorati del tennis hanno avuto a disposizione due giornate per giocare e non più una, il Non stop tennis, la nostra 12 ore di beneficenza, col tema dedicato all' Expo, ( divertente la rivalità frutta - verdura ) con un buon gruzzolo raccolto e donato al progetto Ndangwini in Mozambico, gli storici tornei di singolare e doppio, con aumento degli iscritti e del valore tecnico, il concorso fotografico “Tennis Club Spirano in the world”, spassoso e partecipato, con testimonianze da varie parti del mondo.
Infine, non per importanza ma anzi, i più rilevanti, gli eventi dedicati ai bambini cioè il Tira la palla di giugno, vera fucina di futuri campioni ed il Tennis sotto l'albero, evento natalizio appena disputato, in cui essi giocano e festeggiano il Natale con i soci e i simpatizzanti.
Del vincitore abbiamo detto, degli altri antagonisti, da fonti sicure, sappiamo che chi gli ha conteso l’Oscar non ha fatto il pranzo di Natale, e salterà pure il cenone di capodanno per essere in forma da subito per il torneo di San Valentino che terremo a febbraio.

Buon anno tennistico agli appassionati!


14-12-2015     S. Lucia patrona dei tennisti



Santa Lucia è nota per essere la patrona dei ciechi e degli oculisti, qualcuno sostiene anche degli elettricisti. Da ieri lo è anche dei giovani tennisti.
Nella giornata dedicata alla santa più amata dai bambini, grazie ai doni che tutti aspettano, il Tennis Club Spirano ha portato in regalo ai mini atleti la manifestazione        " Tennis sotto l'albero " in cui i bambini e ragazzi si avvicinano al tennis con giochi di abilità, con l’ambientamento alla racchetta e non ultimo, si divertono con le con le partitelle a squadre.
I vincitori si portano a casa i graditi trofei, agli altri rimane, appunto, un regalo da Santa Lucia che consiste in dolciumi e gadget vari. Segnaliamo i vincitori delle 4 categorie:

Legramanti Francesca, categoria  2008-2009
Piatti Matteo, categoria 2006-2007
Piatti Davide, categoria 2004-2005
Erraquoi Amine, categoria 2002-2003

Una gioiosa giornata che ha confermato ai vertici i più assidui frequentatori del “Tira la palla”, il nostro corso che svolgiamo tutti gli anni a giugno.
Oltre ad essere una giornata dedicata ai ragazzi l'occasione è buona per riunire al palazzetto dello sport i soci e i simpatizzanti per brindare insieme al Natale.
Fiumi di spumante e bibite, montagne di panettoni e cioccolatini hanno allietato il dopo gara, dove, in clima natalizio, ci si scambiano gli auguri ed i buoni auspici per il prossimo anno.
Vista la prestigiosa presenza del presidente della polisportiva Carminati e dell’assessore allo sport Grasselli, i discorsi sui buoni propositi virano verso temi più concreti, come l’aiuto che finora ci hanno sempre concesso.
Consegnato il calendario del Tennis Spirano 2016. Non così famoso come il calendario Pirelli ma altrettanto ambìto.

Il Tennis Club Spirano porge dei sentiti auguri di Buon Natale agli appassionati ed alle loro famiglie.


23-11-2015     Master

A nord del tempio di Kasuga, sulle colline delle giovani erbe, sagome dolci lungo i muri palleggiano sinuosamente senza mai scomporsi.
Ci riferiamo alle partecipanti al master femminile disputatosi a Singapore ed al master B svolto in Cina.
La Wta ha scelto l’oriente per disputare le fasi finali di questo atto finale della stagione 2016.
Senza Serena Williams, a Singapore ha prevalso la regolarità della Radwanska mentre in Cina ha vinto la più forte cioè Venus.
Proprio il ritorno alla vittoria di Venus Williams è stato salutato con gioia dagli appassionati.
Dopo qualche anno di problemi vari Venus è tornata nelle top ten a 35 anni. Un tennis, il suo, d’altri tempi, molto diverso da quello della sorella Serena dove la classe supera la potenza.
Per tornare alla Radwaska diciamo che la polacca ha prevalso nel master grazie anche alla non regolarità delle altre protagoniste. I filotti ottenuti nella fase a gironi dalla Muguruza e dalla Sharapova non hanno trovato riscontro nelle semifinali, battute appunto dalla polacca ( qualificata a fatica) e dall’altalenante Kvitova.
 In quel di Londra si è appena concluso il master maschile. Le nuove generazioni non ce la fanno ancora contro i soliti ormai vecchietti campioni. Anzi non c’erano neanche i giovani al master.
Con i suoi quasi 26 anni Kei Nishikori era il ragazzino dei migliori otto al mondo.
Intanto ci gustiamo ancora i soliti Federer e Djokovic, con quest’ultimo che conferma la leadership dell’anno riscattando la sconfitta patita dallo svizzero nel girone.
Se novembre è il mese dei master, per noi del Tennis Club Spirano è un mese di preparazione per il fine anno. Stiamo organizzando la cena sociale ( 5 dicembre ), il Natale sotto l’albero in palestra (13 dicembre ) il calendario del tennis spiranese 2016 e udite udite, stiamo preparando un week end di aggiornamento tennistico per il primo maggio in una nota località balneare.
A breve i dettagli di questa nuova iniziativa del nostro sodalizio che va nella solita direzione di aggregare e far divertire gli associati, magari disputando anche noi un master.
Informiamo i nostri appassionati che anche nel 2016 a Bergamo (al Palanorda) si disputerà il prestigioso Challenger internazionale, evento che da anni ci vede sugli spalti
a tifare per i vari campioni che hanno calpestato il court orobico.

Quest’anno abbiamo avuto la fortuna di assistere alle prodezze di Benoit Paire, attuale numero 19 del mondo. Sicuramente, nella settimana che va dall’8 al 14 febbraio, ci gusteremo qualche asso e qualche potenziale campione in erba che in futuro farà parlare di sè.


 
03-11-2015   Si chiude! A cena

Non esistono più le mezze stagioni. Strascichi di bel tempo, in questo mese di ottobre, ci hanno permesso di giocare ancora all’aperto sui nostri campi.
Ora però si chiude l’impianto.
Chiude anche Flavia Pennetta! In questo caso non  l’impianto ma la carriera.
La brindisina ha chiuso con il professionismo come meglio non poteva, disputando il suo migliore anno, cogliendo la vittoria più prestigiosa e altresì più remunerata della carriera, quella dell’open USA che le permette di entrare tra le grandi di sempre.
Un altro prestigioso traguardo è stata la qualificazione al master femminile dove di fatto ha tirato la sua ultima pallina mandando in rete un rovescio contro M. Sharapova.
Niente di meglio che lasciare al top, anche se noi fan abbiamo un po’ di amaro in bocca perché egoisticamente avremmo voluta vederla ancora sui campi ed entusiasmarci con le sue vittorie.
Anche i 33 anni non sono più un peso da campione in parabola discendente come una volta. Anzi , così come è capitato a lei, alla Vinci ed a molti altri sportivi, la maturità agonistica la si trova a 30 o più anni .

Lascia da vittoriosa, da numero 7 del mondo. Ha sicuramente ragione lei, di più non poteva chiedere.
Possiamo solo ringraziarla per tutto quello che ci ha dato ed ha dato all’Italia.

Se Flavia ha mantenuto il proposito, qualcuno del TCS che aveva annunciato il ritiro ha cambiato idea.
Ha continuato, e continuerà a giocare.

Il Tennis Club Spirano chiude gli impianti ma non le attività.
Invitiamo tutti gli appassionati alla cena sociale che si terrà sabato 5 dicembre.
A breve la newsletter con i particolari.
Ai commensali che interverranno alla cena sociale ricordo che mangiare è uno dei quattro scopi della vita… quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo.
(Proverbio cinese)


24-09-2015    Doppio shock



Con l'annuncio shock di Gianni Cavenaghi " lascio il tennis e sposo Fognini " termina la nostra manifestazione settembrina, il 18° torneo di doppio giallo e 3° di doppio misto.

A riguardo il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha invitato il nostro campione a ripensarci in vista dell' impegno Olimpico di Rio de Janeiro.

Tutto il mondo della racchetta, soprattutto gli amici, gli appassionati soci, i visitatori del Tennis Club Spirano, in appressione, hanno esortato il maturo e brillante atleta urgnanese a non mettere in atto tali propositi, soprattutto le nozze con Fognini.

Oltre a queste dichiarazioni che hanno spiazzato il numeroso pubblico presente alle premiazioni, segnaliamo il lato tecnico delle finali disputate. Quattro finali in quattro tabelloni, tutte combattute.

Equilibrio nei tornei di consolazione. Nel giallo l'incontro è addirittura finito al tie-break a favore di S.Toso( fa piacere il ritorno all' agonismo del mancino di Osio dopo l' infortunio) e Massimo Rizzi sugli esperti S. Beneduci e GB Cantini.

Altrettanto combattuta la finale di consolazione del misto in cui Monica Fanzago e Andrea Menotti prevalgono sui favoriti Francesca Riva e Gianni Meli.

La finale del doppio misto ha riproposto la sfida degli ultimi due anni. Ha prevalso ancora la coppia L. Metalli- Rizzi S.  ma la distanza si è accorciata. Sara Malanchini ed Elio Colombani si sono avvicinati di molto agli avversari. Il match è stato in bilico fino al 6-5 dopodiché Metalli-Rizzi si sono aggiudicati a fatica gli ultimi games piazzando un allungo finale.

Di notevole spessore tecnico la finale del tabellone principale dove i 3 set disputati testimoniano la combattività e la suspance. Nel primo set dopo l'equilibrio iniziale è bastato un break per portare 6-3 la coppia Ubbiali-Gabbiadini. Nel secondo set riscossa di N. Suma e O. Castelli che con tenacia pareggiano il conto grazie ad un concentrato tie break. Nel terzo set la sensazione che il pubblico ha avuto è stata quella che N. Suma e O. Castelli, sull'onda dell'entusiasmo, potessero portare a casa la vittoria ma i due mancini riprendono a giocare come sanno e piazzano un tiro mancino agli avversari.

Risultato finale 6-3  6-7  6-1 per Gabbiadini-Ubbiali.

Una curiosità; il forte regolarista O. Castelli, proveniente da Castel Rozzone, è entrato in tabellone come Lucky Looser dopo il forfait per infortunio del brembano  Vanini. 

Soddisfazione da parte del direttivo per l'ottimo andamento della manifestazione. Tanto pubblico alla finale ma anche durante per le sere infrasettimanali dove qualche spettatore in meno te lo aspetti. Graditissimo infine il pranzo offerto dal Tennis Club Spirano e dai suoi i partner gastronomici.

La Fit ci ha chiesto il permesso di copiare il nostro modello per aggregare gli atleti, essendo il tennis uno sport individualista in cui ognuno gioca e pensa per sè.

Il nostro sodalizio vi da un arrivederci a presto con gli eventi che stiamo progettando per un caldo autunno-inverno.




13-09-2015    11 settembre, non solo tragedia



Così come ho un netto ricordo di dove ero e cosa stavo facendo l’11 settembre del 2001 in occasione dell’attacco agli USA, così in futuro ricorderò la giornata dell’11 settembre 2015.

Non sarà più un ricordo tragico.

Per noi tennisti rimarrà nella mente la storica impresa di due belle ultra trentenni pugliesi che hanno dato splendore al tennis italiano grazie alle loro imprese nello Slam degli Stati Uniti. Ricorderò per un lungo periodo quel tardo pomeriggio in cui sugli spalti del Tennis Club Spirano, mentre si giocava il torneo di doppio ( combattutissima la partita tra B. Tirloni ed E. Bitto contro R. Zegna e G. Cavenaghi terminata al tie break per i primi ) io e alcuni appassionati, con un tablet ci vedevamo la Roberta Vinci stupire il mondo e vincere contro ogni pronostico sulla corazzata Serena Williams.

I presenti al club hanno tifato Roberta come se fossero sugli spalti dell’Arthur Ashe Stadium, esaltati dalle prodezze della tarantina, demoralizzati quando entravano le bordate di Serena. Suggestivo ed emozionante il countdown dei punti finali della partita. Infine gioia liberatoria dopo le due demi volèe da circoletto rosso della Vinci, una di diritto, una di rovescio.

In due ore la Vinci spezza il sogno americano del grande slam di Serena Williams, ammutolendo un incredulo pubblico casalingo, raggiungendo in finale la Pennetta a cui è bastata solo un'ora per disintegrare la numero 2 al mondo Simona Halep.

In un simbolico cielo azzurro Italia, sabato 12 è andata in scena la finale che è stata ad appannaggio della più solida Flavia ma ormai era già vittoria per il tennis italiano dopo le due memorabili semifinali. Brava Flavia, brava Roberta, siete nella storia.


Facendo un salto da Flushing Meadows a Spirano annotiamo l’entrata nella seconda settimana di gioco senza particolari sorprese nei vari incontri. I più accreditati avanzano, gli altri si accomodano nel torneo di consolazione.

In ogni caso si tratta di incontri combattuti dove i contendenti lasciano sul campo sangue e sudore.

Segnaliamo oltre ai soliti protagonisti dei nostri tornei, le buone prestazioni dei vari Belloli, Castelli, Tirloni e Reduzzi, agli esordi sui nostri campi.

Molto più equilibrato del previsto il tabellone del doppio misto dove anche chi è stato sconfitto ha lasciato nel pubblico un’ottima impressione.

Se ora tutto procede come pronostico non è detto che non vinca il nostro torneo di doppio qualche non favorito della vigilia, così da sfatare la routine.

Anche le nostre italiane alla vigilia non erano date così in alto , ed addirittura vincitrici.

Per aggiungere ulteriore emozione ci vorrebbe qualcuno che, durante le premiazioni di domenica 20 settembre, dopo la finale e prima dell’atteso bouffet per gli appassionati, annunci in diretta il proprio ritiro dall’attività così da eguagliare la sorpresa della decisione della Pennetta dopo aver vinto lo Slam americano.

I più anziani sono avvisati.




01-09-2015     Tennisti sull'orlo di una crisi di nervi


Non ancora ultimati i rientri di fine agosto. Per qualcuno la vacanza continua, senza dispiacere.
Per gli altri si prospetta già una crisi di nervi post ferie dovuta ad un repentino rientro al lavoro e allo stress della preparazione al torneo di doppio che si appresta a partire il 5 settembre sui nostri campi.
Il clima è ancora da piena estate, passare altri giorni sui monti o al mare non sarebbe male. Tuttavia gli allenamenti di preparazione proseguono alacremente.
Giovedì 3 settembre serata di gala con i sorteggi, sabato start alle partite.
Start già avvenuto agli U. S. Open. Lo slam americano quest'anno ha anticipato una settimana per non subire la concorrenza del nostro torneo di doppio.
Nell’ultima settimana di agosto abbiamo assistito ad un ottimo torneo Itf femminile a Bagnatica.
Segnaliamo agli appassionati la giovanissima Tamara Zidansek, una diciassettenne slovena dal dritto esplosivo. Tenetela d'occhio perché scalerà parecchie posizioni nel ranking mondiale. L' abbiamo invitata a Spirano, purtroppo è già iscritta al torneo di Budapest. Durante l’intervista al ristorante abbiamo strappato un mezzo accordo con Tamara per l’anno prossimo.
Di spessore l’entry list del nostro torneo di doppio e doppio misto nonostante i forfait ormai cronici degli ex vincitori Morelli e Toso a cui aggiungiamo il fresco infortunato Bonacina, vincitore 2 anni fa.
Il forte Luciano non farà neanche il misto per il forfait della compagna Mara Ferrari.
La nostra fata ha accusato il colpo della strega!
Buon torneo a tutti!



24-07-2015     A qualcuno piace caldo


Ero seduto un giorno, dopo il solito doppietto della domenica mattina, sulle panchine del Tennis Club Spirano, di cui mi onoro essere socio. Ero lì coi miei amici e colleghi, massimi esperti di tennis..parlato. Nello scorrere la cronaca di un torneo ATP, mi balza agli occhi la temperatura del campo di gioco.
Non so se si tratta di un errore del tipografo, ma il mensile di settore riporta 45 gradi.
Faccio mentalmente il confronto col nostro circolo dove, in questo caldo pazzesco di luglio, solo qualche temerario, sfiorando una crisi di nervi e colpi di caldo, riesce a giocare durante il giorno.
In questo periodo i campi sono usati di sera o di mattina presto dove il forno del catino di gioco non è ancora caldo. Naturalmente la preparazione fisica tra noi amanti del tennis e i professionisti è diversa, ci mancherebbe. Non viviamo di tennis e i più hanno lasciato durante la giornata ore di lavoro nelle rispettive professioni. Quello che fa specie è il confronto con i calciatori professionisti i quali, vedi gli ultimi mondiali, non hanno corso per colpa dei 30 gradi brasiliani.
Giocare a temperature elevate comporta una sfida già di per sé per gli atleti. Spesso i giocatori si preparano attraverso un processo di acclimatazione, quando arrivano in loco con un certo anticipo, riposo e recupero fisico. Ai tennisti si raccomanda di assumere costantemente liquidi in modo da non incorrere nella disidratazione, in particolare quelli che contengono sodio per reintegrare gli elettroliti persi con il sudore. Inoltre, è buona norma iniziare ogni match perfettamente idratati. Si vedono negli ultimi anni anche sistemi di refrigerazione come borse e asciugamani riempiti di ghiaccio intorno al collo, da usare durante cambi di campo. Pause sotto l’ombrellone o parasole.
Si può inoltre variare la tattica e tentare immediatamente il vincente per rimanere il meno possibile sul campo. Consiglio che va aumentato per i nostri associati, in un non giocare sopra i 30 gradi che va nella direzione di diminuire considerevolmente il rischio.
Siamo in attesa del prossimo temporale che ci abbassi le temperature e idrati anche i campi. Essi ci stanno sciogliendo le scarpe, essendo tutte ormai, in fibre sintetiche.
Con temperature più miti riprenderemo gli allenamenti di coppia per farci trovare pronti ad inizio settembre al nostro torneo di doppio.
Tra i favoriti segnaliamo la coppia costituita da un meteorologo e un avvocato. Il primo conosce bene i rovesci, il secondo i diritti.


06-07-2015     Elio e le palle tese al Non Stop Tennis
       
Il 5 luglio 1975 Arthur Ashe diviene il primo tennista di colore a vincere il titolo del singolare a Wimbledon. Esattamente 40 anni dopo, più o meno alla stessa ora ( tenendo conto anche del fuso orario), il team della verdura vince il Non Stop Tennis sbaragliando il favorito team della frutta.

Come annunciato a caratteri cubitali, il tema di questa nostra 12 ore di tennis, prendendo spunto dall’Expo milanese , è stato il cibo, precisamente frutta e verdura. A questi vegetali ci siamo ispirati per intitolare le varie sfide del non stop, dove abbiam visto le pere cotte e le coste bollite giocare nel tennis da vecchie glorie, i fichi battere facilmente i broccoli, le coppie di doppio misto mischiarsi in una sorta di macedonia ed il parroco Don Stefano sfidare un avocado del diavolo. Molto amore per il tennis nella sfida tra cuori di carciofo e frutto della passione, frivolezze tennistiche tra insalatine e ciliegine.
Dal lato tecnico segnaliamo l’ottimo inizio del team verdura con Zanoli e Bonacina e nel secondo doppio Radavelli- Menotti. La frutta però non è stata a guardare e si è riportata sotto grazie ai doppi misti, dove la coppia Costa- Rizzi incamera punti grazie anche alle perentorie risposte alle palle tese di  Colombani Elio, leader del duo Elio e le palle tese. Grande tennis quando il doppio ufficiale del Tennis club Spirano, Ubbiali-Bonacina esalta il pubblico sconfiggendo Provenzi- G. Zanotti in uno spettacolare match. Le uniche lamentele sono venute dal presidente, costretto a giocare sotto il sole a picco di mezzogiorno. “ Non c’è più rispetto per l’autorità ed il prestigio del ruolo “ ha tuonato il nostro eroe.

Ottimo l’incasso (289,45 € ) andato totalmente al progetto Ndangwini in Mozambico. Quest’anno eravamo quasi sicuri di avere tra noi l’ideatore del progetto, Stefano Denti, rientrato da poco dall’africa ma impegni improvvisi a Roma ci hanno negato la sua presenza al Non Stop Tennis.
Stefano calcherà sicuramente i campi del nostro circolo prima di tornare in Mozambico.


Ora il Tennis Club Spirano mette in moto la sua potente macchina organizzativa per far si che al rientro dalle vacanze il torneo di doppio sia svolto col solito esito, riscontrando il favore del pubblico e degli atleti. Quindi vacanze vere. Il presidente D. Zanotti ha invitato gli appassionati a spedire in sede foto con capi di abbigliamento del tennis club visibili dai posti di villeggiatura. Saranno ritenute valide anche scritte inneggianti al nostro sodalizio impresse sulla spiaggia o sui cartelli stradali. I più originali, scelti da una giuria di tecnici di prestigio, vinceranno una cena per 2 persone offerta dai nostri sponsor.

Rimanendo in tema di 5 luglio segnaliamo che è anche il compleanno di Amelie Muresmo, grande tennista e ora capitana della Davis francese. Possiamo aggiungere anche quello di mia nipote..ehm.

 


30-06-2015
    Il seme nel posto giusto

Terminati con successo i tornei di singolare, il corso adulti e il “ Tira la palla “ per bambini, il Tennis Club Spirano, prima di partire per le vacanze, organizza, nel soleggiato luglio, il Non Stop Tennis.

Tracciamo un attimo il resoconto del Tira la palla 2015, che anche quest’anno ha riscosso il consueto successo.

Hanno calpestato i nostri campi 45 bambini, ( 200 partecipanti, secondo gli organizzatori, 2 secondo la questura ) i quali hanno appreso le nozioni base del tennis, un briciolo di cultura sportiva e tanto divertimento.
Questa rassegna per bambini, fin dalla sua istituzione 7 anni fa, stupisce ogni volta per la partecipazione e l’entusiasmo che i mini atleti dimostrano sul campo. In un periodo in cui molti partono per le vacanze, svolgono gli ultimi lavori scolastici, giocano i tornei di calcio e pallavolo o hanno impegni religiosi ( quest’anno si sono accavallate le cresime ), sempre un buon numero di tennisti in erba ha trovato tempo e voglia per partecipare al nostro corso di avvicinamento al tennis.

Noi abbiamo buttato il seme nel vento sperando che atterri nel posto giusto al momento giusto, cioè illumini qualche bambino che trovi nel tennis la giusta luce della passione.
Se non sarà così vorrà dire che li abbiamo fatti divertire, pur non convincendoli a scegliere il tennis come sport principale come avvenuto con ragazzi degli anni scorsi.
Ma si sa, il futuro non è più quello di una volta!

Segnaliamo i vincitori dei tornei finali che sono nell’ordine: Giorgia Cremaschi nell’under 14; Gabriele Nisoli nell’under 11; Matteo Piatti nell’under 9; Francesca Legramanti nell’under 7.

Sicuramente questi saranno i più felici della loro prestazione, così come i secondi e terzi, grazie anche alle mega coppe ( offerte dalla Banca di Credito Cooperativo ). Riteniamo però che anche gli altri, che pur un premio presenza l’hanno avuto, debbano ritenersi soddisfatti in quanto hanno sfoderato un livello tennistico più alto in uscita, rispetto alla prima giornata.

Domenica 5 luglio il Non Stop Tennis in oratorio a Spirano.

Tennis, beneficenza, anguriata, amicizia, divertimento. Il tutto servito con ghiaccio.


18-06-2015     Finale bagnata..finale fortunata



Avevamo prenotato il bel tempo per l’ultima settimana del torneo di Spirano.

Purtroppo per un disguido ed un inghippo idraulico qualcosa è andato storto nelle semifinali e finali dei vari tabelloni.

Pur riuscendo a terminare i tabelloni di consolazione ed il femminile con rinvii e proseguimenti, all’ultima curva del circuito maschile ( terzo set ) non ce l’abbiamo fatta a terminare la finale. Un maledetto scroscio di pioggia ha rovinato l’ultimo atto, in cui abbiamo ammirato un forte Fabozzi nel primo set, che poi ha lasciato spazio nel secondo al mancino locale che è riuscito a salire di intensità ed a commettere meno errori gratuiti. Nel terzo set si pensava che un baldanzoso Ubbiali prendesse il soppravvento ma Fabozzi con sagacia tattica è riuscito a tenere a fatica il primo gioco, ottenendo anche il break nel secondo gioco quando il campo via via si stava bagnando.

L’acqua di sabato 13 ha vanificato la finale ma non il resto della scaletta. Infatti, si sono tenute le premiazioni del torneo di consolazione femminile vinto da Giusy Giassi ( peccato lo scontro al primo turno con la Bugini ) sull’ottima Francesca Riva, del torneo di consolazione maschile vinto da Andrea Menotti sul baldo Fabio Recanati ( nota di merito ai nostri 2 perché il percorso è stato impegnativo ) ed infine dell’ambitissimo tabellone femminile in cui Vanna “Sharapova” Bugini si reimpossessa della corona di regina del singolare spiranese dopo aver subito lo sgambetto nel 2014 dalla brillante Marzia Finazzi la quale non ha potuto difendere il titolo ( pur iscritta ) causa un infortunio prima di giocare. Un plauso anche alla finalista, la colognese Serena Marchetti la cui eleganza ed il potente diritto le hanno permesso solo di giocare quasi alla pari in una bellissima finale in cui la Bugini è riuscita a mettere un po’ di grinta in più negli ultimi scambi.

Soprattutto la pioggia non ha impedito la grigliata che si è tenuta nel centro sportivo post partita e che tutti aspettavano con ansia, più del risultato della finale stessa.

Presenti tutte le buone forchette..ma anche gli ottimi coltelli e gli straordinari cucchiai.

Probabilmente Fabozzi ed Ubbiali avevano il biglietto aereo per Halle od il Queen’s, pronti ad iniziare la stagione sull’erba, in preparazione per Wimbledon, ma per rispetto del grande pubblico spiranese hanno preferito rimanere in terra bergamasca ed effettuare il proseguimento della finale di ieri, mercoledì 17.

Ripartendo da 2-0 e servizio nel terzo set Fabozzi ha tentato di allungare tenendo il servizio. Ubbiali, da parte sua, incamerava i propri servizi insistendo molto sul rovescio di Fabozzi. Il mancino recuperava anche il break e si portava 4-5 e servizio per pareggiare, ma gli ultimi scambi, giocati un po’ col braccino, sono stati ad appannaggio di Fabozzi.

Delusione dei supporter di Ubbiali, arrivati ai campi con striscioni inneggianti al nostro mancino. Alla fine però hanno applaudito il merito del vincitore.

Menzione anche per i semifinalisti Nicolò Suma ( per battere Fabozzi deve stare sempre ad un livello alto ) e Stefano Rizzi ( non al top quest’anno, anche se i meriti di Ubbiali sono tanti ).

Altri premiati sono stati l’arbitro internazionale sig. GB Cantini, come sempre competente ed impeccabile, il vincitore premio palle disturbate ( l’inavvicinabile Gianni Cavenaghi ) ed il vincitore del torneo super super perdenti ( che prima o poi si disputerà ) Elio Colombani.

Prosegue con entusiasmo il Tira la palla, corso collettivo per ragazzi.
Ricordatevi che anche Federer ha iniziato dai corsi collettivi.

Dopo la stagione su terra rossa culminata con la vittoria a Parigi di un superbo Stan Wawrinka, il circuito si sposta sui campi in erba. Il Tennis Club Spirano farà lo stesso domenica 5 luglio trasferendosi sul campo verde dell’oratorio per disputare l’ormai storico Non Stop Tennis, 12 ore di beneficenza a favore del progetto Ndangwini in Mozambico. Venite e siate generosi.





31-05-015     Il mio regno per un cavillo


“Un cavallo, un cavallo"! “Il mio regno per un cavallo!” è una delle frasi più famose scritte da William Shakespeare, che la fa pronunciare a Riccardo III, alla fine dell’omonima tragedia.

“Un passante, un passante incrociato”! “La sconfitta per un passante incrociato”! Si suppone sia quello che a un certo punto della sfida abbia pensato E. Colombani nella sfida del girone di consolazione disputata domenica 31 maggio. Il suo avversario, l’esperto G. B. Cantini, incamera i primi games e si porta senza fatica sul 7-1 (torneo di consolazione un set al 9 ), quando il nostro eroe decide di entrare in campo. Egli da fondo a tutte le energie rimaste e punto dopo punto riesce a tornare in partita grazie ad una bella rimonta ( 7-6 dopo un’ora di gioco ). I due contendenti, abbastanza stanchi e poco lucidi, ribattono le palle con inerzia, sbagliando pure i cambi campo e le posizioni dei servizi. G. B. Cantini tiene a fatica il servizio e si lancia sull’8-6 ma il mai domo Colombani non vuol mollare e si porta a ridosso grazie al servizio (8-7). Nell’ultimo game Colombani si intestardisce a voler passare l’avversario con una serie di dritti incrociati che sfortunatamente per lui non ottengono il risultato sperato. Il nostro pallottoliere segna 2 incrociati vincenti a fronte di 6 punti lasciati all’avversario nel giro dei 3 giochi che hanno concluso il match.

Questa ricerca con testardaggine del vincente non solo ha compromesso i games finali ma ha ridato fiducia ad un G. B. Cantini che aveva smesso di giocare per farsi superare, inconsciamente, da chi arriva da dietro. L’esperto tennista urgnanese accelera e lascia sul posto Colombani ormai abbacchiato e stanco.

Questa è stata una partita fra le più combattute in questa prima settimana di torneo. Segnaliamo col circoletto rosso le grandi partite di G. Zanotti vincitore, in rimonta, al terzo su F. Rippa e la bellissima e tiratissima sfida tra A. Gabbiadini e B. Gallian. La spunta il trevigliese con un 6-4 al terzo dopo che l’andazzo del set sembrava portare ad una vittoria dell’atletico ( e più giovane ) zanichese.

Tutto regolare il percorso dei favoriti ( Ubbiali, Rizzi, Suma, Bonacina ) e del forte Fabozzi che lascia sul tragitto qualche games di troppo agli ottimi A. Menotti e G.C. Radavelli.

Entra nel vivo anche il tabellone femminile con scontri già da vertice ai primi turni.

“Un cavillo, un cavillo! Il mio regno per un cavillo!” è quanto sosteneva Colombani nel dopogara discutendo col giudice di sedia, a proposito dei cambi campo sbagliati, per trovare un qualsiasi appiglio che rendesse credibile un ricorso che invalidasse la gara.




07-05-2015     Quelli che..



Siglato l'accordo fra il Tennis Club Spirano ed una rinomata casa fotografica internazionale, che sveleremo a tempo debito. Il contratto, ancora in fase di ultimazione nei dettagli, prevede in sostanza una spartizione degli introiti.

Meta degli utili entreranno nelle casse del nostro sodalizio per diritti di immagine, la seconda metà andrà al noto studio che così potrà comprarsi una macchina fotografica.

Nella' attesa dell'acquisto e di una fotografia di gruppo che scatteremo alle premiazioni del torneo di singolare eccone una descrittiva del Tennis Club Spirano, con i protagonisti trepidanti che si apprestano a vivere queste 3 settimane di full immersion tennistica.

Vi troviamo quelli che mirano alla vittoria del torneo. Il detentore Morelli, ancora in forse a causa dei problemi all'arto sinistro che ormai lo affliggono da tempo immemore, vorrebbe difendere il titolo. Stefano Rizzi pronto a risalire sul gradino più alto del podio, è in grande forma.

Quelli che, Giuseppe Zanotti o Bruno Gallian, col loro gioco regolare costruiscono filo dopo filo la grande ragnatela, come un grosso aracnide, per poi intrappolare e finire l'avversario ormai legato.

Quelli che fanno il loro gioco brillante con variazioni e attacchi continui sempre in spinta, Bonacina e Ubbiali.

Quelli che saranno delle sorprese, quelli che per colpa di De Coubertin..partecipano, quelli che giocano per il torneo di consolazione ( Cavenaghi ), quelli che lo fanno solo per sfuggire alle grinfie della moglie, quelli che con la racchetta in mano si sentono virili.

Quelli che Mac Enroe è dentro di noi, quelli che vestono solo la maglietta bianca per non sporcare, quelli che ti spiegano il tuo tennis senza farti capire niente, quelli che ti forniscono la tattica vincente ..dagli spalti, quelli che organizzano..ma non vincono..perciò organizzano male.

Quelli che perdono e dicono: ” in fondo è solo una partita di tennis”, poi vanno a casa e picchiano i figli, quelli che hanno giocato bene perche l'ha detto il telegiornale oh yeh.

Quelle che han perso il doppio misto per colpa del marito, quelli che vogliono trasformare il centro sportivo in un cantiere ( Billy ), quelli che i campi sono belli ma si poteva fare di più.

Quelli che chiamano la pallina out e sono onesti..ma solo fino ad un certo punto, quelle che cambia la foto che sono venuta male, quelli che non picchiano troppo forte gli smash per non disturbare, quelli che la riga, il nastro, il doppio fallo, quelli che.. oh yeh, oh yeh...

Grazie ad Jannacci, che ci segue sempre, per l'ispirazione.

 

Ricordo che le iscrizioni al singolare dovranno pervenire entro il giorno 20 maggio alle ore 20,00.

Dopodiché dall'urna internazionale di Nyon verranno estratti gli abbinamenti del tabellone alla presenza dei più quotati personaggi del settore.





 21-04-2015     Aspettando il Maggio francese e spiranese


Sui campi “nuovi” di Spirano, agli appassionati dedicati, il dolce aprile viene portando con sé la seconda amichevole primaverile dopo quella disputata ad Urgnano.
Domenica 19 aprile l'avversario di turno era il TC Azzano, compagine solida e con giocatori di categoria superiore, che ci aveva sconfitto all'andata.
Questa volta il nostro team è riuscito ad imporre il pareggio ai quotati ospiti.
Risultato che si sarebbe firmato prima dell'incontro, ma che alla fine ha lasciato anche un po' di rammarico in quanto prima della disputa dei doppi finali, sul 2 a 2, tra il pubblico e i supporter locali è prevalsa l'ipotesi di una nostra vittoria.
Tesi supportata dai fatti quando sul centrale la coppia Ubbiali - Bonacina ha preso il largo su Capitanio - Marinelli mentre sul campo 2 Beneduci e D. Zanotti riuscivano a stare davanti ai Rizzi. Solo un colpo di coda ( e un nastro fortunato su un killer point, ma diciamolo sottovoce ) ha permesso ai Bryan Bryan locali ( i Rizzi ) di vincere i games finali e portare il pareggio alla squadra azzanese. Ricordiamo che i Rizzi sono tesserati sia a Spirano che ad Azzano e questa volta, purtroppo per noi, difendevano i colori degli ospiti.
Combattuti e incerti gli altri singolari, dove Ubbiali e Menotti hanno prevalso di una lunghezza su Marinelli ed A. Rizzi, mentre R. Passi ha subito una sconfitta, anche essa  di misura, ad opera di M. Capitanio nonostante la buona prova del nostro. Sconfitta numericamente pesante quella di Giuseppe Zanotti contro il regolarissimo L. Pagnoncelli ma bugiarda sul piano del gioco avendo perso il nostro protagonista parecchi punti al killer point.
Terminate queste amichevoli a squadre pre-torneo ( disputeremo il ritorno contro l’Urgnano a fine giugno ), ora lo sguardo è rivolto alla preparazione e organizzazione del torneo di singolare di maggio. Quest'anno i protagonisti troveranno campo in perfette condizioni dopo il recente restyling.
Altro motivo in più per iscriversi e partecipare ai combattuti tabelloni ( maschile, femminile, consolazione).
Il calendario ci pone, dopo Roma, in contrapposizione al Roland Garros ma per noi non è un problema anzi uno stimolo in più per cercare di emulare qualcuno dei protagonisti, che in quei giorni giocheranno sui campi parigini, e raccontarne le gesta nel nostro circolo.
Ricordiamo infine che ripartono le lezioni per adulti principianti al mercoledì sera nel mese di maggio.
Trattasi di tennis di base... ma anche di altezza, per creare quella area in noi stessi che fa aumentare il volume delle nostre conoscenze.


 
13-04-2015     Derby


Il derby è sempre il derby.
Non stiamo parlando del mitico locale milanese di cabaret che ha avuto dagli anni 60 alla metà degli anni 80 un incredibile successo e apprezzamento dovuto alla miriade di artisti che ne hanno calpestato il palco, diventati famosi grazie alle loro indubbie qualità artistiche e a capacità di innovazione, antesignano dell’altrettanto famoso Zelig.
Il riferimento è al derby Urgnano – Spirano di tennis disputato domenica 12 aprile.
Non sarà importante come il derby di Milano ( quest’anno molto meno importante ) ma il nostro derby dei poveri è molto sentito in zona specialmente da molti di noi tennisti spiranesi che prima di aprire e militare nel Tennis Club Spirano abbiamo iniziato la nostra “carriera” sui campi urgnanesi.
Sarà stata pure un amichevole ma come abbiamo detto il derby ti mette quella voglia e cattiveria in più per portare a casa il risultato. Risultato ottenuto grazie anche alle ottime condizioni psico-fisiche dei nostri atleti, i quali sono riusciti ad esprimere sul campo la loro potenzialità.
Il ritorno a campi invertiti si effettuerà nel mese di giugno ed andremo ad ospitare la compagine urgnanese desiderosa di pareggiare i conti.
Nello specifico possiamo annotare le vittorie di Stefano Rizzi e Giuseppe Zanotti su, rispettivamente, Mattia Giovanzana e Nicola Rovaris in singolare, della coppia Diego Zanotti - Luciano Bonacina nel doppio combattuto ( 7-6 ) sui due già citati Rovaris e Mattia Giovanzana, la vittoria più facile nell'altro doppio Ubbiali – Beneduci opposti a Fumagalli - Giavarini.
Discorso a parte per l’ottima partita del debuttante Andrea Menotti, opposto a Fabio Giovanzana, a cui va riconosciuto il merito di aver vinto l'emozione e la responsabilità di sostituire il nostro, infortunato, numero 1 Morelli.
Unica sconfitta quella del ragazzino terribile Alessandro Rizzi.
Purtroppo per lui gli è toccato in sorte un ostico e indomabile Giacomo Bianchi che ha ribattuto tutto il possibile alle fucilate del nostro Ale.
Domenica 19 aprile probabilmente troveremo qualche difficoltà in più contro l’Azzano, anche perché presteremo il nostro Stefano Rizzi alla compagine ospite per poter disputare più incontri. Aspettiamo i simpatizzanti a supportarci sugli spalti con trombi una squillo, ehm..scusate volevo dire “squilli di trombe”!


 Risultati; G. Zanotti - N. Rovaris  6-2  5-2
A. Rizzi - G. Bianchi 2-6  1-6
S. Rizzi - M. Giovanzana 6-2  2-3
A. Menotti - F. Giovanzana 6-1  5-2
S. Beneduci - P. Ubbiali—Fumagalli - C. Giavarini  6-1  6-2
L. Bonacina - D. Zanotti—M. Giovanzana - N. Rovaris  7-6

Le partite si sono disputate al meglio dell’ora.




18-03-2015     Porte aperte al Tennis Club Spirano


Come già ampiamente annunciato dai maggiori media nazionali e dagli strilloni dei quotidiani locali, il 22 marzo il Tennis Club Spirano aprirà i battenti dei propri campi x iniziare la stagione 2015, ritornando a casa dopo aver vagabondato.
Inaleremo aria pura all'aperto dopo 4 mesi di tennis indoor in giro per la provincia.
Smaltiti i postumi del torneo di San Valentino grazie anche ai massaggiatori e fisioterapisti messi a disposizione dal nostro sodalizio, i nostri tennisti si presentano ai nastri di partenza lustri, oliati e strigliati a dovere, desiderosi di ottenere miglioramenti e risultati importanti.
Quei risultati che sono mancati ai nostri leader nazionali.
Dopo buon inizio anno, per i professionisti italiani sono calate le tenebre.
Come avevamo ipotizzato nell'ultimo articolo il Kazakistan è stato in grado di eliminarci dalla Coppa Davis, mettendo Barazzutti in cassa integrazione dato che anche le donne sono fuori dalla Fed cup ( male le ragazze contro la Francia ). Barazzutti tornerà al lavoro quando ci saranno gli spareggi per non finire nel girone B.
Colpa o merito di quel Nedovyesov visto a Bergamo il mese scorso che sigla il 3 a 2 dopo la maratona finale con Fognini.
Troppo discontinui Bolelli, Seppi e lo stesso Fognini.
Pure il vittorioso incontro di doppio ha mostrato quella sintonia imperfetta che contrappone fasi di gioco esaltante ad altre di amnesie tecniche.
Auguriamo una loro ripresa nei circuiti ATP rimandando il discorso nazionale al 2016.
Per tornare a noi del Tennis Club Spirano, annunciamo le amichevoli contro l’Urgnano il 12 aprile in trasferta e contro l’Azzano sui nostri campi.
Di seguito arrotoleremo le maniche per organizzare tutta quella serie di eventi che trovate nella sezione manifestazioni.
Le vie del Signore sono infinite, quelle del Tennis Club Spirano sono in..tasate


 
02-03-2015     S. Valentino con Peperoncino



Nonostante il calendario sostenga che siamo ancora nella stagione invernale, nella primaverile domenica primo marzo il Tennis Club Spirano chiude il freddo periodo itinerante in quel di Urgnano col torneo di San Valentino.
Ennesimo successo confermato ma non scontato, visto il restyling a cui abbiamo sottoposto la manifestazione.

In effetti, abbiamo diminuito le fatiche dei protagonisti disputando il torneo in due giorni e un set solo a partita.
Ciò ha permesso di avere maggiori iscrizioni ( anche se il numero chiuso ci ha imposto il taglio di altri amici che desideravano esserci ) e di raddoppiare la presenza femminile.

Conferme in campo femminile dalle finaliste Finazzi e Bugini con la vittoria di quest'ultima che si riprende lo scettro di vincitrice dopo la sconfitta nel singolare 2014 patita dalla Finazzi. Segnaliamo la giovanissima Viola Ghezzi che ha sfiorato la finale dopo un'ottima esibizione in semifinale. In questa gara Viola ha dimostrato le sue qualità imponendo il suo gioco alla forte Marzia Finazzi. Forse l’emozione e un pizzico di inesperienza non le ha concesso di mettere a segno l’ultimo punto.
In campo maschile Rizzi vince lo spettro dei crampi al quale era abbonato negli ultimi tornei di San Valentino, dato il duro impegno fisico del torneo, e batte Ubbiali giunto in finale po' stanco.
( 6-1 )

Di spessore il percorso dei 2 finalisti. Rizzi si sbarazza nell’ordine dei due forti regolaristi Gallian e Passi per poi disputare la partita più bella del torneo, la semifinale nella quale è riuscito a prevalere di misura sul detentore Nicolò Suma.

Altro percorso di rilievo quello del mancino Ubbiali che elimina il dotato Gabbiadini (peccato lo scontro al secondo turno ), l’esplosivo Bonacina (molto combattuta la sua sfida con D. Zanotti ) e il solido G. Zanotti sempre presente ai piani alti.
Non dimentichiamoci del torneo di consolazione.
Qualcuno ( il mitico Cavenaghi ) sostiene che si iscrive solo per vincere il torneo di consolazione. Gli è andata male visto che è stato estromesso dal ragazzo terribile Ale Rizzi che poi è andato a vincere questo tabellone al tie break contro l’ottimo G. Meli.
Una menzione particolare agli impeccabili arbitri internazionali, Signori GB Cantini ed E. Colombani trovatisi a gestire situazioni non facili di palline dentro, palline fuori, specie nelle gare femminili.
Premi di lusso sempre ben graditi dai vincitori e dagli estratti dalla sorte ed immancabili baci di cioccolato per un S. Valentino che si rispetti.
Potevamo fermarci qui ma il Tennis Club Spirano ha chiuso il torneo invitando i protagonisti presso il ristorante “Il peperoncino”di Urgnano per rifocillare il corpo, duramente messo alla prova da due giorni intensi di tennis. Naturalmente ne ha giovato anche la mente e lo spirito tanto che dopo le amabili conversazioni durante la cena si è passati, sul crepuscolo della serata, a barzellette spinte e canti.

Appuntamento al 22 marzo per l’apertura dei nostri campi di Spirano.
Fatevi un nodo al fazzoletto!



22-02-2015     Voilà la France

Dopo 8 anni il PalaNorda ha intonato ancora “Allons  enfants de la Patrie” in onore a Benoit Paire nella finale del Challenger orobico di domenica 15 febbraio.

Nel 2007 i bergamaschi si erano entusiasmati per le magie di un altro francese, il grande Fabrice Santoro, “le Magicien”, il quale ha lasciato emozioni  tuttora ancora presenti nei cuori degli appassionati.

Emozioni rinverdite dal talentuoso Paire detto” la Tige”, il gambo, che ha deliziato il pubblico durante tutta la settimana.

L’ex numero 24 del mondo ha fatto vedere il suo talento giocando un tennis un po' diverso rispetto ai bombardieri da fondo campo che nella maggior parte dei casi calpestano i campi da tennis. Gli spettatori si sono entusiasmati alle stop volley, ai pallonetti e ai colpi vari del transalpino. Oltre a Paire il decimo Challenger di Bergamo ha avuto come protagonista anche il kazako Nedovyesov. L’ex sovietico ci ha fatto capire che per la squadra azzurra non sarà facile passare il turno ad Astana nello spareggio di Coppa Davis in programma a marzo.

Naturalmente “la Tige “ si augura di ritornare in alto in classifica dopo l’infortunio e di giocare in tornei più importanti ma allo stesso tempo si porta via da Bergamo la gioia della vittoria ( 6-3  7-6 ) e la grande accoglienza che gli è stata riservata contraccambiando con l’augurio di buona fortuna per il Challenger.

 

Tutto pronto per il nostro Torneo di S. Valentino in programma domenica primo marzo con un prologo sabato 28 febbraio.

L’entry list del singolare maschile annovera nomi prestigiosi del nostro mondo. Ci sarà il campione uscente N. Suma con i soliti avversari P. Ubbiali, S. Rizzi, G. Zanotti, B. Gallian ed i molti altri che sicuramente faranno bene.

L’unico forfait di spessore riguarda E. Morelli non ancora recuperato da un lungo infortunio al gomito che lo sta tormentando da mesi.

In dubbio il vincitore di due anni fa, il mancino S. Toso, reduce da un infortunio di gioco in settimana. L’organizzazione spera di recuperarlo grazie ai grandi mezzi sanitari messi in campo ( bustine di antiinfiammatori e tempo ).

Di prestigio anche il tabellone femminile di cui citiamo solo le regine vincitrici dei nostri tornei, V. Bugini e M. Finazzi. Naturalmente un folto gruppo di outsider è pronto a scalzare le nostre due dalla vetta più alta del podio per poter alzare con orgoglio la coppa della vincitrice.

Di notevole entità il montepremi che si aggira sui 00000$ ( omessa la cifra iniziale per problemi col fisco ) e grande sforzo del Tennis Club Spirano per offrire un’hospitality e una trasportation pari a quella dei tornei del grande slam.

Infatti, è assicurata a tutti i partecipanti un’hospitality gratuita a casa propria ed una transportation con mezzi messi a disposizione dai partecipanti stessi.

Con questo salto di qualità il Tennis Club Spirano vi dà appuntamento in sede giovedì sera, 26 febbraio, per il sorteggio del tabellone.

Venite già mangiati e lavati.



05-02-2015     A Carnevale ogni scherzo Vale..ntino


Sarà stato uno scherzo di Carnevale, che il calendario ha fatto cadere proprio in quei giorni, ma il classico torneo di singolare che organizziamo sui campi in play-it di Urgnano per S. Valentino quest’anno si disputerà il primo marzo.
Più che Torneo di S. Valentino occorrerebbe chiamarlo Torneo della festa della donna, data la contiguità alla ricorrenza dell’8 marzo che non a quella del 14 febbraio.
Non dipende dalla nostra volontà naturalmente ma dalla non disponibilità dell’impianto di Urgnano.
Tuttavia non tutto il male vien per nuocere; ci godremo il Challenger di Bergamo che si disputa nella settimana a cavallo del S. Valentino, con la finale il 15 febbraio.
In alternativa, i tennisti più burloni opteranno per una mascherata. Magari travestendosi da Serena William come ha fatto Caroline Wozniacki durante il master femminile alla quale è bastato infilarsi degli asciugamani nel reggiseno e sul retro per fare un’ottima imitazione dell’amica americana.
Appuntamento ad Urgnano domenica primo marzo dalle ore 9.00 dove gli innamorati del tennis, sordi alle lusinghe del campionato di calcio e di ogni altra distrazione, passeranno insieme la giornata divertendosi con palline, racchette, baci di S. Valentino e, massi, anche mimose.

Dalla terra dei canguri arrivano soddisfazioni dai professionisti italiani. Exploit del doppio maschile Fognini –Bolelli che porta il titolo in Italia dopo 50 anni dalla vittoria di Pietrangeli –Sirola nei doppi del grande slam. Seppi in singolare si toglie la soddisfazione più grossa della carriera sconfiggendo Federer in una partita che diventerà memorabile perché l’elvetico non era sotto tono, bensì per quel giorno il nostro altoatesino ha giocato meglio. Un po’ in ombra le italiane in singolare ( ad eccezione della Giorgi ) e delusione dalle doppiste Errani-Vinci che dovevano difendere il titolo conquistato nel 2014 ed invece uscite ai quarti
Come da facile pronostico, le vittorie di Melbourne nei rispettivi singolari sono andate a Serena Williams e a Djokovic. Ottimi finalisti la Sharapova ( contro Serena non ce la fa mai ) ed un ritrovato A. Murray.

Nel breve troviamo la Fed cup per le donne ( Italia –Francia a Genova ) e i tornei di Montpellier, Zagabria, Rotterdam, Challenger di Bergamo ed il nostro già citato torneo di S. Valentino.
A Bergamo mancheranno le stelle degli ultimi anni ma ormai i Bolelli, i Brown, i Gilles Muller, gli Struff viaggiano in tornei più importanti grazie alla classifica ATP che li vede abbondantemente sotto i 100, giocandosela con i migliori al mondo.
Presenti invece ad Urgnano i nostri giocatori di punta per disputare un torneo di ottimo livello.
Di tutto rispetto il seeding femminile, raddoppiato anche nel numero di partecipanti.

L’ingresso è gratuito, l’uscita forse.



11-01-2015  Verso melbourne, passando da Azzano 

Al via la stagione 2015.
I professionisti sono tutti nell’emisfero australe per disputare tornei a Sidney, Brisbane, Perth, Auckland, Hobart; qualcuno a Doha in Qatar.
Sono tornei di preparazione al clou di questo inizio di stagione, gli Australian Open di Melbourne.
Questo slam è sempre il più incerto.
Stan Wawrinka, vincitore nel 2014, si appresta a difendere il titolo, ma sulla carta altri partono favoriti.
Il solito Djiokovic vorrà strapazzare tutti come l’anno scorso. Roger, forte del millesimo successo avvenuto ieri con la vittoria nella finale di Brisbane, non vorrà essere da meno.
Rientra Nadal; condizione tutta da verificare, voglia al massimo.
Indichiamo Raonic come possibile sorpresa di quest’anno.
Meno incertezza in campo femminile. Il pronostico va a Serena ed a Maria.
Sorprese potrebbero essere le belle Ivanovic e Wozniacki. La speranza un’italiana ( Errani o Pennetta? )

In terre a noi più vicine, il Tennis Club Spirano ha iniziato l’attività 2015 in quel di Azzano con un incontro a squadre contro la compagine locale.
Risultato scontato, 3-1 per l’Azzano, visto la differenza di classifica FIT dei contendenti ma rimane la soddisfazione per aver giocato alla pari, avendo impensierito non poco gli avversari.

Brillanti i primi due incontri dei nostri G. Zanotti e P. Ubbiali, opposti rispettivamente al forte L. Chiesa e al regolarissimo L. Pagnoncelli.
G. Zanotti rimane dietro un passo, perso nei primi games, ma riesce a stare in scia a Chiesa, ribattendo con efficacia gli esplosivi attacchi del tennista di casa.
Ubbiali e Pagnoncelli giocano alla pari per più di mezza partita. Solo un piccolo calo fisico del nostro mancino permette ad un costante Pagnoncelli di infilare gli ultimi games.
L’impresa del nostro sodalizio la compie L. Bonacina. Il nostro inizia un po’ contratto e un perfetto V. Marinelli incamera giochi.
Solo quando Bonacina sistema il servizio e prende cognizione del campo e dell’avversario, inizia una rimonta, culminata con la vittoria per 8-7 dopo il killer point al cardiopalma dell’ultimo gioco.
Il doppio finale è stato ad appannaggio dell’Azzano. La coppia di casa, composta dallo spiranese S. Rizzi e da M. Capitanio ha sofferto inizialmente i nostri S. Beneduci e D. Zanotti partiti a razzo.
La tecnica superiore di Rizzi-Capitanio ha permesso al doppio azzanese di riprendere il giusto binario dell’incontro e di incamerare sempre più punti, nonostante la tenacia dei nostri mai domi.
Appuntamento agli amici di Azzano e a tutti gli appassionati ad aprile.
Verrà disputato il ritorno di questa interessante sfida sui nostri campi.

Risultati: L. Chiesa- G. Zanotti 11-7
                  L. Pagnoncelli-P. Ubbiali 11-6
                  L. Bonacina-V. Marinelli 8-7
                  S. Rizzi-M.Capitanio vs S. Beneduci-D.Zanotti  10-3 



15-12-2014     Tennis di Natale

Palloncini, block notes, matite giganti, coppe, palline, racchette e naturalmente tanto divertimento.
Ecco cosa hanno trovato i nostri mini atleti sotto l’albero nella manifestazione omonima tenutasi domenica 14 dicembre al palazzetto di Spirano.

Giochetti tennistici, come il centrare scatoloni con le palline, abbattere birilli o imbucare le palline nella rete dell’apposito pannello hanno mantenuto impegnati i nostri piccoli campioni facendo intravedere la possibilità di vittoria per tutti essendo esiguo il vantaggio in tutte le categorie. Infine si è disputata la partita a squadre, sempre battagliata, che ha sentenziato la classifica finale.

Ecco i vincitori: Giulia Rizzi nel femminile 2003-2004. Francesca Legramanti nel femminile delle più piccole.
Nel maschile vince Daniel Vecchio nella categoria 2001-2002-2003; Filippo Previtali nel 2005-2006; Filippo Del Carro nel 2007-2008.

Col successo di “Tennis sotto l’albero” il nostro sodalizio chiude questo 2014 ricco di soddisfazione, avendo aumentato tutti i numeri positivi, segno della capacità del nostro club di attrarre persone, interesse e capitali nonostante il periodo non proprio felice dell’economia e dell’umore della gente.
Dato confermato dalla grande partecipazione alla cena sociale di sabato 6 dicembre.
Ora ci concediamo un breve periodo di riposo natalizio. Il vero tennista però lo si vedrà impegnato a farsi regalare per Natale la racchetta di Federer, la maglietta di Djokovic, le scarpe di Nadal o il vestitino della Ivanovic.
E perché no, magari un lancia palline.
Il Tennis Club Spirano augura agli appassionati sentiti auguri di Buon Natale e felice anno nuovo.


20-11-2014     Sboccia l'inverno

Terminati gli appassionanti master, maschili e femminili, vinti dai favoriti Djokovic e Serena Williams, rimane da disputare la finale di coppa Davis dopodiché i circuiti del tennis si prenderanno le vacanze invernali.
Nella stagione buia e fredda, in controtendenza ai professionisti, il Tennis Club Spirano accende la luce mettendo in pista iniziative destinate a riscaldare i cuori degli appassionati.
Chiusi ufficialmente i campi scoperti del centro sportivo di Spirano diveniamo itineranti toccando, via via, altri luoghi dove svolgere la nostra attività.

Dal lato agonistico, dicembre vedrà protagonisti i bambini con “Tennis sotto l’albero”, una sorta di mini Tira la palla ( il nostro corso baby estivo ) che si terrà domenica 14 dicembre al palazzetto di Spirano.

Dal lato istituzionale affronteremo, il 6 dicembre, il duro impegno della cena sociale, presso il ristorante del Sole in quel di Brignano G.d’Adda, dove gli associati, i simpatizzanti, le famiglie, gli amici onoreranno il lavoro del cuoco ed il desco apprezzando il cibo e dialogando amabilmente tra loro.
Rimanendo in tema istituzional-gastronomico, il tennis club Spirano sarà presente il 22-12 presso il Palaspirà alla serata della Polisportiva dove alcuni sportivi premiati faranno da corollario al mega bouffet e brindisi augurale natalizio..o viceversa.

Gettando il vecchio calendario e scorrendo il mese di gennaio prossimo, ci imbatteremo, verso la fine, nell’andata del confronto bilaterale tra una nostra selezione e la temibile compagine del Tennis Azzano.
Il primo incontro ci vedrà in trasferta. Il ritorno è previsto sui nostri campi nel mese di aprile.

Perchè l’inverno rimanga caldo ed appassionato, febbraio vedrà protagonisti gli innamorati del tennis nel classico torneo di S. Valentino che ogni anno disputiamo sui campi di Urgnano. Singolare maschile, femminile, consolazione.
Baci, cuori e cioccolatini per tutti.
Sempre febbraio ci vedrà sugli spalti del Palanorda orobico per assistere al prestigioso Challenger internazionale città di Bergamo, occasione buona per imparare qualcosa e divertirci.

Questo ed altro per l’inverno del tennis club Spirano, l’inverno differente.


 03-11-2014
    L'insostenibile leggerezza della pallina


Quel servizio micidiale
che schizza con potenza inusuale,
sulla riga del mio rettangolo centrale,
finisce la corsa sulla mia racchetta
che con evidente, del mio avversario, disdetta,
viene ribattuta in maniera perfetta.
0-15

Ci riprova con un diritto arrotato,
molto laterale ed angolato,
correndo a rete a perdifiato.
Rispondo con un pallonetto
che lui giudica con fare circospetto,
ben dosato e con, a scavalcar, effetto.
0-30

 Mi chiama a rete con palla corta,
fingendo potenza ma mettendo manomorta,
tentando una tattica accorta,
ma io capisco tutto,
con uno scatto arrivo, sulla pallina, distrutto,
la poso nel suo campo lasciandolo, di punti, all’asciutto.
0-40

 Ora scambia da fondo campo,
tira un vincente in un lampo,
subito dopo si accascia per un crampo.
Lo soccorro, lo rincuoro in qualche modo,
infine dal terreno lo schiodo.
Non dimostro, dentro me godo!
Game

 Prosegue dopo un lungo massaggio
contesta ora, confuso, l’arbitraggio,
la racchetta cambia più di una volta,
la fascia sostituisce sulla chioma folta.
Nel cambio campo si fa una banana,
pensa così di correre come in una americana.
Ma da uno a sei il passo è breve
subisce il cappotto, come investito da uno spazzaneve.
Set

Cambia il set , cambia la partita..lui pensa.
Per ben sei giochi tutto mi riesce
lui si impegna molto ma non ottiene ricompensa
non se ne capacità, si irretisce.
Per onor di firma prosegue nella lotta
in arrivo una nuvola nera accattivante
speranza  che la partita sia interrotta,
i sogni gli trancio con un passante.
Game, set, match.

(Cronistoria in rima di una partita giocata in grazia di Dio.)




07-10-2014     Pensieri autunnali


Ai campi del tennis Club Spirano si sta come d’autunno le foglie sugli alberi.
Si gioca con l'incertezza e la precarietà finché un flebile abbassamento della temperatura porterà il freddo che ci obbliga a chiudere la stagione all’aperto da un momento all'altro, come le foglie, in autunno, possono staccarsi improvvisamente dai rami.
Possiamo già tirare un po’ di somme ed esprimere commenti sulla stagione che sta finendo.
Il direttivo è più che soddisfatto di questo anno sportivo avendo raggiunto lo scopo statutario voluto, cioè far praticare sport a più persone possibile (specie ai bambini) con minimi costi.
Tutte le manifestazioni programmate sono andate molto bene con aumento di partecipanti e gradimento.
Abbiamo raccolto anche qualche pensiero dai nostri atleti sul campo.

Sul campo 2 troviamo Lara Sonzogni che si allena con lo zio Pietro.
La vediamo palleggiare chiara come un'alba, fresca come l'aria
Diventa rossa se qualcuno le si avvicina per intervistarla.
La pallina le passa accanto mentre lei fantastica ed è assorta nei suoi problemi, nei suoi pensieri.
“Sono contenta di questa mia annata “esordisce ai nostri microfoni. “ Ho disputato 2 finali, seppur del tabellone di consolazione, che mi hanno riempita d’orgoglio”. “Potevo dare di più ma certe partite la racchetta è calda e dove ti porta lo decide lei, altre no. Certe partite la corsa non conta e quello che conta è sentire che vai. Certe partite o sei sveglia, o non sarai sveglia mai”conclude la brillante atleta Spiranese.

Interrompiamo un doppio misto per sapere cosa pensano i coniugi Colombani.
“Mio marito non corre”accusa Sara. “Se non mette più velocità e scatto non vinceremo il misto neanche l’anno prossimo” precisa la mancina di Urgnano che anche quest’anno si è dovuta accontentare della piazza d’onore. Dello stesso parere Vanna “Sharapova” Bugini riguardo al marito Maxi.
Gli uomini annuiscono. Chissà cosa pensano.

L’estroso Cavenaghi viene colto mentre è al bendaggio della mano sinistra (ma non è destro?).
“se il sole non mi avesse accecato mentre piazzavo uno smash vincente al primo turno avrei vinto il torneo”.
Su questo tenore altre affermazioni di chi non ha vinto niente.
I vincitori, non esprimono gran ché ma sorridono soddisfatti. 
Sottolineiamo la prestazione dei giovani, ragazzi del borgo forse cresciuti troppo in fretta, un'unica passione per la racchetta.
Un encomio ai meno giovani che ne hanno incrociato le gesta.

Un incrocio di destini, una strana storia, di cui nei giorni nostri s'è persa la memoria
una storia d'altri tempi, di prima del motore, quando si giocava per rabbia o per amore.
Ma fra rabbia ed amore il distacco già cresce e chi sarà il campione già si capisce. fdg



23-09-2014     Finale con doppio sguardo



Una bella finale di doppio giallo, disputata domenica 21 settembre, tra Ubbiali-GB Cantini e N. Suma-R. Provenzi ha messo in archivio il torneo 2014 dedicato al gioco di coppia.

Altre finali si erano disputate sabato 20 dando verdetti favorevoli a L. Sonzogni- N. Suma nel tabellone di consolazione del misto, a F. Recanati- D. Zanotti nel tabellone di consolazione del giallo e a L. Metalli –S.Rizzi nella finale del doppio misto, clou del Saturday day.

Un Nicolò Suma in grande spolvero trascina il compagno Provenzi, che ben lo supporta, in una strepitosa vittoria che non lascia scampo ai favoriti ( giudizio dei critici ) rivali.
Il giovane spiranese corre e lotta coprendo tutto il campo.
Più statico ma regolare l’esperto vicepresidente Provenzi.

Inizio molto equilibrato dove si contano ben 28 punti nel primo game. Ubbiali e Cantini si portano sul 2-0 ma una volta raggiunti non riescono a trovare la quadratura del cerchio e pur impegnandosi a fondo non riescono a tenere il ritmo degli avversari e condurre gioco e risultato.
Il set finisce 6-3. Anche il secondo set si attesta sul medesimo andamento. Equilibrio iniziale poi il mancino di Spirano e il rappresentante del TC Urgnano hanno un leggero calo subito approfittato da Suma-Provenzi per infilare il secondo 6-3 e scrivere il loro nome nell’albo d’oro.

Un altro premio aspetta il giovane Nicolò Suma. Si tratta dell’Oscar del tennis 2014.
Egli, oltre al doppio, ha vinto anche il torneo di S. Valentino a febbraio ed è giunto in semifinale nel torneo di singolare a giugno aggiudicandosi la palma di miglior atleta del Tennis Club Spirano del 2014.

Numeroso il pubblico durante tutto il torneo, miriade di partite combattute, tempo clemente, grande folla alle premiazioni e soprattutto al rinfresco offerto dal Tennis Club Spirano.

Come dice il presidente D. Zanotti,: “Niente cementifica lo spirito associativo e partecipativo del nostro circolo come le salamelle e gli spiedini preparati dai nostri mastri grigliatori”.

In tono più istituzionale, il presidente ha anche rimarcato il doppio sguardo che il circolo ha verso gli associati. Naturalmente l’attenzione ai giovani con iniziative a loro dedicate è primaria ma anche l’attenzione ai meno giovani non è da meno perché anch’essi hanno il diritto di fare sport e trovare chi glielo faccia fare.
Un successo avere nel doppio giallo atleti con 50 anni di differenza d’età, segno d’integrazione tra generazioni e lungimiranza del club grazie al doppio sguardo menzionato prima.

Tra i premianti, oltre ai consiglieri, erano presenti il vicesindaco Menotti ed il neo presidente della polisportiva Carminati, i quali hanno apprezzato la qualità delle nostre proposte.

Soddisfazione dai vertici dell’associazione per queste 2 settimane di tennis.
Il direttivo ringrazia gli “sponsor”, le autorità, tutti i partecipanti ed il numeroso pubblico.
Essi ci danno un segnale molto positivo sull’andazzo del club.
Ne rappresentano la vitalità.

A breve altre novità dal voster semper voster Tennis club Spirano.





25-08-2014        LISCIO, GASSATO O DOPPIO?

 


Al bar del circolo ci hanno chiesto come lo vogliamo il prossimo torneo sui nostri campi; liscio gassato o doppio?

Scegliamo sempre il doppio naturalmente.
Ordiniamo un “One and one is one”, frase celebre di Emily Dickinson che sintetizzava così il significato di doppio.

Settimane calde ( sigh ) per il Tennis Club Spirano, che si accinge a vivere il 17° torneo di doppio giallo ed il 2° torneo di doppio misto.
Da sabato 6 settembre ai campi di via L. Da Vinci si terranno questi eventi che culmineranno con la finale di domenica 21 settembre.
Un torneo molto particolare quello di doppio giallo, in cui ci si iscrive sapendo di dover giocare dei match di doppio, ma senza sapere il nome del proprio compagno di squadra.
Infatti, il compagno lo si otterrà tramite sorteggio.
In contemporanea il torneo di doppio misto, dove vedremo all’opera brave tenniste e uomini meno irruenti del solito, in un tennis un po’ diverso ma sempre apprezzabile.
Tutto pronto ed in ordine. Ora spetterà al clima venirci incontro e non farci soffrire più di tanto, magari regalandoci un’estate in ritardo dato che quest’anno la primavera e la sua pioggia sta durando da sei mesi.

Quando si parla di doppio non si può non parlare di Roberta Vinci e Sara Errani, dopo la grande vittoria londinese di quest’anno.  Le nostre campionesse sono state le prime italiane ad essere numero 1 nelle classifiche mondiali e sono le prime italiane di sempre a vincere Wimbledon. Nel 1956 Nicola Pietrangeli e Orlando Sirola si fermarono in finale contro i miti australiani Lew Hoad e Ken Rosewall. Anche nel 1925 arrivò in finale un italiano nel misto.
Una finale capolavoro durata meno di un’ora nella quale le azzurre hanno largamente dominato le avversarie; a rete, con le sapienti chiusure di Roberta Vinci, e dal fondo, con gli angoli e le traiettorie scovate da Sara Errani, la quale ha alzato anche il livello del suo servizio, fondamentale in doppio.
A queste due grandi ( non in altezza ) tenniste ci ispireremo per emulare il gioco nel nostro torneo di doppio.

Vi aspettiamo al sorteggio del tabellone che si terrà giovedì 4 settembre alle ore 20.30 presso i campi del Tennis Club Spirano, il circolo più apprezzato nei peggiori bar di Caracas!




01-08-2014     Poesia & tecnologia



Agosto, periodo di riposo, di stelle che cadono, di S Rocco.

Il sole, i campi da tennis scalda cocente, non ha paura di niente.
Ma verso sera attenua il suo calore e in direzione di Pognano, timidamente, va a calare.

Il tennista, le palline fa rotolare, non vorrebbe mai smettere di giocare.
Ma verso sera incomincia a battere la fiacca e posa, mestamente, la racchetta nella sacca.

Questo è quanto i poeti del Tennis Club Spirano declamano mentre aspettano di giocare.
Favoriti dal luogo mistico e ispiratore del nostro centro sportivo, immerso nel verde della boscaglia di piante di robinia, profumato di tiglio e di gelsomino, intriso di sonorità leggere di esili usignoli, con le montagne a far da perimetro settentrionale, tramonti che virano dal carminio al cremisi, passando dalla gamma dell’arancio ai rossi intensi, visioni di aurore quasi boreali di primo mattino, i nostri atleti non fanno solo sport: godono con tutti i sensi.

Bene la poesia, ma abbiamo uno sguardo pronto anche al nuovo che avanza.
Grazie alla tecnologia, questo è un periodo
epocale per il tennis.
Il grande salto ci fu già sulla fine degli anni settanta quando si videro in giro le prime racchette in carbonio dopo che per un secolo furono usate racchette di legno.
Ora le racchette stanno diventando intelligenti.
Si devono accendere prima di iniziare a giocare.
Grazie al microchip incorporato nel manico (Babolat play), esterno manico ( Zepp) o applicato al cuore (Artengo) si possono registrare i dati di gioco del tennista. Per esempio se si colpisce il piatto corde al centro o lateralmente, quanti diritti, rovesci, servizi ecc si fanno in una partita, potenza, quantità, effetto.
I dati registrati dal dispositivo sono trasmessi via bluethoot a computer o smartphone per l’analisi.

Altro “aggeggio” elettronico sul mercato (in via di miglioramento) è un’alternativa all’occhio di falco che i grandi tornei posseggono in virtù della grossa copertura tv che hanno sul campo.
Basterà una fotocamera del telefonino, in sostituzione delle molte telecamere dell’occhio di falco, per vedere il punto d’impatto della pallina e per calcolarne la velocità.
Quando sarà sul mercato a prezzi abbordabili, lo adotteremo anche noi e sarà la fine di molte polemiche sulla palla fuori-palla dentro.

In questo periodo l’attività prosegue di buona lena, anche se il piglio non è quello dei tornei. Ci si limita ad un buon allenamento andando avanti con l’inerzia che viene dai movimenti automatici della consuetudine.
Già partita la macchina organizzatrice del torneo di doppio che si disputerà ad inizio settembre. Sarà ancora un doppio giallo ed un doppio misto come l’anno scorso visto il grande riscontro ottenuto.
Ci sarà l’opportunità di creare, in contemporanea, un torneo di ping pong in quanto avremo un tavolo a disposizione di atleti ed appassionati.

Iscrizioni già aperte!


08-07-2014   Asse Spirano-Londra (senza patto d'acciaio)


Niente da fare!

Domenica 6 luglio, nonostante i nostri potenti mezzi, non siamo riusciti a far posticipare al lunedì la finale di Wimbledon che si sovrapponeva al Non Stop Tennis.

Temendo un forte abbassamento d’ascolto, la Rolex, main sponsor del torneo londinese, ha appoggiato il nostro piano ma successivamente sono intervenuti gli USA, la Russia e la gang dei Falabretti (possessori entrambi della bomba atomica) che per i loro interessi economici, di potere e di equilibrio politico hanno voluto di domenica sia la finale di Wimbledon, sia il Non Stop Tennis.

Entrambi gli eventi sono stati entusiasmanti!

A Spirano si è iniziato di prima mattina. Dopo gli equilibrati doppi storici pian piano la squadra turchese ha preso il sopravvento grazie a Edberg opposto a Wilander. Reazione della squadra arancione nel match di mezzogiorno tra i doppisti spagnoli (più freschi i giovani Moya e Bruguera rispetto agli “anziani” Santana e Orantes), subito dopo però Connors allungava di nuovo battendo Mc Enroe.

Mentre a Wimbledon Djokovic e Federer si scaldano, a Spirano i campioni Agassi, Sampras, Lendl e Becker se la giocano alla pari.

Quando a Londra Federer intasca il primo set (7-6) sul manto verde del paese della bassa compaiono le donne. Evert, Navratilova, Hingins, Seles, Graf ecc svolgono singoli e doppi molto interessanti ma che lasciano inalterata la situazione a favore dei turchesi.

Gli arancioni si riportano sotto grazie agli “estrosi” (Mecir, Noah, Nastase, Gerulaitis), intanto Djokovic si aggiudica il 2° ed il 3° set davanti ad un Centre Court gremito.

Verso sera, nell’attimo in cui sull’erba sintetica di Spirano i fratelli Amritraj si avvicinano ancor più ai turchesi e portano allegria col trucca bimbi-adulti, sull’erba naturale di Wimbledon il grande Roger non muore mai ed impatta con la vittoria dello spettacolare 4° set.

Lea Pericoli arriva in tempo da Umago per disputare l’ultimo doppio misto ed in coppia con Don Stefano “Pietrangeli” conferma la vittoria finale della squadra turchese.

Finisce anche a Wimbledon dopo 4 ore esaltanti.” Nole” riceve il trofeo dalle mani della Duchessa di Kent, a Spirano premiano il presidente ed il vice perché il Barone Rosso non è arrivato; ha perso l’aereo.

Ritornando seri per le prossime due righe, informiamo che il ricavato del Non stop Tennis 2014 ammonta ad € 240,5, donati alla casa famiglia Ndangwini di Stefano Denti in Mozambico.

P.S. Ricordiamo ai nostri appassionati che hanno perso la finale di Wimbledon, che il Tennis Club Spirano ha stabilito precisi ed onerosi accordi con Supertennis tv per trasmettere, direttamente nelle case dei soci, la replica dell’incontro.

Prima o poi la vedremo!




30-06-2014     Tennis vintage al Non Stop Tennis

Un tuffo nel passato col Non Stop Tennis 2014 di domenica 6 luglio in oratorio.
Quest’anno il Tennis club Spirano ripercorre, con la sua manifestazione di beneficenza a tema, la storia del nostro sport ricordando alcuni protagonisti che ne hanno caratterizzato questo secolo e mezzo di vita.
Le varie sfide saranno intitolate a prestigiosi nomi del tennis del passato. Grandi campioni in primis ma anche atleti non di primo piano, considerando i risultati, che si sono fatti notare per alcune particolarità che ne hanno distinto la carriera.
Vi troverete quindi i famosi moschettieri francesi degli anni 30, partite memorabili e da circoletto rosso (Tommasi dixit) come quelle disputate tra Borg, Connors e Mc Enroe, da Lendl contro Becker, Sampras contro Agassi o una favolosa finale di Wimbledon disputata da Edberg contro “Gattone Mecir”.
Saranno evocate indimenticabili coppie di doppio come la Mc Enroe-Fleming, i fratelli Armitraji (quando l’India contava qualcosa specie sui campi in erba) o il doppio svedese Borg-Borigma noti soprattutto più per i problemi gastrici che non per le vittorie. Sempre in tema di doppio, impossibile non nominare gli erbivori australiani, dove i vari Newcombe, Roche, Laver, Dent, Rosewall avevano pochi rivali negli anni 60. Fasti rinverditi negli anni 90 dai favolosi "Woodies", Woodforde e Woodbridge, vincitori di ben 61 titoli, tra i quali spiccano 11 Slam.
Oltre alla scuola australiana citiamo la svedese in cui Borg fece da apripista ai Wilander, Edberg, Enqvist fino al recente Soderling, la spagnola di lungo corso coi vari Santana, Orantes, Sanchez, Bruguera, Moya e che continua tuttora con Nadal e tutto quel gruppo folto di tennisti nei primi 100.
Ci piace segnalare anche la nostra squadra italiana che sotto la guida di Pietrangeli ha vinto una Davis col mitico quartetto Panatta, Barazzutti, Bertolucci e Zugarelli. Nostalgia di quella squadra perché ha vinto tanto e tuttora non ne abbiamo una simile.
Grandi nomi anche nell’universo rosa. Sicuramente Chris Evert e Martina Navratilova hanno rappresentato l’apice sia per il valore tecnico, sia per i titoli, sia per il pettegolezzo. Ci vanno vicino la Graff, la Hingis, la Goolagong, la King, la Seles.
Infine qualche doppio misto per non dimenticare Lea Pericoli e N. Pietrangeli, Chris Evert e John Lloyd, Agassi-Graff, Borg-Simionescu, compagni sul campo e in qualche periodo anche nella vita.
Nel ricordare i grandi del passato non dimenticate di fare un’offerta cospicua al Progetto Ndangwini, supportato in Mozambico dall’amico del Tennis Club Spirano, Stefano Denti.
Il nostro sodalizio donerà interamente il ricavato delle iscrizioni, voi siate generosi!

Terminato il Tira la palla 2014.
Edizione da record di presenze, 69 ragazzi, con il solito grande entusiasmo.
Sabato 28 giugno ci sono stati i tornei di categoria che hanno dato i seguenti risultati:
Nei mignon ( 6-7 anni) Francesca Legramanti sbaraglia tutti, secondo Alessandro Signorelli, terzo Fabio Ferri.
Nell’Under 11 annotiamo la vittoria di Susanna Cortese nel femminile e di Luca Ferri nel maschile.
Per i più grandi, under 14, vittoria di Sara Lombardi su Giorgia Cremaschi in una combattuta finale femminile e di Lorenzo Provenzi Su Tommaso Sporchia nel maschile.

Dimenticavo! Non andate a cercare il profilo o la carriera di Borigma.
Trattasi di licenza poetica esercitata da chi vi scrive.



9-06-2014   Queen & King



Agitazione e fermento nel panorama monarchico europeo.
Nella settimana in cui in Spagna Re Juan Carlos abdica a favore del figlio Felipe, tornando ad essere un “semplice” Don Juan Carlos, anche il Tennis Club Spirano cambia la sua regina ed il suo re del torneo di singolare.
Nel tabellone femminile Vanna “Sharapova” Bugini, dopo 2 vittorie ( singolo 2013, San Valentino 2014 ) lascia il trono e viene incoronata nuova regina Marzia Finazzi al termine di un’emozionante finale chiusasi dopo un tie break da cardiopalma, per la cronaca 9-8 ed 11-9 il tie break.
La Bugini si sta mangiando ancora le mani per i 3 match points sprecati ma con regalità da vera regina si è complimentata con l’avversaria per l’ottima prestazione.
Regalità mostrata anche da Marzia Finazzi nelle dichiarazioni post partita rilasciate alla nostra inviata Lea Dangers.
“Un grande plauso al Tennis Club Spirano per la perfetta organizzazione di questo prestigioso torneo.” “ La soddisfazione è enorme.” “Aver vinto un torneo con un seeding di così elevata qualità raddoppia la mia gioia” conclude la brillante tennista di Cavernago.
Nel tabellone maschile Stefano Rizzi lascia lo scettro di vincitore degli ultimi 2 anni al nuovo re, Emidio Morelli. Nuovo ma non inedito, avendo  il potente mancino di Urgnano già vinto altre edizioni di singolare.
Morelli trionfa in una finale a fasi alterne. Dopo l’ottimo e combattuto primo set, il mancino smette di giocare e permette a Rizzi di pareggiare i conti senza troppa difficoltà.
Cambia ancora la musica nel terzo set nel quale Rizzi non aveva più birra per contrastare il vincitore; 6-3  0-6  6-1 il risultato finale.
Ottimi semifinalisti il beniamino del pubblico Nicolò Suma ed il sorprendente Bruno Gallian from Treviglio.

Tornei di consolazione, sempre ben graditi e combattuti, ad appannaggio del nostro socio di peso G. C. Radavelli nel maschile e della colognese Giusy Giassi nel femminile.
Sipario su queste 3 settimane di full immersion tennistica caratterizzata anche dalle abbondanti piogge che hanno fatto rinviare la finale femminile, le premiazioni sul campo (effettuate al ristorante, post torneo) e soprattutto annullare il tanto atteso gran ballo dei regnanti vincitori, in stile Wimbledon.

Infine, ci piace segnalare la finale di doppio raggiunta agli assoluti italiani di Wheel Chairs tennis dalla nostra associata Anna Maria Bertola.
Anna Maria porta in giro con successo in Italia, oltre al club di appartenenza, anche un pezzo di Tennis Club Spirano.

Prossimo appuntamento per gli appassionati, domenica 6 luglio all’oratorio di Spirano.
Tennis Vintage col Non Stop Tennis.



07-06-2014
    Sostiene Federer


Sostiene Roger Federer che la racchetta la prese in mano per la prima volta a 6 anni.
Nel 1990, a 9 anni,  partecipò per la prima volta a lezioni di tennis in gruppo.

Fu il suo primo Tira la palla!

Sostiene Emidio Morelli che la racchetta la prese in mano per la prima volta un pomeriggio che si ruppe il canestro e non potè fare la sua partita a basket con gli amici.
Quel giorno un anziano appassionato diede qualche dritta sul tennis a quel gruppo di cestisti privi di canestro.

Fu il suo primo Tira la palla!

Non tutti i grandi campioni sono come Agassi che si sono ritrovati un padre padrone, che in tenera età, lo obbligò a sfidare un drago lancia palline per più ore al giorno sotto il cocente sole dell’Arizona.

Qualcuno, come l’ asso elvetico o il mancino di Urgnano, ha iniziato dai corsi collettivi.
Chissà che qualche piccolo atleta partecipante al nostro corso di avvicinamento al tennis, possa non solo appassionarsi al “nobile sport” ma avendo qualità tecniche, fisiche e caratteriali, ripercorrere la carriera del grande Roger( o più modestamente la carriera del grande Emidio).

Tutto pronto per il Tira la palla (Throws the ball, per gli amici anglofili), sia l’organizzazione, sia i mini atleti desiderosi di entrare in campo.
Se diamo retta alle preiscrizioni già pervenute in sede sarà una manifestazione da record .
Naturalmente lo scopo è quello di accattivarsi le simpatie dei bambini facendoli divertire, far conoscere il nostro mondo e insegnare un briciolo di cultura sportiva.
Quello che viene in più è molto gradito ma non fondamentale.

Intanto il torneo di singolare ha in vista le ultime sfide.
Domani si concluderanno i quarti di finale, per poi disputare le semifinali e terminare il tabellone di consolazione e il femminile in settimana.
Finora non ci sono state eliminazioni clamorose ma ora le sfide sono tutte sul filo dell’equilibrio, aperte ad ogni risultato possibile.
Sostiene il competente pubblico che probabilmente sarà qualche piccolo particolare a far la differenza e ad esaltare quello che, grazie a bravura, fortuna o corruzione del giudice di sedia,  si impossesserà del titolo 2014 di Spirano, ostentandolo con fierezza per un anno intero.

Sostiene il Tennis Club Spirano:”La bellezza del tennis esiste nella mente di chi la contempla”.





26-05-2014     Il tennista di punta è stato assassinato verso sera

Come ogni anno in contemporanea con il Roland Garros, parte il nostro torneo di singolare. Primo week end dedicato alle qualificazioni e a qualche primo turno. Già qualche sorpresa dopo le prime partite.

Subito fuori il vice presidente Provenzi, a cui non è bastata la grande esperienza per sconfiggere il ragazzo terribile Fabio Recanati. Prematura anche l’uscita di GC Radavelli per opera di un ispirato Gallian che per niente intimorito dalla prima uscita sui campi spiranesi domina l’incontro. Ad attenuante di Radavelli ricordiamo che il nostro era reduce da un’operazione al ginocchio che l’ha tenuto fuori dai campi per un intero anno. La condizione fisica precaria si è notata sul campo. Passano agevolmente lo scoglio iniziale i vari Zanotti D. Bonacina, Beneduci, Colombani. Più sudati i passaggi del turno di Ale Rizzi contro Martinetti e soprattutto di Menotti autore, con Crespi, di un’entusiasmante odissea culminata in un 7-5 al tie break del terzo set.

Nella terza giornata, per l’aperitivo serale, assaporiamo le facili vittorie di Bitto e del campione uscente Stefano Rizzi.
A seguire la partita che ha ispirato il titolo di questo articolo, dedicato al compianto Manuel  Vasquez Montalban.
Lo scrittore di Barcellona ha scritto questo giallo-noir a tinte fosche riguardante 2 squadre calcistiche alle prese con 2 centravanti ingaggiati ( un giovane promettente e uno sul viale del tramonto) che ben si addicono all’incontro a cui ci riferiamo e ai loro protagonisti.

Serata fresca, con nuvole nere in continua circolazione, minaccianti pioggia in qualsiasi momento.
Il promettente Lodetti, parte a razzo sul 3-0 ma il leone Zegna, che non si sente affatto inferiore, riesce a rimontare con tenacia e sangue freddo vincendo il primo set.
Netta la vittoria nel secondo set di Lodetti.
Ecco che il terzo set si guadagna, grazie al continuo alternarsi del risultato e delle fasi di gioco spettacolare, la palma di miglior incontro fin qui disputato. A far la partita Zegna, ma un’ottima difesa da parte di Lodetti gli permette di gareggiare alla pari. Parecchie righe ed altrettanti nastri. Ben distribuiti in modo che nessuno ne abbia da lamentarsi.

Dopo mille vantaggi e recuperi Zegna riesce a portarsi sul 5-3. Sembra finita ma con grande sforzo, Lodetti riacciuffa per i capelli qualche punto ormai dato per perso dal pubblico e va a pareggiare.
Ancora molta suspense negli ultimi 2 games giocati sul filo del rasoio ed in apnea.
Finisce l’ossigeno di Zegna e Lodetti lo "mata" aggiudicandosi l’ultimo punto, grazie anche ad un nastro, vincendo per 3-6  6-1  7-5.
Zegna dichiara, uscendo dagli spogliatoi, di essere ormai sulle Ramblas del tramonto se non riesce più a chiudere queste gare. Dopodiché rientra mogio mogio nel suo appartamentino al Barrio Chino di Urgnano dove il fedele servo e collaboratore Biscuter gli ha preparato una leggera cena catalan-modenese a base di pepe verde, Patanegra, tapas e tigelle, innaffiate da sangria galiziano.



07-05-2014        Singolare o plurale?

 
Il 24 maggio, oltre a segnare l’entrata in conflitto dell’Italia durante la prima guerra mondiale (ricordata dalla celebre canzone del Piave), è una data importante per il Tennis Club Spirano in quanto partirà il 19° torneo di singolare.

C’è sempre un po’ d’emozione quando inizia la manifestazione più storica che abbiamo.
Il ricordo va ai primi tornei. Giocati solo nel week end, con i campi circondati dalle piante di robinia, dove ci si cambiava a bordo campo perché non c’erano ancora gli spogliatoi.
Tornei con meno iscritti ma sempre combattuti. Allora le racchette erano un po’ più pesanti, si vedevano le prime leghe sintetiche e quelle d’alluminio, forse qualcuno più restio al cambiamento si presentava ancora con la classica di legno.

Bei tempi!  Forse è solo la nostalgia eppure a volte non mi spiacerebbe essere quelli di quei tempi là, sarà per avere 20 anni in meno e avere tutto per possibilità. (FG)

Abbandoniamo l’operazione rammenti e ricordi e analizziamo il lato tecnico del torneo.

Dall’anno scorso abbiamo anche il tabellone femminile. Per questo motivo qualcuno sostiene scherzosamente che non è più un torneo di singolare ma bensì di plurale. Accettiamo il termine con benevolenza ma sul campo le atlete saranno logicamente una contro l’altra.
Chi sarà la vincitrice de 2° torneo femminile? I bookmakers quotano la vincitrice dell’anno scorso e del Torneo di S Valentino 2014, Vanna Bugini. La nostra redazione è un po’ più cauta e non si sbilancia, forte dall’aver visionato le avversarie allenarsi e ritenendole sullo stesso piano della favorita.

Per quanto riguarda il tabellone maschile abbiamo una grande incognita che riguarda il campione in carica Stefano Rizzi. Il nostro asso ha avuto un infortunio domestico verso Natale e non si è ancora ripreso.
Purtroppo Rizzi, nonostante i tentativi con mille terapie, ha ancora problemi alla mano destra e se si tralascia qualche breve palleggio, non ha più giocato a tennis da allora.
A breve scioglierà la riserva.
Tra i favoriti citiamo il plurivincitore Morelli, l’incisivo Ubbiali che ci appare in gran spolvero come nel 2011, il sempre presente G. Zanotti, l’ostico e difficile mancino Toso e il ragazzino terribile N. Suma.
Un outsider potrebbe essere Bonacina, anche lui in forma nonostante negli ultimi tempi abbia avuto qualche problema fisico agli arti inferiori.

 I nostri inviati, Lea Dangers e Nick Stoneangels, hanno raccolto qualche parere tra i giocatori e gli appassionati che si aggirano tra i nostri campi in questo periodo. 
Un rilassato vicepresidente Provenzi, rispondendo a Lea, dichiara che ce la metterà tutta per arrivare sul podio ma che anche la dea bendata deve dargli una mano, specie nei favorevoli sorteggi.  A dispetto dell'età, il nostro gradirebbe incontrare il giovane N. Suma, ostentando sicurezza sulla tattica da usare.
Passeggiando Lea incontra Beneduci. “Vince Rizzi”.” Per quanto mi riguarda, punto tutto sul doppio di settembre”. Davanti ad un esotico long drink, Lea strappa 2 parole a G. Zanoli, intento a prendere il sole al bar del tennis. “Non ho ancora tutta la partita nelle gambe” esordisce il nostro interista doc” posso ottenere risultati solo se riesco a giocare e vincere partite brevi”.
Lea trova sugli spalti un appesantito G. Locatelli. “ Mi iscrivo al torneo solo per la cena della finale”. “Ormai le belle prestazioni sono un ricordo” confida il nostro socio storico.

L’altra metà del cielo viene intervistata da Nick. “ Ho disputato dei bei match al torneo di S. Valentino” esprime soddisfatta M. Ferrari. “ Spero di ripetermi nel gioco e di portare a casa risultati importanti” termina la nostra Mara. “Ho problemi alla spalla purtroppo” confida a Nick un’abbacchiata F. Riva. “Ma ci proverò” annuncia battagliera.

Sul campo 2 Nick ferma l’allenamento di L. Metalli per intervistarla. “ Perderò sicuramente al primo turno”. “Confido nella vittoria di mio marito nel maschile” afferma con umiltà a un Nick poco convinto della risposta.
Nella sauna del centro sportivo Nick, dotato di salvietta copri vergogne, incontra G. Meli e P. Budzynski.
Il Meli pronostica, un po’ troppo di parte, la vittoria nel femminile della moglie F. Riva e nel maschile di Morelli” I mancini sono sempre i più ostici”.
Di parere opposto le previsioni del coriaceo polacco Pawel.
“Zwycięzca będzie punkt więcej niż przeciwnik. Jeśli oczywiście sędzia lub sędziowie nie kradnij punktów…
Pamiętam, że kilka lat temu podczas Open w Warszawie, który był w momencie meczu i prawa linia sędzia ..…
Nick è corso dall’organizzazione per farsi dare un interprete ma quel pomeriggio quello reclutato dal Tennis Club Spirano aveva la mezza giornata libera lasciandoci nel dubbio!




 23-04-2014   Maggio: start al corso adulti e al singolare  


Il mese d’aprile ha segnato il ritorno del nostro sodalizio al tennis giocato sui nostri campi, dopo la parentesi invernale dominata dal disimpegno di molti soci e dall'attività degli irriducibili, in altri lidi.
Ora che la confidenza e la simbiosi atleta-campo-ambiente outdoor si è ristabilita e perfezionata, col mese di maggio, si incomincia a fare sul serio. Come avrete facilmente intuito dallo strillo di copertina, si tratta del corso adulti di prima racchetta che si effettuerà nei mercoledì sera di maggio destinato per l'ennesima volta a cementare i legami con racchetta e pallina e rinsaldare come si deve quei fitti vincoli d'amicizia che i frequentatori del Tennis club Spirano intrecciano dentro e fuori dal rettangolo di gioco.

Mercoledì 7 maggio si accenderanno i riflettori per dare luce ai nostri baldi eroi che, nonostante gli impegni, gli acciacchi, la non più verde età e “l’esorbitante costo del corso” saranno presenti sui nostri campi per fare quelle due sgambate senza tanto impegno che i nostri coach fanno credere loro. In realtà ci sarà da faticare parecchio ed il primo pensiero dei partecipanti sarà “ma chi me lo ha fatto fare”.

Ma come ogni anno il divertimento, l’amicizia, lo sforzo fisico che ti fa star bene, prevarranno su tutto e gli atleti torneranno nelle loro magioni carichi di entusiasmo e soddisfazione, tanto da essere già con la testa alla lezione successiva.

Entusiasmo confermato ogni anno, visto l’aumento costante degli iscritti.

Il giorno 24 prenderà il via lo storico torneo di singolare, tabellone sia maschile che femminile, che ci terrà impegnati per ben tre settimane in questa full immersion di tennis ormai giunta alla 19a edizione. Non c'è nulla di più corroborante di una sana partita agonistica che ti fa avanzare nel tabellone per aumentare l’autostima.

Già confermati i più quotati atleti protagonisti degli ultimi anni. Attendiamo il resto della truppa e magari qualcuno in grado di impensierirli. Il battage pubblicitario partirà da inizio mese ma è possibile iscriversi da subito alla nostra e mail.

Vi aspettiamo con garbo. Buttate l’agenda degli impegni (gli altri).



05-04-2014        Il tennis giova fortemente alla salute

 

Ogni tanto qualcuno che gira da noi al Tennis Club Spirano, ci chiede che benefici si hanno a praticare il tennis.

Che rispondere? Sicuramente per noi appassionati di questo sport, praticarlo è un’enorme soddisfazione e godimento. Ma per un neofita che si avvicina al tennis probabilmente non basta.

La buttiamo di conseguenza sui benefici fisici e mentali.

Per uscire da una vita sedentaria, sosteniamo, niente di meglio che dare due colpi ad una pallina. Come tutti gli sport an­che il tennis apporta benefici per l'organismo. Esso ha una caratteristica di movimenti aerobici - anaerobici, cioè alterna periodi di scatto a periodi di relativo riposo.

Questo consente di avere effetti positivi sui mu­scoli di tutto il corpo, sul cuore, sull’apparato  respiratorio, su quello cardiocircolatorio. Infatti, anche il cardiopatico può continuare a impugnare la racchetta, con un ritmo blando naturalmente, ossia senza competizione ed esagerazione.

 In questo caso diventa attività coadiuvante della riabilitazione.  

Il tennista deve esprimere velocità, (sia di esecuzione che di spostamento su tutto il proprio campo) esplosi­vità (scatti, arresti, cambi di direzione ecc) perciò impara a sincronizzare gli spostamenti sviluppando la coordinazione.

Lo consigliamo come sport a chi vuole mantenersi in forma e perdere peso. Provocando un forte dispendio energetico a chi lo pratica, è indicato per bruciare i grassi aumentando il tono muscolare di tutto il corpo, dalle gambe alle braccia, sviluppando e tonificando la massa muscolare.

Chiudendo il discorso salute, ricordiamo che il tennis è un’attività che fa sudare parecchio, consumando una grande quantità di liquidi e perdita di sali minerali. Durante lo sforzo, perciò, la scelta corretta è idratarsi parecchio bevendo soprattutto acqua, magari non gelata. Bene assumere integratori, sia liquidi che solidi, nella parte finale dello sforzo o subito dopo, essendo utili per il successivo recupero di energie.

 

Sviluppa la tecnica. Essendoci nel tennis diversi colpi possibili (dritto, rovescio, volée, smash, servizio, effetti, lob ecc), vi sono diversi modi di usare la racchetta e più si riesce ad eseguirli nel modo giusto, magari prevedendo il punto d’arrivo della pallina, posizionandosi in anticipo, più la pallina andrà dove il giocatore lo vorrà.

 Sviluppa la tattica. Non solo fisico, il tennis è uno sport mentale. Favorisce la concentrazione perché si devono escogitare tattiche che sfociano in una strategia volta a battere l’avversario spesso giocando sulle sue debolezze. E’ un com­battimento fisico e mentale dove l’atleta deve stare con la testa in partita.

Insegna la padronanza di sé, aumenta l’autostima e ultimo ma non meno importante, è divertente.

Consigliato a tutti ( dai 6 ai 90 anni). I più giovani adattano al massimo le proprie capacità psicofisiche; gli anziani possono graduare la resistenza in base all’intensità dello sforzo richiesto, purché ci sia – a monte – una preparazione fisica generale adeguata e un controllo medico di idoneità.

Sugli inconvenienti e lati negativi del tennis pecchiamo un po’ d’omissione con i nostri appassionati. 

Con voi ne parleremo un’altra volta.



11-03-2014           In missione per conto del Dio Tennis

 Il già soleggiato clima ci permette l’apertura dei campi di Spirano che avverrà sabato 22 marzo in concomitanza col cambio di stagione.

Dopo un inverno strano, poco freddo ma molto bagnato, i nostri campi hanno visto la luce e ci hanno chiamato a svolgere la nostra missione per conto del Dio tennis.
Come Jake ed Elwood, il direttivo è partito alla ricerca dei soci, che durante il periodo invernale hanno giocato in vari circoli della provincia, per riunire la “band” e iniziare la stagione 2014.
Come nostra consuetudine, archiviata senza troppi rimpianti la stagione dei botti di fine anno, a gennaio abbiamo svolto i compiti a casa.
Ci riferiamo al duro lavoro di programmazione, di preparazione, di bilanci, di pubbliche relazioni con sponsor e contribuenti, sia pubblici che privati, per far si che anche la stagione 2014 sia ricca di sport senza sofferenze economiche, sia per il sodalizio che per il singolo fruitore.

Il veloce febbraio è volato grazie al nostro Torneo di S Valentino,alle sfide e allenamenti che i soci svolgono, al tennis internazionale che abbiamo visto al challenger di Bergamo.

Marzo invece è dedicato principalmente alla struttura del centro sportivo. Si procede all’acquisto dei materiali e arredi che servono, si preparano i campi, si potano e sistemano le piante a noi confinanti, si preparano gli spogliatoi puliti e in ordine, con gli accappatoi personalizzati soffici e stirati come nei migliori hotels.

Con la struttura al top il 22 si parte. Nella sezione manifestazioni trovate gli eventi che abbiamo messo in pista.
Non si escludono altre iniziative. Potrebbero essere dei tornei domenicali (per esempio il doppio classico), un’esibizione di whell chair tennis o la visita a qualche grande torneo internazionale.

Eccoci qui nuovamente per la stagione outdoor, la passione e l’entusiasmo non ci mancano.
Se non riusciremo a fare tutto sarà perchè siamo rimasti senza benzina, con una gomma a terra, colpa della tintoria che non ci ha portato il tight, del terremoto, di una tremenda inondazione, delle cavallette. Non sarà colpa nostra! (J. Belushi).

Venite in anticipo, troverete i posti migliori!



23-02-2014     Pallina avvelenata



Ma s' io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, l’attuale conclusione,
credete che per questi quattro punti, questi crampi da gonzi, avrei puntato su Morelli campione?
Non è andata secondo il mio pronostico.

Nicolò Suma vince il torneo di S Valentino facendo felice gran parte del pubblico che tifava per il ragazzino. Egli si è imposto con il punteggio di 4-3 1-0 rit. mostrando una certa solidità sul piano mentale.
Non era facile affrontare un giocatore dal servizio bomba e dal gioco vario, chiamato dallo stesso Morelli, disordine organizzato. Anche sul piano fisico Suma ha dimostrato di essere superiore. Mai in affanno sulla corsa, mai sudato. Al contrario di un Morelli affaticato che abbandona per crampi quando ormai la strada ha incominciato ad essere in forte salita per lui.

Verso la fine del match si sono fatti sentire i 3 mesi di quasi inattività del mancino di Urgnano e i suoi movimenti hanno incominciato ad essere meno agili. L’incontro è terminato con una palla avvelenata (corta, senza peso e rimbalzo) su cui Morelli ha accennato un timido tentativo di scatto, accentuando l’arrivo dei crampi.

Ottimo il quadrangolare femminile dove Vanna Bugini bissa il successo 2013 solo al tie break e con fatica contro una sorprendente Francesca Riva. Ancora la Riva protagonista in semifinale con Mara Ferrari in un epico e lungo scontro con tie break interminabile. Buona anche la prova della quarta protagonista, Sara Malanchini.

Una menzione particolare ad Alessandro Rizzi vincitore del torneo di consolazione, a Claudio Giavarini finalista, al mitico Cavenaghi per la simpatia, alla competenza e saggezza dell’arbitro internazionale G.B. Cantini.

Da circoletto rosso le partite cardiopalma, Fumagalli-Provenzi, Rovaris-GB Cantini, Ubbiali- Suma,  terminate dopo lunghe battaglie dove anche lo sconfitto ha assaporato la vittoria calpestando il traguardo del match point ma senza andarvi oltre.

 Ancora un torneo di S Valentino alla grande dove gli innamorati del tennis partecipano sempre con entusiasmo. Lo dimostra il fatto che abbiamo dovuto rifiutare parecchi atleti, causa overbooking.
Oltre ad alcuni sicuri protagonisti dei nostri tornei (S. Rizzi, Toso, Passi), assenti per infortunio o impegni lavorativi.

Anche la richiesta femminile è stata superiore alle quattro atlete che poi si sono esibite.
Aumenteremo le quote rosa nella prossima edizione.

La giornata è finita con le premiazioni e i baci di cioccolato da copione per un S Valentino che si rispetti.

Appuntamento ai nostri appassionati tra un mese. Apertura degli impianti di Spirano per un 2014 ricco di tennis!



29-01-2014     Tu chiamale se vuoi..iscrizioni

Anche quest’anno non cambiare, stesso campo, stesso palleggiare!
Sono ufficialmente aperte le iscrizioni al Tennis Club Spirano.
I nostri campi al centro sportivo di Spirano verranno aperti solo da metà marzo in poi ma la tessera associativa produce da subito alcuni frutti.
Tanti motivi per rinnovarla immediatamente: ti permette di partecipare al Torneo di S Valentino che terremo ad Urgnano il 23 febbraio con uno sconto sull’iscrizione.
Naturalmente lo sconto iscrizione varrà per tutte le manifestazioni dell’anno.
Puoi ottenere l’abbigliamento sportivo firmato Tennis club Spirano a prezzi di socio (tra il 30 e il 40% in meno), avere materiale sportivo, palline e grips, a prezzo d’acquisto.
Grazie a partner tecnici convenzionati, puoi accedere a servizi quali l’incordatura della racchetta o suggerimenti su acquisti mirati personali, inoltre, accordi con sponsor gastronomici ci hanno permesso di godere riduzioni su cene e pizzate.
Ricordiamoci infine la partecipazione alla cena sociale di fine anno con gadget natalizio in omaggio.

La tessera vale tutto questo, con naturalmente l’emozione di vivere sul campo la vita tennistica del club.
Perciò tu chiamale se vuoi emozioni!

Dopo i palpitanti e sorprendenti Australian Open (grande Wawrinka, vincenti Errani-Vinci in doppio, bene Pennetta e Fognini), ci apprestiamo a vedere ancora bel tennis al Challenger di Bergamo.
Se non rinunceranno all’ultimo, calpesteranno il Play-it del PalaNorda Bolelli (di ritorno dalla Davis in Argentina) e il campione di Wimbledon junior Quinzi.
Saremo sugli spalti del PalaNorda nella settimana dal 10 al 15 e domenica 16 febbraio per la finale.
Preludio per il nostro agonismo che si attuerà, come già citato, il 23 febbraio col 4° Torneo di S. Valentino che organizziamo ad Urgnano.
Tabellone maschile, femminile, di consolazione.
Tutto in un giorno, very strong!



15-01-2014  C'era una volta in Australia

C’era una volta in Australia il campo in erba, dove tutti i tennisti di casa la facevano da padrone. Ormai da decenni anche nell’emisfero sud i campi sono sintetici e simili ai campi veloci del resto del mondo.
Come da tradizione e calendario, il circuito si gode l’estate di questo mese di gennaio in quella parte lontana di mondo, toccando città incantevoli come Sidney, Perth, Melbourne, Brisbane, la neozelandese Auckland e facendo tappa anche ad Hobart in Tasmania.
L’anno nuovo ci vede alzati di notte per vedere il meglio del tennis mondiale che si sta svolgendo su questi campi dell’Oceania..

Lasciando la terra dei canguri e portandoci su luoghi a noi vicini, segnaliamo la 9° edizione del challenger di Bergamo, quest’anno chiamato Perrel-Faip, che si svolgerà dal 10 al 16 febbraio (qualificazioni 8-9 febbraio al Palazzetto di Alzano e alla palestra Italcementi).
Per l’ennesima volta facciamo i complimenti all’organizzazione orobica per la proposta di questo 42,5 mila nonostante il difficile momento economico. Complimenti non solo per il montepremi ma anche per l’alta qualità dell’organizzazione che non ha niente da invidiare a tornei prestigiosi.
Anche il Tennis Club Spirano, come d’abitudine, sarà presente sugli spalti del PalaNorda a tifare i campioni che calcheranno l’evento cittadino. Invitiamo già da ora i nostri ragazzi che vorranno assistere al torneo a contattarci per organizzare una visita di gruppo.
La concomitanza col challenger di Bergamo ci ha suggerito di posticipare di una settimana il nostro torneo di S. Valentino che, infatti, si disputerà domenica 23 febbraio al PalaUrgnano.
Gli innamorati del tennis festeggeranno con 9 giorni di ritardo la ricorrenza ma sempre col solito entusiasmo.
Per quanto riguarda la nostra programmazione per il 2014, abbiamo solo un piccolo tassello da inserire.
Entro fine mese troveremo quella data che ci manca e poi renderemo pubblico il programma che si annuncia ricco ed avvincente.
Chi ci ama, ci segua!



16-12-2013     Tennis sotto l'albero

Dicembre, come gli appassionati sanno, per il tennis è il mese del riposo.
Dopo il master e la finale di Coppa Davis il circuito si prende le vacanze, i protagonisti si riposano o preparano la prossima stagione che inizia a gennaio sui campi di Australia e Nuova Zelanda. Solo i più sfegatati optano per qualche torneo minore, senza peraltro crederci più di tanto. Forse per inerzia, abituati come sono a passare, ogni settimana, da una città all’altra.

Per il Tennis Club Spirano invece è stato ancora un mese di grandi iniziative, nonostante la chiusura dei nostri campi per la stagione invernale.
L’ultimo scorcio di 2013 è passato tra la cena sociale ( sempre apprezzata e partecipata), la grande kermesse per i bambini di ieri al palazzetto ed un ultimo brindisi che faremo con le altre società sportive di Spirano domani sera, 17 dicembre, al Palaspirà in occasione della serata della polisportiva.

Ormai negli ultimi anni abbiamo riempito il periodo invernale, che prima era solo di mantenimento e preparazione, con iniziative diverse ma sempre improntate e finalizzate a stare insieme e divertirsi con il nostro sport preferito come denominatore comune. Infatti, il prossimo evento sarà il torneo di S Valentino che terremo ad Urgnano all’inizio febbraio. Sempre nello stesso periodo saremo spettatori al torneo internazionale di Bergamo (sperando di essere sugli spalti a primavera, in quel di Montecarlo, Parigi o Roma).

Palline impazzite al “Tennis sotto l’albero”di domenica 15 dicembre. Sembravano andare in una direzione sbagliata ma incitate a gran voce dal folto pubblico e dagli stessi piccoli atleti, si depositavano dentro i canestri o negli scatoloni assegnando loro i punti. Super battaglia finale con le gare a squadre.
Segnaliamo i vincitori.
Per l’under 9, Sara Trezzi prima e Susanna Cortese seconda nel femminile, Filippo Previtali primo e Matteo Piatti secondo nel maschile.
Per l’Under 13, Giulia Rizzi prima e Sara Sironi seconda nel femminile, Paolo Rossoni primo e Rubbi Alessandro nel maschile.
Si prospetta per loro un grande avvenire..alle spalle.
Questi collocheranno le coppe insieme ai regali di Natale. Gli altri, sotto l’albero, oltre al portachiavi di consolazione, ci metteranno il divertimento che hanno provato in questa piacevole domenica. Naturalmente col nostro consueto calendario, omaggiato ai partecipanti.
I soci lo stanno ricevendo in questi giorni.

Un augurio di buon Natale e felice anno nuovo agli appassionati.
Sempre sul campo!



 07-11-2013   Consigli dal consiglio

Con alcuni soci presenti in sembianze da maghi o streghe il Tennis Club Spirano ha festeggiato Halloween tenendo giovedì 31 ottobre, il consiglio direttivo.
Tra un dolcetto e uno scherzetto, un commento sulla vittoria italiana in Fed Cup, abbiamo anche discusso gli ordini del giorno.
I principali riguardavano la valutazione del torneo di doppio e la preparazione degli ultimi eventi del 2013.

Soddisfazione è emersa per l’ottima riuscita del doppio maschile e della prima edizione del doppio misto.
Sul doppio giallo non avevamo dubbi essendo ormai la formula collaudata. Sul misto c’era la normale attesa che si ha quando si presenta qualcosa di nuovo. Perplessità già sparite dopo la prima partita visto la curiosità che ha portato immediatamente un folto pubblico sugli spalti e che alla fine del match ha applaudito i protagonisti con scroscianti applausi in segno di apprezzamento.
Qualcuno ha proposto, anche giustamente a parer mio, un torneo classico di doppio, cioè con iscrizione libera della coppia. Abbiamo l’intenzione di organizzarlo, rimane il problema di trovare il periodo adatto per inserirlo visto il fitto calendario da noi proposto. Ci stiamo lavorando. 
Per l’immediato futuro invece segnaliamo la cena sociale che si terrà il 7 dicembre. Luogo ancora top secret (dobbiamo ancora vagliare le numerose richieste di ospitalità che i migliori ristoranti della zona ci hanno fatto pervenire).
Naturalmente i primi invitati sono i soci, gli sponsor e le autorità. Ma chiunque volesse partecipare è ben gradito, basta fornire il nominativo.
Dal lato agonistico proponiamo “ Tennis sotto l’albero” al palazzetto dello sport il giorno 15 dicembre. Trattasi di un mini Tira la palla dedicato ai ragazzi e bambini che vogliono approcciare il nostro mondo. Merenda, premi e gadget natalizi vi aspettano.
Infine per quanto riguarda l’impianto abbiamo stabilito la chiusura dei campi il giorno 16 novembre.
Come ogni contadino ben conosce, lasciamo a maggese i nostri campi in modo che possano, durante l’inverno, riprendere quelle proprietà positive che a primavera li presenterà in ottime condizioni per la stagione 2014.

Che mondo sarebbe senza Tennis club Spirano!



23-10-2013                Rosa shocking

                 

Giorni frenetici in questo periodo per quanto riguarda il tennis femminile. L’ottavo mese del calendario romano( decimo nell’attuale), ottobre, offre il Master WTA a Istanbul ( vi partecipano le prime 8 giocatrici al mondo), International Master a Sofia ( dalla numero 9 alla 16) e la finale di Federation Cup.

Proprio quest’ultima ha creato malumori tra gli appassionati. Polemiche derivanti dal fatto che le migliori tenniste russe( Sharapova, Kirilenko, Vesnina, Pavlyucenkova, Kuznetsova ecc) hanno snobbato l’evento adducendo motivi vari ma che in sostanza hanno poco a che vedere con lo spirito sportivo. Diciamo chiaro che preferiscono i più remunerati master e tornei che non il prestigio (e qualche soldo in meno) di rappresentare la propria nazione. Un plauso alle italiane che invece ci saranno.

I gabbati in questo caso sono gli sportivi che hanno scucito verdoni per andare a Cagliari a vedere un evento mutilato. Contro le nostre forti giocatrici la Russia presenterà delle giovanissime di cui il miglior ranking è il numero 138 della Panova.
Per scaramanzia non diremo che non ci sarà partita e vinceremo a mani basse, ma poco ci manca vista la differenza tra le nostre campionesse ( Errani, Vinci, Pennetta, Knapp) e le giovani russe .
Gli assenti hanno sempre torto
,
ma come classificare i geni  della federazione che hanno messo in calendario la finale di Fed Cup in contemporanea con il Master B? 

Notizie positive dall’universo femminile arrivano invece dal nostro piccolo Tennis Club Spirano.
Finalmente dopo qualche anno d’intenzioni mai realizzate, nel 2013 abbiamo organizzato per il gentil sesso un appassionante torneo di singolare e un torneo di doppio misto molto gradito. Anche le nostre tenniste, dopo le iniziali titubanze, hanno aderito con entusiasmo ed ora hanno superato quello scoglio della paura dell’agonismo, aspettando con piacere il prossimo evento a loro dedicato.
Tornei subito riconfermati per il 2014 e possibilmente sempre più in espansione.
Magari li giocheremo con palline rosa.
Questo e altro per le nostre giocatrici che stanno ancora calcando i nostri campi all’aperto nonostante il clima e che tra un paio di settimane chiuderemo per la brutta stagione.

Inseriamo anche il rosa nei colori autunnali.




25-09-2013     Elogio del doppista puro


Davanti ad una buona cornice di pubblico, domenica 22 settembre al Tennis club Spirano, si è svolta la finale del doppio maschile.
Nei giorni precedenti si erano svolte le finali del doppio misto, vinta come da pronostico dalla coppia L. Metalli - S. Rizzi, e quella del torneo di consolazione che è stata ad appannaggio di G. Radavelli – F. Recanati dopo un rocambolesco recupero sui favoriti R. Provenzi – G. Zanoli.

Tornando al clou, la finale maschile, segnaliamo che diversamente dal torneo 2012, dove vi era stato un certo rinnovamento tra i vincitori ( se vi ricordate tra i primi 3 posti c’erano i teen agers N. Suma, F. Recanati, A. Rizzi) nell’edizione 2013 hanno prevalso gli esperti doppisti, in una sorta di restaurazione.

Si sono aggiudicati il 16° torneo di doppio giallo ( 6-3  6-3 ) L. Bonacina e S. Beneduci battendo il sempre presente G. Zanotti e l’ottimo G. B. Cantini autore di un torneo ad alto livello.
Vittoria meritata grazie alla maggior conoscenza dei tempi e dei meccanismi che il gioco di coppia richiede. Giocando molto insieme, i nostri 2 hanno messo in campo anche un miglior affiatamento.

Perfetto l’arbitro di sedia sig. Ubbiali, peraltro aiutato dai contendenti stessi, sempre rispettosi delle chiamate.

Oltre ai già citati vincitori, sono stati premiati dai vertici del Tennis Club Spirano e dalle autorità presenti anche atleti che hanno ben figurato. Ci riferiamo alle coppie del doppio misto ( S. Malanchini-E. Colombani, C. Tirloni-R. Cantini, F. Riva-G. Meli), P. Budzynski per la tenacia con cui è arrivato in semifinale e R. Cantini per aver raggiunto anch’egli la semifinale ma in 2 tabelloni differenti ( Misto e uomini).

Commenti positivi si sono tenuti nel terzo tempo ( rinfresco) davanti alla tavola imbandita.
I protagonisti hanno evocato i molti match combattuti, elogiato i vincitori e dichiarato di essere pronti per il nostro prossimo evento.

Subito confermato per il 2014 il doppio misto che ha riscosso entusiasmo dai partecipanti, dal pubblico e dalla critica.

Tutto è bene quel che finisce bene. E l’ultimo chiude la porta! ( N. Carter) 



15-09-2013    Metà doppio

Il titolo sembra un ossimoro di una complicata operazione matematica, in cui non tutti riescono a dare il risultato esatto. Infatti, secondo una mia personale statistica, l’80% degli Italiani NON capisce nulla di matematica... pensate, quasi la metà!
Nella realtà il significato è molto semplice.
Si riferisce al nostro torneo di doppio e doppio misto che ha varcato metà percorso e si inoltra a spron battuto nella seconda settimana, non senza sorprese.
Stabilito che la pallina è rotonda e che tutte le partite son da giocare, non possiamo non segnalare come sorprese l’eliminazione del vincitore 2012, N. Suma, accoppiato a E. Colombani.
L’opera è stata compiuta da un ispirato L. Bonacina ( già autore di 2 pregevoli turni in coppia con T. Campolo) insieme a P. Budzinski, già in tabellone ad un open di Varsavia.
Altra sorpresa, la fatica del vincitore del singolare S. Rizzi per entrare in tabellone.
Dopo la sconfitta al primo turno, ha riacciuffato il tabellone entrando come ultimo Lucky Loser.
Anche nel doppio misto qualche risultato contro pronostico c’è stato. Non ha passato il primo turno V. Bugini, reduce dal trionfo nel singolare femminile di giugno.
Attenuanti ve ne sono.
Difficile giocare un doppio con un compagno non collaudato, che non si adatta al proprio gioco o di livello inferiore.
Ancor di più nel doppio misto essendo una prima assoluta, sia per il torneo che per alcune atlete.
La pioggia ha fatto rinviare alcuni incontri. Confidiamo nelle previsioni d’asciutto che i meteo ci suggeriscono su questa settimana, per completare il torneo.
Ci si aspetta spettacolo dalle semifinali mercoledì 18 dalle ore 19.00 (già qualificati in questo momento gli esperti doppisti S. Beneduci e P. Ubbiali).
I tabelloni di consolazione e del doppio misto avranno il loro epilogo sabato 21 dalle ore 15.00 con le due finali. Un aperitivo in attesa del piatto forte della manifestazione che è rappresentato dalla finale di domenica 22.
Match previsto per le ore 9.30, seguito dalla scaletta di chiusura che consiste nelle premiazioni, i ringraziamenti, i discorsi di rito e finalmente dal solito abbondante rinfresco da tutti atteso con ansia, trepidazione, sospiri, sbuffi e inviti a tagliare perchè la mamma ha buttato la pasta.



01-09-2013     Misto di curiosità ed interesse


Ad 88 anni di distanza dall'ultima apparizione (Parigi 1924) il doppio misto di tennis è tornato far parte del programma delle Olimpiadi (Londra 2012).  Da allora il doppio misto era sparito dal panorama olimpico facendo parlare di se solo ai tempi della Navratilova, appassionata di questa specialità. Anche durante i tornei dello Slam, gli unici dove si gioca tale specialità, se ne parla poco. Nel nostro piccolo abbiamo seguito l’esempio olimpico approntando il tabellone del misto. Sicuramente un tennis diverso da quello solito ma appunto per quello sarà curioso e piacevole vederlo giocare.
Ci si aspetta, vista la diversa potenza, un po’ di cavalleria da parte dei maschi, puntando più sull’abilità tecnica che non sulla forza. Attesa anche per il tradizionale doppio maschile. Notate sui nostri campi molte partite di doppio nel mese d’agosto. I protagonisti preparano gli schemi e l’affiatamento. Avremo i vincitori del 2012 (Toso-Suma N.) che vorranno ripetersi ma come sempre i rivali sono agguerriti. Ricordiamo inoltre che nel doppio giallo c’è l’estrazione della coppia e di conseguenza anche la fortuna gioca un fattore importante. Per questo c’è tensione ed attesa per i sorteggi . Tutti sperano nella mano fatata e benevola del bambino che estrarrà i nomi affinchè un forte giocatore gli sia abbinato. Aspettiamo gli appassionati al sorteggio che si terrà giovedì 5 settembre alle ore 19.00 presso i campi.
Le signore sono attese svestite ed eleganti.
 Un giorno senza tennis; non vi è giorno più sprecato di quello.





17-08-2013        50 sfumature di, doppio, giallo


 

I tennisti laureati si muovono tra i campi da tennis pronunciando solo termini poco usati; ace, smash, e passanti.
Io, per me, amo quei campi, quelle reti che all’interno degli erbosi fossi, dove in pozzanghere mezzo seccate, agguantano i ragazzi qualche sparuta anguilla:
le viuzze che seguono i lampioni, discendono tra i ciuffi dei rubini
e mettono nella pista di ciclocross, gli alberi dei limoni.

 Montale si rivolterà nella tomba per la vergognosa reinterpretazione de “I limoni”in chiave tennistica. Ma ci sembrava un buon affresco per descrivere la nostra porzione di centro sportivo.

Una voluta reinterpretazione del luogo, dato dal richiamo alle gialle palline da quell’“alberi di limoni” che potrebbero essere i cesti porta palline, dove l’atleta sceglie, prende e stacca idealmente il suo limone dall’albero scaraventandolo verso l’avversario, centrando il lembo di campo desiderato. Il paesaggio ligure montaliano, dove le reti stese dei pescatori sono simili a quelle che dividono in 2 i nostri campi.
O il riferimento alle pozzanghere mezzo seccate che rimangono dopo un giorno di pioggia ai bordi, vicino alla recinzione.

 Infine quel “Tennisti laureati” non vuole essere un richiamo a nessuno, tanto meno ai professionisti o a qualche vate del tennis, anche se non calcheranno mai i nostri campi.

Sempre il giallo protagonista, quando le palline iniziano a scorrere sul rettangolo di gioco.
Tutti gli appassionati avranno gli occhi puntati su quelle piccole sfere con diametro di circa 6 cm, con quel nylon peloso che andrà consumandosi con l’uso. Dapprima le si noterà per quel giallo acido od ossido, caratteristica delle palline nuove. Ma a breve, sfregando sul fondo rossastro dei nostri campi, incorporeranno frammenti di tartan, virando su toni ocra od oro. Mancando quella fluorescenza che impedirà all’atleta di percepire in tempo utile l’arrivo della pallina stessa, verranno scartate.

Con questa poetica descrizione come non iscriversi al torneo di doppio giallo che parte il 7 settembre?

La novità 2013 è il tabellone del doppio misto. Curiosità per questa prima edizione dove la forza e l’irruenza maschile verrà abbinata all’eleganza ed alla dolcezza femminile in sfide dal sapore prettamente britannico, in un clima da dama-cavaliere che solo il doppio misto riesce ad esprimere.




15-07-2013     King of Wimbledon


Ce l'ha fatta!  Andrew Barron Murray - per tutti Andy - è il nuovo re di Wimbledon.
La Gran Bretagna l’ha atteso per 77 anni. Pazienza se non è inglese.
 
Nella finale disputata domenica 7 luglio sul Centre Court dell'All England Lawn Tennis Club di Londra, lo scozzese di Glasgow ha sconfitto il numero 1 al mondo Novak Djokovic in poco più di tre ore col punteggio di 6-4 7-5 6-4.  Andy Murray lo scozzese quando perdeva, il britannico oggi, ha avuto tutto il pubblico dalla sua parte godendo del privilegio di giocare in casa.
Era tra i favoriti il nostro Andy, però va considerata la grande pressione di un’intera nazione sulle sue spalle e il fatto che l’erba inglese riserva sempre grosse sorprese. Clamorose eliminazioni quelle di Nadal e Federer. Nel tabellone femminile vince addirittura la numero 15 mondiale M. Bartoli in finale sulla S. Lisicki, numero 23.
Anche nel doppio femminile le nostre Errani-Vinci, copia numero 1 mondiale, escono male dal torneo. Solo i gemelli Bryan confermano la regola del più forte, aggiudicandosi il doppio maschile.
E a questi 2 americani, plurivincitori su tutte le superfici, ci dobbiamo ispirare per disputare il nostro torneo di doppio che andrà in scena a settembre.
Essere in sintonia col compagno è fondamentale.
Concluso il torneo di singolare, ora sui nostri campi si vedono già un bel po’ di incontri di doppio. Si preparano i meccanismi per il gioco di coppia.

Martedì 23 luglio, in sede alle ore 21.00, consiglio direttivo per mettere a punto la macchina organizzativa del torneo di doppio.
Two is megl che one…Accorsi dixit



01-07-2013           Tira la palla, il futuro in movimento!

 
Nella giornata (29-6) in cui 4 italiani ( Knapp, Vinci, Pennetta, Seppi) stabiliscono il record nazionale di presenze agli ottavi di Wimbledon, a Spirano si sono tenute le finali del Tira la palla 2013.

Giornata ideale per giocare a tennis. Caldo tenue e ventilato, sole che giocava a nascondino dietro a bianche nuvole spedendo ad intervalli irregolari sui nostri campi qualche timido raggio per ricordarci che siamo in estate, umidità e zanzare non pervenute.

Contenti i ragazzi che hanno incamerato le coppe, deluso qualcuno che si aspettava un piazzamento migliore. Dispiaciuti tutti, i nostri giovani atleti avrebbero voluto qualche altra lezione, ma prima o poi anche le cose belle finiscono e bisogna farsene una ragione. L’appuntamento è si per la prossima estate ma ricordiamo che l’anno scorso abbiamo tenuto un Mini Tira la palla sotto l’albero a dicembre che si ripeterà anche quest’anno. Invitati, in primis i bambini del Tira la palla 2013, anche quelli che si vorranno unire, presso il palazzetto di Spirano nel prossimo dicembre.

Segnaliamo i vincitori delle varie categorie: nell’under 14 maschile vince Alessandro Rizzi. Troppo esperto il nostro Alessandro per tutti gli altri. L’ultimo a tenergli testa è stato Lorenzo Provenzi. Buoni i piazzamenti di Davide Arcaini e Aladyne Louati giunti in semifinale.
Nell’under 14 femminile si riconferma Alice Recanati dopo la vittoria nel 2012 e negli anni prima nella categoria inferiore. Alice vince in finale su Sara Lombardi, altra tennista abituata alle prime posizioni.
Sabrina Da Silva ed Elisa Bronzini salgono sul gradino più basso del podio.

Nelle categorie inferiori, oltre alla partita di gruppo si sono tenuti dei giochi di abilità tennistica.
I nostri mini atleti hanno dovuto centrare appositi scatoloni, birilli, pannello con buchi, battute.
Per ogni esercizio si prendevano dei punti che sommati davano il risultato finale con conseguente classifica. Molto combattuto il maschile dove Paolo Rossoni ha prevalso solo in uno spareggio su Riccardo Ravelli dopo che i nostri due avevano fatto un percorso identico in tutte le prove collezionando 33 punti.
Terzo Alessandro Rubbi a 31 punti e quarto Giovanni Zanotti con 29 punti, precedendo di un’incollatura un gruppetto di irriducibili antagonisti fermatisi a 28 punti.
Grande prova di Giorgia Cremaschi nell’under 11 femminile che mette in fila Lara Bonacina e la favorita Giulia Rizzi, vincitrice nel 2012. Buon quarto posto per Sofia Poliani.

Infine i piccolissimi (alti come la racchetta), ma grintosi, tenaci e lottatori, vogliosi di vincere la pallina gigante da tennis proveniente da Wimbledon. Se la porta a casa Marco Zanotti grazie anche all’esperienza dei nostri campi fatta l’anno scorso. Ottimo secondo Filippo Previtali che ha tenuto un andamento regolare nelle varie prove. Terzo Matteo Piatti, uno che da del tu alla pallina.

Soddisfatto il direttivo del Tennis Club Spirano per l’ottima riuscita di questa manifestazione sempre attesa ed apprezzata dai nostri piccoli. Un grazie alla Banca di Credito Cooperativo, alla Polisportiva, all’Amministrazione comunale che ci permettono di mettere in pista questi eventi dedicati ai bambini ( gratuiti) senza sofferenze economiche per il nostro sodalizio.

 Fan piacere i molti apprezzamenti ricevuti dai genitori. In questi anni li abbiamo raccolti in sacchi e li abbiamo messi nel granaio. Pronti per essere usati se deciderete di non omaggiarcene più.

Tira la palla, il futuro in movimento!



16-06-2013         Sipario sul singolare

“El vens semper lù” è il laconico commento di un tifoso dagli spalti.

Rispecchia l’esito di questi ultimi 2 anni di torneo, dove Stefano Rizzi ha messo in fila tutti i rispettabili avversari. Sembrano dileguati i problemi fisici che attanagliavano il nostro campione fino 3 anni fa. Problemi alla spalla emersi dopo la vittoria del torneo del 2007 e via via sempre più difficili da risolvere.
Ultimo atto del torneo giocato sul filo dell’incertezza ma che ha visto sempre Rizzi davanti al forte mancino Morelli che colleziona l’ennesima finale degli ultimi anni.
Il match è stato lineare nel primo set dove Rizzi ha fatto il break nel secondo game e l’ha portato fino alla fine concludendo 6-3.
Altra musica nel secondo set dove ‘intensità di gioco è salita trasformando la partita in battaglia, conclusa in dramma (sportivo). Ogni punto è stato combattuto fino alla parità e i 2 sfidanti se li sono aggiudicati alternativamente fino al tie break.

Dopo più di 2 ore di gioco i nostri campioni hanno incominciato a dare qualche segno di stanchezza. Stanchezza sfociata dopo il 3-0 nel tie break a favore di Rizzi, dove Morelli ha accusato forti crampi accasciandosi sul campo. Dopo mezzora di interventi sanitari il mancino è finalmente riuscito ad alzarsi. Nel frattempo l’ottimo arbitro sig. Toso ha decretato la fine delle ostilità, nonostante una timida intenzione di proseguire di Morelli, essendo l’atleta di Urgnano
, in modo evidente, non in grado di proseguire.

Sorpresa finale. Poco prima delle premiazioni anche Rizzi è stato colto da crampi avendo bisogno anch’egli dei massaggiatori.
Siparietto finale con i nostri atleti sdraiati a terra a testimoniare una battaglia sportiva che rimarrà nelle menti degli appassionati per parecchio tempo.

 "E' certamente una delle vittorie più speciali”.“ Gli anni bui sono finiti, ho toccato molte volte il fondo, se la mia famiglia e il mio team non fossero stati al mio fianco, tutto questo sarebbe stato semplicemente impossibile” dichiara Rizzi alla nostra inviata Lea Dangers mentre si cambia la maglietta come fa dopo ogni match prima di alzare il trofeo.
Lea intervista anche Morelli "In questo momento Stefano è il più forte, sa fare tutto, colpisce forte, ha una mano prodigiosa, un fisico incredibile”. “Peccato per i crampi, nient'altro da dire".

Abbracci, foto, lacrime alle premiazioni.
Lacrime soprattutto dalle giocatrici. Emozionata V. Bugini che vince il primo torneo femminile del Tennis Club Spirano. La Bugini prevale su C. Tirloni in un duro incontro tirato fino all’ultima pallina.
Già nella storia del nostro circolo per aver disputato il primo incontro femminile ufficiale insieme a E. Parrini, Lea ha chiesto alla Tirloni il perché di questa sconfitta.

“Avrei bisogno di un centro di gravità permanente che non mi faccia mai cambiare idea sul gioco, sulla tattica, sulla gente.” confessa un’amareggiata Celsy Tirloni. “ Ci lavorerò col mio coach”.
“Volo come gli uccelli, volo nello spazio tra le nuvole con le regole assegnate a questa parte di universo, al nostro sistema solare”. risponde Vanna Bugini a Lea che le chiedeva cosa si prova a vincere un torneo così prestigioso.

La nostra Lea Dangers ha raccolto altri commenti dai protagonisti:
Soddisfatti i piani alti dell’associazione, ossia il presidente D. Zanotti e il vice R. Provenzi.
“3 settimane di tennis, divertimento e amicizia sui nostri campi sono un ottimo risultato conseguito” inizia il discorso il presidente. “ La soddisfazione dei partecipanti ci riempie d’orgoglio” gli fa eco il vice. “E soprattutto facce nuove, gambe nuove, quelle femminili” conclude.
“Grande Tennis Club Spirano, sempre così” sintetizza l’assessore allo sport Juri Grasselli, intervenuto alle premiazioni.
“Amo questo sport e ogni volta è un piacere giocare" rilascia con enfasi Giuseppe Zanotti.
Sullo stesso tono le dichiarazioni di Toso “ Peccato per la mia serata no quando ho incontrato Rizzi, avrei potuto teoricamente giocare alla pari e divertirmi di più."
“Si può avere una birra media?” chiede il semifinalista Ubbiali a Lea scambiandola evidentemente per la barista di turno.


Sipario, à la prochaine.


9-06-13        Spirano, Roland Garros, campi pieni

Dopo quindici giorni di battaglie senza eccessive sorprese, termina la seconda settimana del nostro torneo di singolare. Succede lo stesso a Parigi dove si registra, come da pronostico,  l’ottavo successo di Nadal. Record assoluto per un torneo del grande slam.

A Spirano l’enfant prodige Nicolò Suma non riesce nell’impresa di togliere la semifinale al regolare Giuseppe Zanotti.

Troppo ondivago nel rendimento di gioco, Il giovane Suma mette in mostra le sue grandi qualità solo a tratti. Tiene bene fino al 4-4 del primo set ma poi si fa sorprendere negli ultimi giochi. Sullo slancio del set vinto, G. Zanotti fa il break e si porta sul 3-1 prima di una breve interruzione per pioggia. Pausa che ricarica il nostro giovanotto che finalmente dimostra tutto il suo potenziale impattando il set perso con una prestazione maiuscola, combattendo fino all’ultimo scambio (5-7). Terzo set con G. Zanotti che scappa via già dall’inizio e non più ripreso da un Suma ritornato al rendimento del primo set. (6-3)

Senza storie l’altro quarto tra i mancini Morelli e Parodi. Timido tentativo iniziale di Parodi di imbrigliare Morelli con dritti liftati e molto tagliati ma che poi finivano per essere un boomerang perché Morelli approfittava della situazione per scendere a rete e chiudere con le sue ottime volee. Il resto lo faceva il servizio devastante di Morelli, oggi molto preciso e forte.

Attendiamo con trepidazione gli ultimi 2 quarti dall’esito incerto.  Il mancino di casa, il potente e brillante Ubbiali, se la vedrà col regolarista Passi. L’ultimo quarto infine potrebbe essere una finale anticipata dato che, sia il campione uscente Rizzi sia il mancino di Osio Toso, risultano essere in grandissima forma.

Attesa anche per la seconda semifinale femminile. C. Tirloni, dopo la maiuscola prova contro S. Amboni, attende in finale la vincitrice tra V. Bugini e L. Metalli. Leggermente favorita la prima sulla carta ma basta poco per indirizzare il risultato verso una o verso l’altra giocatrice.

Si allinea alle semifinali anche il torneo di consolazione, col rammarico di aver registrato qualche malore e infortunio di alcuni partecipanti.

Chiusura in bellezza sabato 15 dalle 17.00 con la finale femminile ed a seguire quella maschile.

Segnaliamo anche il grande successo del Tira la palla 2013, iniziato sabato 8 giugno con un record di partecipanti (50).  E sabato prossimo ne avremo presumibilmente una dozzina in più, visto le iscrizioni piovute in sede. Notiamo un abbassamento dell’età dei nostri mini atleti. Qualche anno fa erano in maggioranza dai 10 anni in su. Ora abbiamo allineati sui campi una truppa di 7enni, tanti 8 e molti 9 anni. In alcuni casi la racchetta è più alta del bambino stesso ma la voglia di provarci a prendere la pallina è ammirevole.

Chi ama il tennis ci segua. Tennis Club Spirano ti mette le aliiii!



7-05-2013    Fisico bestiale


Ci vuole un fisico bestiale per resistere agli urti della vita, a quel che leggi sul giornale e certe volte anche alla sfiga. (L. Carboni)
Ci vuole un fisico bestiale anche per arrivare in fondo ad un torneo di tennis.
Uno dei fattori del tennis che permette di migliorare il livello di gioco è sicuramente il fattore atletico.
Una buona preparazione atletica aumenta notevolmente la possibilità di arrivare sulla palla quell'attimo prima e far si che, colpendola correttamente, un errore si trasformi in un colpo vincente. Sicuramente permette anche di essere più freschi quando, nelle fasi cruciali di un terzo set, bisogna avere quel briciolo di fiato in più degli avversari per vincere il match.
Non basta il talento. Se il tuo fisico è ok anche il tuo tennis è ok!
Appena iniziato il nostro 18° torneo di singolare e già alcuni protagonisti sono alle prese con dolori e infortuni vari. Non tutti gli iscritti al nostro torneo hanno la possibilità di presentarsi ben allenati e preparati per affrontare una partita lunga e per più match, man mano che passano il turno.
Il dilettante non sempre riesce a sopportare fisicamente i 5-6 match a torneo che disputano i finalisti. Ci consoliamo pensando ai professionisti che pur ben allenati, con preparatori, massaggiatori, allenatori, motivatori e staff al seguito si ritirano dai tornei (vedi Roma).
Il nostro inviato Nick Stoneangels ha seguito i nostri campioni nella preparazione che hanno approntato per il nostro torneo di singolare. Il campione uscente Rizzi ha uno schema giornaliero da seguire che prevede un’ora e mezza di corsa giornaliera, metà percorso su sterrato, un quarto su acciottolato e l’ultimo quarto su asfalto.
Sul campo ci va un’ora al giorno col suo coach, ma palleggia in scioltezza senza forzare.
A tavola, dieta rigida che consiste in carboidrati a pranzo e poco altro mentre alla sera abbondano carne e pesce, soprattutto alla griglia, contornati da tenera insalatina.
“Il gioco del tennis è caratterizzato fondamentalmente da carichi di breve durata che vanno da 2 secondi a circa 10”. “Questi impegni vengono prodotti attraverso situazioni nelle quali l’atleta esprime velocità, esplosività e forza veloce ( scatti, arresti, cambi di direzione ecc)” elenca il nostro campione. “Per questo mi preparo bene fisicamente ad ogni impegno” continua Rizzi.
Il finalista 2012, Morelli, si prepara in alta montagna con scatti rapidi e repentini che esercita tra un computer e l’altro. Curioso il fatto che si faccia 2 ore di spaccaggio legna di primo mattino.
Il Morelli sostiene che il movimento con l’accetta è simile a quello del servizio.
Altro protagonista, G. Zanotti, frequenta assiduamente le piscine del circondario facendosi fiato e muscoli con centinaia di vasche. Toso lo si vede giorno e notte sui campi, mentre il vincitore 2011, Ubbiali, nasconde molto bene la sua preparazione.
Il nostro inviato Nick Stoneangels non è ancora riuscito a sorprenderlo in fase di allenamento. Nick sostiene di notarlo solo al pub. Di sicuro è una tattica del nostro mancino per occultare la capillare ed impegnativa preparazione che ha esercitato su alcuni colpi particolari.
“Non voglio dare vantaggi agli avversari” gigioneggia Ubbiali.
Intanto i bambini scalpitano per il Tira la palla 2013. Dall’otto giugno.




07-05-2013     Fumettennistica

Nell’articolo precedente (Le nuvole) avevamo scritto di pioggia e nubi nere con l’auspicio che il periodo uggioso e bagnato fosse terminato con l’arrivo di maggio. Speranza non soddisfatta.

Il Non Stop Tennis di domenica 5 maggio s’è svolto in una tensione da incertezza climatica.

Il promettente sole mattutino ha lasciato ben presto il palcoscenico nascondendosi dietro un sipario di nuvole, ora bianche, ora minacciosamente nere.

Qualche goccia è precipitata verso le 13.00 ma sia il campo, sia il gruppo ragazzi (TNT) che si stava esibendo, hanno mostrato un’ottima tenuta. Nel pomeriggio solo cielo velato che ci ha permesso di svolgere la manifestazione fino alle 18.00, quando si è scatenato un temporale.

Non è stato disputato solo l’ultimo incontro, quello di tennis primitivo con racchette di legno dedicato ai Flintstones dove in un doppio misto la coppia Fred & Wilma era opposta a Barney & Betty.

Ha vinto il Non Stop Tennis 2013 la squadra rossa con merito. I comics sono stati in vantaggio sin dall’inizio. La viola ha avuto dei sussulti in alcuni match ma alla fine il recupero non c’è stato.

Divertimento e amicizia sono i temi di questa kermesse fumettennistica (passatemi il termine). Il fine più importante rimane però rimane l’aver aiutato (foto assegno) il nostro concittadino Stefano Denti a proseguire il progetto Ndangwini, casa famiglia per bimbi orfani in Mozambico.

Per chi volesse saperne di più vedere  http://ndangwini.blogspot.it/

Da ultimo segnaliamo l’ottimo ed onesto arbitro Sig Pietro Gambadilegno, impersonato dal giudice internazionale Sig Billy della federazione nepalese, che ha diretto con polso, specie nell’incontro tra Diabolik e Kriminal quando, causa alcune palline dubbie, sono saltati fuori i coltelli.



29-04-2013   
Le nuvole

Vanno, vengono, ogni tanto si fermano                                                                                                    e quando si fermano, sono nere come il corvo 
sembra che ti guardano con malocchio (FDA).

“Acqua è vita” dice una campagna pubblicitaria che sostiene l’H2O nelle sue varie forme. Liquido amato per bere e lavarsi, odiato quando sotto forma di pioggia, precipita ad alternata intensità sui nostri scoperti campi di tennis, impedendoci di giocare. Dall’apertura dei campi avvenuta il 24 marzo ad oggi, ben pochi sono stati i giorni senza pioggia. Dopo l’aprile bagnato, maggio deve riprendere il ruolo di periodo caldo e asciutto che gli spetta di diritto.

Ben venga Maggio, finalmente, ben venga primavera,
puoi giocare a tennis costantemente, fino all’ombra della sera.

Mese di intensa attività per il nostro circolo.

Subito il 5, il Non Stop Tennis in oratorio apre il mese. Dall’8 riprende “mercoledì tennis” corso prime racchette per principianti che si intreccerà con lo storico Torneo di singolare che parte il 25 maggio e che ci terrà impegnati fino alla finale di sabato 15 giugno.               Altro mese intenso è giugno, con l’atteso “Tira la palla 2013” dove i piccoli protagonisti si divertiranno un mondo a schiaffeggiare le palline che rotoleranno sui nostri campi del centro sportivo.

Come potete osservare sono iniziative che il Tennis club Spirano mette in pista per tutti i gusti, per tutte le età. Adatte ai patiti che fanno del tennis il loro scopo principale ma anche per chi ha altri interessi e vuole conoscere il nostro mondo.

Coltiva più interessi, è nel tuo interesse!



12-04-2013    Non stop tennis a fumetti

 

Come suggerito dal Manzoni ( Alessandro), il 5 maggio si terrà il Non Stop Tennis 2013, la nostra 12 ore tennistica a squadre presso l’oratorio di Spirano.

Anche quest’anno le sfide avranno un tema. Dopo i film e i libri quest’anno tocca al mondo dei fumetti dare un significato ai singoli incontri.
Le nuvole parlanti saranno divise in 2 categorie, supereroi e comics, dando un comune denominatore ai protagonisti.
Vedremo Kriminal e Diabolik in un doppio giallo-noir.
Il doppio misto sarà intitolato ai Flintstones (si gioca con la racchetta e non con la clava), in singolare Tex sparerà bordate contro Mister No, i Fantastici 4 imprimeranno effetti speciali alle palline.

Questa formula è la dimostrazione di come il tennis diventi sport di squadra, coinvolgendo atleti di tutti i livelli, tutte le età, tutti i generi.
Unite a ciò la solidarietà, con il ricavato in beneficienza per il progetto Ndangwini in Mozambico, il divertimento e un minimo di sforzo atletico, otterrete, dopo aver mixato e shakerato il tutto, il Non Stop Tennis made to Tennis Club Spirano.
Servite freddo con 2 cubetti di ghiaccio.

L’offerta è obbligatoria!
Anche perché viene omaggiata la maglietta celebrativa dell’evento.

Il nostro ufficio reclami accetterà lamentele sul costo di iscrizione e sulla crisi economica che attanaglia l’Italia, solo se formulate su carta  bollata da 14, 62€.
Sempre il nostro ufficio, celermente, provvederà a cestinare le lamentele pervenute ricordando agli amici partecipanti che in Mozambico la crisi si fa sentire molto di più che da noi.
Ti aspettiamo all’oratorio!
Anche se non giochi, puoi essere protagonista lo stesso con una donazione.

Segnatevi in agenda anche il corso prime racchette per adulti, nei mercoledì 8-15-22-29 maggio.
In queste serate, alle 20.30, "accendiamo il presente per illuminare il futuro"



30-03-2013     Buona Pasqua in scarp de tennis

El purtava i scarp de tennis, el parlava de per lu..

Il testo della canzone non parla espressamente del nostro sport preferito.
Anzi è una descrizione del mondo marginale di un barbone, in una Milano di boom economico, dove appunto le calzature portate dai poveri cristi erano le scarpe da tennis. Quelle scarpe, non tecnologiche come ora, di poco prezzo,  fatte di tela senza imbottitura e che si tagliavano subito facendo uscire il piede ed entrare vento ed acqua.
I giovani non le hanno conosciute, se non da internet. Ma chi ha qualche anno in più si ricorda quel tipo di scarpe “da barboni” che indossavamo per andare al tennis.

Un saluto a Enzo e un augurio di buona Pasqua agli appassionati.



09-03-2013     Per chi suona la campanella


 

Il 24 marzo inizierà ufficialmente la stagione 2013 a Spirano. Come il primo giorno di scuola, anche da noi suonerà la campanella dell’apertura campi.

Sabato 23, oltre agli ultimi lavori di sistemazione, ci sarà anche la simbolica inaugurazione della nuova scala d’ingresso alle gradinate che il gruppo di pronto intervento del TCS ha provveduto a realizzare in questi freddi mesi invernali.

Per chi suona , dunque, la campanella?

Essa suona per tutti quelli (bambini,giovani,  adulti, anziani) che amano o che vogliono provare a praticare questo sport. Proponiamo tennis per tutte le età con quello spirito da appassionato sportivo che contraddistingue le nostre iniziative.

Le nostre proposte sono pensate e realizzate a misura d’uomo. Come una sartoria d’autore.
Cuciamo addosso ai nostri atleti l’abito più idoneo e ne seguiamo la crescita, lo sviluppo, il divertimento, il benessere fisico, l’aggregazione. Il tennis è sport individuale ma noi lo facciamo diventare di squadra.  Non consideriamo il singolo individuo come un’isola.
Ogni atleta è un pezzo di Tennis Club Spirano.  Se non si diverte, anche il Tennis Club Spirano ne è diminuito.

Così come ci diminuisce quando qualcuno lascia il tennis, perché siamo partecipi del gruppo.

Vieni anche tu al tennis, ti aspettiamo.

Così non chiedere mai per chi suona la campanella: essa suona per te.

P.S. Grazie a Donne e ad Hemingway ( che ci seguono sempre) per l’ispirazione.



18-02-2013     Cuore batticuore

 
Palaurgnano. Ore 8.00 di domenica 17 febbraio.
Red carpet steso per il passaggio dei primi tennisti che inaugurano il nostro Torneo.
Anche quest’anno gli innamorati del tennis si sono ritrovati per festeggiare sul campo il S. Valentino con questo torneo che ormai è diventato tradizione.

Trois, deux, un…fiiii.
 In questo modo, alla Gennaro Olivieri, l’arbitro decreta l’inizio alle ostilità.
Sul campo 1 si parte con il servizio a favore di Testa che cerca di bombardare subito l’avversario, dopo aver vinto il sorteggio iniziale.  Stesso discorso vale per il campo 2 dove l’eclettico Cantini cercherà di far correre Ghislotti, costringendolo a ribattere da posizioni non ideali.
Altri incontri si susseguono. I rivali storici in doppio, Bonacina e Beneduci, si ritrovano contro in singolare. L’elegante Cremaschi affronta il tenace Provenzi. I vincitori avanzano nel tabellone. Gli sconfitti si accomodano in quello di consolazione.
Da mezzogiorno in poi la pattuglia degli atleti si assottiglia e i migliori si apprestano ad affrontarsi. Cambia lo scenario verso le 15.00 quando l’eleganza femminile prende possesso dei campi e l’attenzione dei presenti. Meno potenza e irruenza rispetto ai maschi ma il competente pubblico apprezza.

Un nostro associato riprende le partite in streaming. Qualcuno diffonde la notizia che Obama ci sta guardando dalla Casa Bianca. Non so se sia vero, non ho fatto bene i conti col fuso orario. Confermo, che il presidente sia un nostro fan e che ci segua sempre. Ogni tanto ci sentiamo in chat per disquisizioni tecniche circa le nostre manifestazioni e opinioni sugli scenari internazionali.

Nel pomeriggio ci sono gli scontri al vertice. Dal lato atletico, qualcuno incomincia a mostrare i primi segni di stanchezza ma la voglia di arrivare in fondo primeggia.
Si era iniziato col cuore di S. Valentino, si prosegue e finisce col batticuore per l’alternanza del risultato sempre in bilico. Nella parte alta del tabellone sottolineiamo il percorso di Toso, veramente da batticuore. Il mancino di Osio mette in fila gli ottimi Pellegrini, Morelli e G. Zanotti a suon di tie break, subendo anche dei match point. Nella parte bassa le emozioni arrivano dal giovanissimo Suma che elimina Ubbiali ed approfitta dei crampi di Rizzi per giungere in finale.

Dopo tante fatiche, verso sera, finalmente le finali.
Il torneo di consolazione è ad appannaggio del regolare Testa.
Nel femminile vince la finale, per 4-1, Vanna Bugini su Celsy Tirloni in un match più equilibrato di quello che non dica il punteggio.
L’epilogo si ha con la finale maschile tra Toso e Suma.
Il favorito sembra nervoso, va al bar per un caffè, poi fa di corsa il percorso a ritroso. L’avversario è più rilassato, esce a passeggio su un prato, rientra senza fiato.
Si inizia sul filo dell’equilibrio poi Toso fa il break. Stesso discorso nel secondo set.
Vince dunque Toso 4-2  4-2; tutti gli altri si consolano con qualche premio.

Gli innamorati del tennis si tengono per mano e cominciano a volare, con tre salti sono fuori dal locale, con un’aria da commedia americana sta finendo anche questa settimana.


28-01-2013 San Valentino all in one

 

Tutto in uno è slogan per stampanti, ma si presta bene per sintetizzare il nostro torneo di S. Valentino.  Il torneo si svolgerà in un ‘unica giornata, disputando i 3 tabelloni (maschile, femminile, consolazione) su più campi. Richiesta una buona preparazione atletica per chi supererà più turni e quindi disputerà più partite. In tornei disputati in un solo giorno non sempre vince il più forte, ma sicuramente il più preparato fisicamente.

La novità di quest’anno è la presenza femminile. Le nostre tenniste avranno il torneo a loro dedicato, che si disputerà in contemporanea col maschile.

Tutto questo avrà luogo domenica 17 febbraio, dalle ore 8.30, al PalaUrgnano. Sono invitati tutti gli innamorati del tennis.

Nell’attesa del torneo di S. Valentino ci siamo goduti gli Australian open tifando per le nostre Errani- Vinci. Le “Cichi” hanno portato a casa il trofeo del doppio e tanto entusiasmo per il movimento italiano.

Entusiasmo anche in campo maschile per alcune stupende partite al 5° set e per il buon torneo del nostro Andreas Seppi. Djokovic domina ancora ma Murray è sempre più vicino.

Altro torneo importante che segnaliamo è il challenger internazionale Faip Perrel che si ripresenta al PalaNorda di Bergamo dal 2 al 10 febbraio.

Purtroppo, in tempi di crisi economica, non è facile attrarre sponsor e di conseguenza organizzare eventi sportivi così prestigiosi. Dal 2009 c’è stata una debacle di tornei spariti dal circuito.

Nel 2009, l’Italia ha ospitato più di 30 tornei challenger. Nel 2012, tra una rinuncia e l’altra, se ne sono giocati appena 16. Segno che la crisi ha colpito duramente anche il mondo del tennis. Per questo assume ancora più valore il torneo di Bergamo. Nota di merito alla Olme sport che anche quest’anno, per l’ottavo anno consecutivo, organizza il challenger e porta nella nostra città tennis ad alto livello.

Come ogni anno, il Tennis Club Spirano sarà presente sugli spalti del Palanorda.

Gli appassionati e i ragazzi interessati a visionare il torneo, possono unirsi a noi contattando i consiglieri o spedendo un’email a info@tennisclubspirano.


11-01-2013  Vagavo per i campi da tennis, del Tennessee


Un giorno di inizio anno vagavo per i campi del Tennessee.
Come vi ero arrivato, chissà. 
Più veloci di aquile, i miei sogni attraversano il mare. 

Sogni che forse non san di niente, su questa rotta inconcludente. Ma volando bassi qualcosa di concreto si può realizzare. Stiamo pianificando la stagione 2013, calendarizzando gli eventi. Confermati tutti i tornei e le iniziative del 2012, accompagnati da qualche novità che ci permetterà di crescere ulteriormente.

E novità per quanto riguarda la struttura. Ancora fermi nei 2 mesi freddi, i campi si presenteranno a marzo con  l’apertura diretta sulle gradinate.
Grazie ad un manipolo di volontari (squadra di pronto intervento problemi strutturali del TCS) la nuova scala d’ingresso sarà funzionale e luccicante.
Invitata Wanda Osiris all’inaugurazione! ( O una sosia, basta che scenda discretamente le scale).
Altre innovazioni ci attendono, lasciamo un po’ di curiosità.

Dal lato sportivo, tra un mese circa organizziamo il torneo di S Valentino che andrà in scena al PalaUrgnano. Via agli allenamenti e alle corse smalti-panettoni.

"Ogni mattina sui campi di Spirano, quando sorge il sole, un tennista si sveglia, sa che dovrà correre più del suo avversario o verrà battuto. Ogni mattina sui campi di Spirano, quando sorge il sole,  un avversario si sveglia e sa che dovrà correre più del tennista, o morirà di fame perché non vincerà premi. Ogni mattina sui campi di Spirano, non importa che tu sia tennista o avversario, l'importante è che cominci a correre”.

 


17-12-2012    Buon Natale da Maria Sharapova

Qui la gente va veloce ed il tempo corre piano come un treno dentro una galleria, tra due giorni è natale e non va bene e non va male…(FDG).

Fine anno con corse per il Tennis club Spirano. Concentrate in dicembre alcune iniziative di notevole importanza che abbiamo messo in pista.

Si è iniziato, il primo dicembre, con la presenza massiccia al Forum di Assago per vedere la grande sfida tra le nostre Errani e Vinci e la coppia dell’est, Sharapova e Ivanovic.
La Sharapova ha fatto personalmente gli auguri di buone feste ai presenti e ai loro circoli.
Occasione anche per incontrare alcuni vip a palline ferme. Foto con ex campioni e squisite due parole con Lea Pericoli, la signora del tennis, che mostra sempre simpatia per il Tennis club Spirano.

 Altro evento è stata la cena sociale tenutasi al Ristorante “Il Sicomoro” in quel di Camisano.
Le recensioni e il cuoco sono stati all’altezza della fama, regalandoci una serata meravigliosa in cui, godendo della location e del cibo proposto, si è creato un ottimo feeling tra i commensali.

Domenica 16 è stata la giornata di Tennis sotto l’albero, giochetti tennistici per bambini al palazzetto. Occasione buona per premiare i soci storici che, da fondatori, sono stati sempre presenti in questi 15 anni di Tennis Club Spirano.
Inoltre vi è stata la consegna delle tessere onorarie, gli oscar del tennis a chi si è distinto nell’anno e naturalmente la premiazione per tutti i bambini.

Ancora qualche corsa per consegnare la strenna natalizia agli sportivi, che quest’anno consiste in un calendario da tavolo (planner), poi andremo anche noi a festeggiare la natività.

C’è chi si ritirerà in contemplazione per meglio gustare il significato del Natale, chi lo farà approfittando del ponte per 4 giorni di sci, chi dopo un anno di duro lavoro, riposerà.
Naturalmente il vero tennista lo passerà sui campi da tennis, magari portandosi in borsa un mini presepio o un alberello.

Solo i grandi tennisti hanno grandi difetti! (F. de La Rochefocauld- illuminista e tennista)

Il Tennis Club Spirano porge agli appassionati e a tutti gli amici i più sinceri auguri di Buon Natale e felice 2013.

 


20-11-2012     Buena cena social club

Mangiare è una necessità. Mangiare intelligentemente è un’arte (F. de la Rochefoucauld dixit).
Al di là di quello che pensava De la Rochefoucauld, la nostra cena sociale vuole essere un ritrovo di amici, di persone che condividono gli stessi interessi (in questo caso, il tennis) che, lasciato il duro lavoro dell’organizzazione o della pratica sportiva, intessono relazioni come una grande famiglia.
La cena sociale è un riconoscimento a chi ha donato qualcosa di sé per il bene comune degli appassionati del tennis. Ci sarà il consiglio che ha messo passione, tempo, mezzi e denaro per far funzionare al meglio la nostra associazione. Ci saranno i donatori e gli sponsor che ci permettono di riuscire a fare qualcosa in più del minimo sindacale. Ci saranno i soci atleti che riempiono i nostri campi, e senza di loro verrebbe a mancare il fine essenziale del Tennis Club Spirano. Ci sarà chi ci affida i campi, chi ci accoglie nei suoi spazi sociali, chi ci da supporto, chi ci da consigli. Ci saranno i soci onorari che ci danno prestigio, ci saranno gli amici e gli amici degli amici.
 Dunque, un gruppo di persone che chiacchiera ben volentieri e a lungo, che sta bene insieme, che si diverte insieme.  E che mangia insieme perché nessuno può essere saggio a stomaco vuoto.
Questo è il mangiare intelligente. Per diventare opera d’arte, il cuoco ci deve mettere del suo.
Appuntamento al ristorante “Il Sicomoro” di Camisano il 15-12 ore 20.30
Dopo cena soft, mi raccomando. Il giorno dopo ci sarà “Tennis sotto l’albero”, auguri di buone feste formulati con palline e racchette al palazzetto di Spirano.


04-11-2012  Saldi di fine stagione

Sabato 10 novembre chiudiamo ufficialmente  la stagione tennistica all’aperto. Concedendo 4 mesi di riposo ai nostri campi di Spirano, ci prepariamo alla stagione invernale indoor in altre strutture.

La prima manifestazione che proponiamo al coperto è “Tennis sotto l’albero” al palazzetto dello sport di Spirano(16-12). Si tratta di una sorta di “Tira la palla” invernale dedicato ai bambini. A febbraio 2013 terremo ad Urgnano il classico “Torneo di S Valentino” per tenerci in forma.

Altre iniziative invernali del Tennis Club Spirano sono la presenza a Milano per la “Grande Sfida” femminile Errani-Vinci/ Sharapova-Ivanovic e a Bergamo per il challenger di febbraio, l’augurio natalizio alla serata della polisportiva spiranese, la cena sociale(a breve i dettagli).

Un saldo positivo alla stagione all’aperto è stato espresso dal direttivo nel consiglio di fine ottobre.

Dal saldo ai saldi. Agli appassionati proponiamo quello che ci è rimasto tra magliette, cappellini, polsini, calzettoni ecc a prezzi simbolici. Tutti i capi presentano il nostro logo.

Vesti Tennis Club Spirano. Sportivo ed elegante ovunque.



12-10-12 Oktoberfest


Non so se tutti hanno capito, ottobre, la tua grande bellezza:
nei tini grassi come pance piene, prepari mosto ed ebbrezza..
Ottobre, ultime battaglie sui campi del Tennis Club Spirano.
Le belle giornate ci concedono ancora godibili partite esterne.
Ma la chiusura degli impianti è prossima e i remi verranno tirati in barca ai primi di novembre.

Dall’Oktoberfest si pensa alle Christmas Fest.
Il gruppo di lavoro incaricato di organizzare gli eventi dell’immediato futuro, sta lavorando alacremente. Grazie anche ad enormi boccali di birra, le idee scaturiscono a getto continuo.

Ecco qualche ragguaglio sulle prossime iniziative. Sabato 1 dicembre in quel del Forum di Assago dalle ore 16.00, torna “la grande sfida”. Le protagoniste attuali del tennis italiano, la coppia Errani-Vinci, reduci dal trionfo degli US Open ed attuali numeri 1 mondiali di doppio, incontrano le belle Sharapova e Ivanovic in un’esibizione, sicuramente gradita agli appassionati.
La presenza del Tennis Club Spirano è assicurata. Si invitano gli interessati a contattarci per un’eventuale organizzazione di gruppo.

Altro evento apprezzato è la cena sociale di fine anno. Si comunicherà la data ( si presume fine novembre –inizio dicembre)e il luogo, dopo che il consiglio direttivo, che si riunirà a breve, la ratificherà.

Infine incominciamo a parlare dell’evento natalizio che terremo al palazzetto dello sport il 16 dicembre.
Sicuramente un modo per scambiarci gli auguri e i regali di Natale, ma anche per far divertire i ragazzi con un mini torneo e giochi d’abilità tennistica. Vi saranno inoltre i soci storici per conclamare questo 15° anno di attività del club, che se ne sta andando.

Sboccia l’autunno, fioriscono le iniziative del Tennis Club Spirano.



19-09-2012  Rinnovamento!

Si respirava aria di novità a l Tennis Club Spirano, domenica 16 settembre, in occasione della finale del 15° torneo di doppio giallo.

“ La maggior soddisfazione, per un piccolo team sportivo come il nostro, consiste nel crescere i ragazzi e portarli, usando termini calcistici, in prima squadra.
I nostri giovani sono stati inseriti gradualmente nei tornei per adulti.
Avendo indubbie qualità tecniche, ora hanno sfoderato anche una buona personalità che li ha portati a confrontarsi con atleti più esperti.
Perciò assegno loro un “Bravi” augurandomi che continuino nella pratica ed educazione sportiva che li aiuterà a diventare uomini”.

Questo in sintesi, il discorso tenuto dal presidente Diego Zanotti alle premiazioni.
Tra i premiati molte facce nuove. L’inedita coppia Stefano Toso e Nicolò Suma ha trionfato su Giuseppe Zanotti e Fabio Recanati in una sorta di padre-figlio, cioè abbinando ai due esperti tennisti i quattordicenni Nicolò e Fabio.
A parte la finale un po’ a senso unico (6-2  6-0), il torneo  ha vissuto anche di esaltanti sfide giocate sul filo dell’incertezza fino all’ultima pallina. Alla memoria storica passano  le sconfitte al terzo set di alcuni favoriti come Morelli, Ubbiali e S. Rizzi dopo ore di battaglia.

I complimenti degli sportivi, riuniti per il classico bouffet post premiazione, sono andati come abbiamo già citato ai nostri ragazzi ( N. Suma 1°, F. Recanati 2°, A Rizzi semifinalista), al mancino di Osio, S. Toso, autore di un torneo alla grande e per il tenace e sempre presente G. Zanotti.

Sempre in tema di novità, l’occasione è stata buona per presentare ai nostri appassionati il nuovo assessore allo sport Yuri Grasselli e per ringraziare il suo predecessore G.C. Radavelli.

Il nuovo avanza! ( Mettiamolo in frigo)!

 


08-09-2012  Impressioni, sul doppio, di settembre

 “Quante gocce di rugiada intorno a me. Cerco il sole, ma non c'è.
Dorme ancora la campagna, forse no, è sveglia, mi guarda, non so.
Già l'odor di terra, odor di grano sale adagio verso me,
e la vita nel mio petto batte piano, respiro la nebbia, penso al tennis”.

 

Si attenua, finalmente, la calura estiva e il clima vira, lentamente, verso umidità, colori e sapori autunnali, giustamente (A casa ho un armadio pieno di avverbi, se a qualcuno può interessare).

 

Ce ne siamo accorti al Tennis club Spirano dopo la prima settimana del torneo di doppio.

I piovaschi di fine estate ci hanno messo un po’ in difficoltà, costringendoci a posticipare quasi tutto il primo turno in programma.
Tutto nella norma s’intende. Ora proseguiamo il torneo con il solito piglio.

Divertenti i primi incontri disputati, combattuti fino allo stremo dai protagonisti.

Volendo emulare i grandi campioni, che in questi giorni disputano gli US Open (ecco perché non vengono da noi), i tennisti locali stanno stupendo il competente pubblico con prestazioni superiori alle attese.

Avanzano nel tabellone i favoriti Ubbiali, Rizzi, Morelli, Zanotti G. Altri si accodano.

Dando uno sguardo ai tornei della zona, attribuiamo una nota di merito al 10.000 $ ITF di Bagnatica, dove alcuni nostri soci hanno visto bel tennis..e belle tenniste.

Uno sprone anche per noi a creare un torneo femminile.

Le sorelle Williams ci hanno già contattato e Kim Clijsters ha deciso di chiudere la carriera da noi per poi fare la mamma a tempo pieno.

Mai rovinare una bella storia con la verità!  Buon doppio!



28-08-2012    Double fantasy

Scarpe da tennis bianche e blu, seni pesanti e labbra rosse e la giacca a vento…
Nostalgia di un agosto a Lugano…
Ora la realtà è al Tennis club Spirano.
Vacanze in archivio, atleti ben preparati, campi in perfetto stato.
Tutto pronto per l’inizio del torneo di doppio giallo che prenderà il via il primo settembre.
Questa 15° edizione, che si disputa sui nostri campi, ricalca la formula usata negli ultimi anni.
Il tabellone principale sarà di 16 coppie, con sorteggi coppia ogni turno tranne la finale. I perdenti al primo turno entreranno nel girone di consolazione per rimanere in torneo ancora un po’.
Due settimane piene di tennis, divertimento e fantasia, dove i protagonisti daranno il massimo per raggiungere l’obbiettivo che si sono posti.
Appuntamento ai campi per l’estrazione del tabellone giovedì 30 agosto ore 19.15.
Esclusivamente per tutti.


25-07-12  Mentre attraversavo Wimbledon

 

“Mentre attraversavo Wimbledon, un giorno senza sole, vidi una donna piangere d’amor, piangeva per il suo Roger.”

Sono lacrime di gioia quelle della citazione e sono riferite a Roger Federer che torna a vincere il prestigioso torneo di Wimbledon per la settima volta, quando forse non se l’aspettava più. Il  campione svizzero sconfigge Murray,  incrementando il suo già storico palmares e rimanda la vittoria di un inglese sul campo amico a data da destinarsi.

Ora i campioni si dividono. Chi è chiamato a rappresentare la propria nazione, andrà a Londra con spirito olimpico. Gli esclusi, affrontano qualche torneo minore nel nord Europa, i tennisti del vecchio continente, mentre quelli a stelle a strisce si preparano per gli U.S. open su superfici veloci in America. Altri sono in vacanza.

Ed appunto dalla spiaggia che noi del Tennis Club Spirano prepariamo al meglio il torneo di doppio che si svolgerà a settembre sui nostri campi.

Dai luoghi di villeggiatura arrivano notizie di coppie che si allenano in doppio per trovare affiatamento e i giusti meccanismi. Uno dei favoriti è in alta montagna a fare fiato. Arrivata in sede anche una cartolina dalla Francia, precisamente da Souffleè sur la Marne, dove un gruppo di amici del nostro sodalizio ha trovato un delizioso agriturismo con un campo da tennis per sfide serali interminabili.

Possiamo dire perciò, che ci si rilassa in vacanza ma un pensiero al doppio lo si fa.

Quest’anno è molto sentito il torneo, perché oltre al titolo assegnerà anche l’oscar di tennista dell’anno. L’attuale classifica vede Morelli e Rizzi a pari punti, staccati Ubbiali e Zanotti G.

Dopo il riposante agosto, settembre è il mese della ripartenza.

Per essere da subito dinamici, scattanti e reattivi una pillola di Tennis Club Spirano prima e dopo i pasti.



02-07-2012  Spirano venti di solidarietà col Non stop Tennis

Il tema: i libri.

Il compianto Manuel Vazquez Montalban li faceva usare dal suo investigatore Pepe Carvalho per accendere il fuoco nei camini.
Qualcuno li utilizza come spessore per assestare tavoli dondolanti.
Inoltre sono ottimi da scagliare contro il partner nelle liti domestiche.

Il Tennis club Spirano ne ha usato i titoli per dare un significato alle singole sfide del Non Stop Tennis, cucendo addosso ai protagonisti il tema appropriato.
Nel 2011 il filo conduttore del Non stop tennis erano i film.
Ora abbiamo cercato un nesso tra i nostri tennisti e i libri.
Ben 40 invitati si sono trovati ieri sul manto verde del campo dell’oratorio (tempistica perfetta coi tornei in erba che si disputano in questo periodo, soprattutto Wimbledon) per dare vita a una dodici ore di tennis a tema.

Protagonisti molto eterogenei per età e sesso si sono sfidati in queste gare dove Don Chisciotte ha sfidato i mulini a vento, gli angeli contro i demoni, i numeri primi hanno giocato da soli e qualcuno ha giocato a tennis perdendo tempo, andandone poi alla ricerca. Caldo infernale ma divertimento assicurato.  Come l’anno scorso le generose offerte sono andate all’oratorio di Spirano e al progetto casa famiglia Ndangwini in Mozambico del nostro concittadino Stefano Denti. Inoltre, questa settimana, abbiamo accolto l’invito a devolvere una parte del ricavato anche ai terremotati dell’Emilia. Invito venuto dalle liste presenti in consiglio comunale. Nel nostro piccolo, abbiamo portato un secchio d’acqua, sperando diventi un mare. Grazie a chi ha amichevolmente aderito.

La cronaca registra che nessuna squadra ha vinto il Non Stop Tennis essendoci stato un incredibile pareggio all’ultimo minuto della squadra sabbia con un prodigioso recupero di punti da parte del parroco Don Stefano sulla squadra albicocca.

Grande finale del Tira la palla 2012 con i tornei. Riportiamo i vincitori per categoria: Maschile under 14, 1° Recanati Fabio, 2° Valenti Andrea, 3ì Sporchia Tommaso e Arioli Danilo . Femminile under 14, 1à Recanati Alice, 2à Cremaschi Giulia,3e Lombardi Sara e Iannelli Giulia. Under 10 maschile 1° Recanati stefano 2° Zanotti Giovanni. Under 10 femminile 1a Rizzi Giulia, 2° Cremaschi Giorgia..

Sul Tira la palla ormai non “tiriamo” più bilanci. Basta vedere le foto per capire il successo della manifestazione ed ascoltare i bambini che vorrebbero ancora altre lezioni.
Il Tennis Club Spirano ora si concede un breve riposo, poi di corsa ad organizzare il torneo di doppio. Settembre è dietro l’angolo.



 

17-06-2012  Ritorno al futuro

Rizzi 4 il ritorno.

Il neo campione ritorna finalmente sul gradino più alto del podio del torneo di Spirano e spezza quell’egemonia imposta dai mancini negli ultimi anni. Vi mancava dall’8 luglio 2007 quando, anche allora, si impose in una serratissima finale su Morelli. Con questa vittoria (6-4  6-4) Rizzi iscrive per la quarta volta il proprio nome nell’albo d’oro del nostro torneo e si porta ad una sola vittoria dal mancino Morelli che detiene il primato con 5 vittorie.
Il talentuoso protagonista ha disputato un torneo quasi perfetto, non cedendo nessun set nonostante abbia trovato in tabellone avversari molto quotati.

La finale disputata ieri è stata tirata sul piano nervoso. Come in una partita a scacchi, gli avversari si sono studiati e poi hanno messo in opera una partita molto tattica cercando più i punti deboli dell’avversario che non l’estetica del gioco brillante da manuale. Emblema dell’incontro forse è stato il set point del primo set quando dopo un lungo scambio, la pallina mandata sul nastro da un diritto di Rizzi è rimasta indecisa per alcuni attimi in che parte del campo cadere. Solo quando ha capito di non riuscire a soverchiare le leggi della fisica ha deciso di posarsi nel campo di Morelli senza quasi più rimbalzi.

Un po’ di rammarico per Morelli reo, forse, di non aver osato di più. Dagli spalti si ha avuto la sensazione che egli non abbia usato totalmente la sua maggior potenza.

Ottimo l’arbitro. Convocato all’ultimo minuto dagli organizzatori, dopo il forfait dei prestigiosi Gennaro Olivieri e Guido Pancaldi della federazione elvetica, ha mostrato professionalità, competenza e saggezza nel giudicare le palline dubbie.

Ecco alcune dichiarazioni rilasciate post partita all’inviata di Super super tennis, la mitica Lea Dangers:

Lea; “Complimenti Rizzi”.” Cosa si prova a rivincere il torneo dopo 5 anni?”
“Questo sentimento popolare nasce da meccaniche divine, un rapimento mistico e sensuale mi imprigiona a questo torneo. Dovrei cambiare l'oggetto dei miei desideri, non accontentarmi di piccole gioie quotidiane e fare come un eremita che rinuncia a sé. Solo così potrò vincere ancora.” risponde il campione.

Lea; “ Ecco qui lo sconfitto. Cosa le è mancato per vincere? E cosa può mettere in atto per battere Rizzi in futuro?”
"Questo mondo oramai è alla fine, saturo di parassiti senza dignità. Mi spinge solo ad essere migliore con più volontà. Emanciparmi dall'incubo delle passioni, cercare l'Uno al di sopra del Bene e del Male, essere un'immagine divina di questa realtà. E un po’ di fortuna” francobattiateggia un laconico Morelli.

In ultima analisi, è stato un torneo dove i valori sulla carta sono stati confermati dal campo. Poche sorprese ma livello tecnico più alto. Il futuro parla ancora per Rizzi, ma sarà roseo per i nostri under 16 che, dopo un ottimo torneo, sicuramente nel 2013 contenderanno le prime posizioni agli attuali protagonisti.



11-06-2012     Nel mezzo del cammin..


Siamo nel pieno delle nostre attività e luce benefica splende su di noi.

Inizia l’ultima settimana del torneo di singolare e siamo a metà Tira la Palla.

Sabato sera, dopo la finale, tireremo le somme ma già i numeri e il gradimento ci confortano.

Le iscrizioni al torneo di singolare aumentano ogni anno ( abbiamo dovuto istituire le qualificazioni per entrare nel tabellone principale), aumenta sempre il pubblico presente ai match e ancora alto il gradimento che si percepisce da parte di protagonisti e pubblico.

In perfetto stile Wimbledon, abbiamo un torneo di consolazione che sta facendo felici i tennisti meno quotati.

Ottimi numeri anche al Tira la Palla dove una cinquantina di bambini e ragazzi si divertono e che i nostri campi iniziano a contenere a fatica.

Subito dopo il Tira la Palla in agenda troviamo, domenica primo luglio il Non Stop Tennis, una 12 ore a sfondo benefico in cui sport, divertimento e un briciolo di solidarietà, si uniranno.

La via del tennis non è mai smarrita.



16-05-2012   I pilastri della terra...rossa


Montecarlo, Madrid, Roma, Spirano, Parigi. Questa la sequenza dei tornei sul rosso messi in calendario in Europa meridionale questa primavera prima del trasferimento sulle umide erbe inglesi.

I primi 2 tornei se ne sono già andati, regalando qualche sorpresa. E poco apprezzamento per quanto riguarda la terra azul spagnola.

In questi giorni sono di scena  gli internazionali di Roma. Vi scriviamo dal Foro Italico mentre siamo a 2 metri dai più grandi giocatori del mondo. Federer si allena davanti a noi. Nadal ci passa a fianco. Tra noi, Serena e l’Azarenka ci sono solo i body guard. Qualche autografo, qualche foto . Sul campo 6 c’è uno svogliato russo. “A russo! Portace du bire e du pizze” lo sveglia a modo suo Ercole, il trasteverino nostro vicino di posto. Sugli altri campi solo grandi scambi. Il nostro gruppo torna a casa soddisfatto.

Dal 26 maggio vi daremo notizie del nostro torneo di singolare giunto alla 17à edizione. Anche qui saremo a 2 metri dai partecipanti. Forse meno prestigiosi di quelli di Roma, ma per noi è come se lo fossero. Abbiamo la stessa attenzione per loro. Li coccoliamo venendo incontro alle loro esigenze, gli forniamo assistenza, logistica, supporto, mezzi.  Perché l’atleta è sacro e deve potersi esprimere in un ambiente ideale e godere della passione che ha per questo sport.

Perciò niente Nadal, Federer o Djokovic tra i favoriti. Vi troverete Ubbiali (campione in carica) Morelli, Toso, Zanotti G., Rizzi tanto per fare qualche nome.

Serata di gala ad invito (obbligo l’abito da sera per le ladies e la cravatta per i gentlemen) mercoledì 23 maggio, ore 21.30, presso la sala da ballo del Tennis Club Spirano, in occasione dell’estrazione del tabellone.

Vi aspettiamo a Spirano, prima di prendere la strada per Parigi!




27-04-2012   Vacanze romane

                     

 

Il fatto di prenotare i posti sul treno quando si fa un lungo viaggio offre il vantaggio di assicurarsi il posto a sedere. Viceversa, presenta l’inconveniente di non poter scegliere i compagni di viaggio.

Accanto al posto a te riservato dalle ferrovie di stato potresti trovare un alcolizzato, un energumeno che occupa oltre il suo, anche metà del tuo posto, un ecclesiastico diretto in vaticano affetto da aerofagia, la megera di turno che racconta vita, morte e miracoli di un’ infinità di esseri viventi, un sergente maggiore dell’esercito contrario all’uso d’acqua e sapone.

Con i timori di imbatterci in qualcuno di questa simpatica compagnia, partiremo a metà maggio per il foro italico a Roma. Una riedizione del famoso “Gruppo vacanze “ di fantozziana memoria?

Ai posteri, o meglio ai superstiti, l’ardua sentenza.

Qualcuno dal finestrino estrarrà dalla tasca un malandato fazzoletto e spazzerà via le poche lacrime che gli strariperanno dagli oblò vedenti. Altrettanto faranno coloro che rimarranno sulla banchina della stazione (causa smog).

Il viaggio culturale e didattico organizzato dal Tennis club Spirano è rivolto in particolare ai soci e ai simpatizzanti che hanno interesse a visionare gli internazionali di Roma, uno degli appuntamenti più importanti a livello mondiale del tennis su terra rossa. Viaggio didattico abbiam detto, perché su un’area così vasta con decine di campi da tennis si farà la spola per vedere i molti campioni, notando le caratteristiche di ognuno, cogliendone i punti deboli, immagazzinando i particolari della pausa dove il campione sistema la racchetta. Ed infine portare a casa qualche spunto da applicare ai nostri tornei. In campo femminile ci colpirà la bellezza e l’eleganza delle atlete. Ma soprattutto vorremmo sapere; ma da dove diavolo estraggono la seconda palla di servizio? Niente di meglio che visionare un grande torneo per capire anche le regole meno usate in tornei di livello inferiore. Mi riferisco alla sostituzione delle palline, ai cambi giudici di linea, al cambio raccattapalle, i tempi di riscaldamento, i tempi di pausa ecc. Tutte regole stabilite dal regolamento internazionale.

Viaggio culturale, perché non si può non andare a Roma e non sentire nell’aria quel profumo di storia, di sapere, di arte che questa città offre. Anche se probabilmente vedremo solo in lontananza il cupolone, dato il carattere mordi e fuggi della nostra visita.

L’entusiasmo è alle stelle… Le previsioni meteo ci confortano...I preparativi ci stancano… Il rincaro dei prezzi di questa primavera ci innervosisce… La tassa di soggiorno ci…omissis.

L’anno prossimo, Montecarlo!

 

Corso adulti prime armi  18-04-12

 

Prime armi o prime racchette.

Chiamiamolo così il corso di avvicinamento al tennis per adulti che il nostro circolo si appresta a mettere in pista nei mercoledì sera di maggio.

Ormai giunto al terzo anno, questo corso collettivo si prefigge lo scopo di portare nel nostro mondo quegli adulti che poco sanno di tennis,ci giocano raramente o addirittura mai. Creato inizialmente per i genitori dei ragazzi del Tira la palla, stanchi di assistere solo da spettatori all’evento sportivo, dall’anno scorso  ha preso tutti i carismi del corso di tennis di primo livello aperto a tutti.

Approfittate di questi mercoledì di maggio (giorni 2-9-16-23  ore 20.30) per fare un po’ di movimento con la racchetta in mano senza sconvolgervi la vita.

Iscrizioni presso i campi o e-mail a info@tennisclubspirano.it




Occhio al doppio fallo!  1-4-2012

 

Il riferimento del titolo è puramente tennistico, non invadete col pensiero altri campi.

Rimarca la maggior attenzione che il tennista presta all’esecuzione della seconda palla di servizio per non incorrere nel doppio fallo, perdendo punti inutili che potrebbero essere vitali nell’economia del match.

La stessa attenzione che i soci del Tennis club Spirano devono prestare alle regole interne del sodalizio ed in particolare all’uso dei campi.

Ai nuovi soci viene dato un decalogo all’atto di iscrizione per il corretto uso della struttura. Ogni tanto però è bene ricordare le regole anche ai vecchi soci per non creare malintesi e fraintendimenti che potrebbero pregiudicare il buon funzionamento del circolo stesso.

Il decalogo è esposto in bacheca a grandi lettere. L’invito ai soci è quello di dedicare qualche minuto alla lettura delle regole ed ad applicarle.

Altra attenzione va  prestata alle manifestazioni che proponiamo in questo 2012 . Le trovate nella sezione Manifestazioni del sito. Prendete nota delle date e segnatevele in agenda, vi vogliamo presenti.

Aggiungete anche la visita agli Internazionali d’Italia e vi trovate iniziative per tutte le età, per tutti i gusti.

“Dov’era una volta il tennis , nel piccolo rettangolo difeso dalla massicciata su cui dominavano i rubini selvatici, cresce ora la gramigna e raspano i conigli nelle ore di libera uscita. Qui vennero un giorno a giocare due sorelle, due bianche farfalle, nelle prime ore del pomeriggio..”(E. Montale)


08-03-2012      Quindici e non li dimostra 

Chiude Urgnano, apre Spirano.

I dirigenti di Urgnano hanno  mandato in pensione, dopo circa 25 anni, il vecchio manto dei campi da tennis sostituendolo col più veloce e moderno play-it. Naturalmente,  apriranno al termine dei lavori.

L’apertura dei campi da tennis di via L. Da Vinci  a Spirano invece, è prossima.

Sabato 17 marzo il nostro impianto aprirà ufficialmente i battenti per la 15à volta.

Siamo ancora dei teenager ma ci teniamo al raggiungimento di questo traguardo che ci riempie d’orgoglio. Come già più volte detto, durante il 2012 ci sarà modo di ricordare l’anniversario alle manifestazioni che effettueremo. Quindici anni sono un'età strana. Stiamo traghettando dall’adolescenza verso la maggior età. E per maggior età intendiamo il raggiungere la consapevolezza di poter fare un bel balzo in avanti e proporre anche a Spirano il tennis agonistico.

La montagna da scavalcare è il dotarci di un impianto adeguato. In poche parole manca ai nostri campi la copertura che ci darebbe la possibilità di fare tennis tutto l’anno. Incominciamo a pensarci…cogito ergo sum [René Descartes; noto tennista francese. (ma dubitate di ciò. E se dubitate, dunque pensate. Quindi se pensate, esistete!)]

Piccole colline da raggiungere potrebbero essere invece l’entrata nel circuito FIT, supportando qualcuno dei nostri a rappresentarci nei tornei federali, oppure  aumentare le nostre quote rosa e riuscire a creare un nucleo femminile per poter iniziare eventi a loro dedicati.

Qualche brava ed elegante rappresentante del gentil sesso è presente nel nostro organico. Ma il numero è ancora esiguo per approntare un torneo. L’invito che facciamo a signore e ragazze è di venire almeno a provare il tennis, chissà che qualcuna non lo trovi interessante e degno di essere impalmato come proprio sport preferito.

Siete invitate a maggio al corso per principianti che si terrà una sera a settimana. Fatevene un’idea.  A breve, le date e i dettagli.

Buon tennis a tutti...e mimosa alle signore..ine



23-02-2012  Non solo tennis..Assemblea soci

 

Messo in archivio il nostro torneo di S. Valentino, terminato anche il challenger Faip-Perrel di Bergamo.

Del primo ci siamo già occupati ampiamente. Del secondo, che ci ha interessato come spettatori durante tutta la settimana( a parte il nostro Alessandro, protagonista sul campo come raccattapalle), riportiamo la vittoria del tedesco Phau che con la sua velocità e la sua accelerazione di rovescio ha avuto la meglio sul russo Kudryavtsev. Il nostro gruppo ha tifato per l’estroso francese Clement, ex numero 10 mondiale, ma questi è stato fermato in semifinale dal russo. Sempre fantastico presenziare a queste gare internazionali che sono una grande scuola per i ragazzi..e anche per i meno ragazzi. Oltre allo spettacolo in se stesso, si possono imparare tutti i meccanismi e i rituali che ci sono intorno al mondo del tennis.

Dopo il tennis giocato ed il tennis visto, ci occupiamo ora di incombenze associative.

Convocata in sede per giovedì 1 marzo alle ore 21.00, l’Assemblea dei soci.

I principali ordini del giorno sono l’approvazione dei bilanci ed il rinnovo cariche.

Dopo aver adempiuto a questi oneri, si tornerà naturalmente a parlare di Tennis giocato e dell’apertura dei campi a breve. Ricordiamo che le iscrizioni sono già aperte. Ai vecchi soci arriverà un avviso per ricordare il rinnovo. I nuovi soci si possono iscrivere tramite e mail( info@tennisclubspirano.it) o ai campi di via L. Da Vinci dopo l’apertura degli impianti tra qualche settimana.

 

12-02-2012  San Valentino: innamorati del tennis


Gli innamorati del tennis del nostro circolo si sono ritrovati ieri, 12 febbraio, ad Urgnano per disputare il nostro torneo invernale, denominato, appunto, di S. Valentino.

Inizio alle 9, quando lo speaker ufficiale del Tennis Club Spirano ha annunciato i primi sfidanti che di lì a pochi minuti sarebbero scesi in campo e ne ha elencato i palmares.

Dopo un tour de force la giornata è terminata al ristorante del Sole di Brignano a sera inoltrata.

Tutti un po’ acciaccati e stanchi ma soddisfatti per la bella giornata trascorsa…ancor di più all’apparire delle prime pizze.

Per la cronaca, ha portato a casa il trofeo di S. Valentino Morelli E. dopo aver rischiato più volte l’eliminazione.

Morelli ha infatti riacciuffato la vittoria all’ultima pallina, nei tie break disputati contro Radavelli G. C. negli ottavi e contro Toso nei quarti, dopo essere stato sotto nel punteggio in entrambi i match.

Un plauso anche a Rizzi arresosi in finale causa crampi, ma autore di una superba semifinale contro il forte Ubbiali.

Un ringraziamento va agli amici Ghezzi e Testa per aver messo a disposizione i premi ed il prezioso aiuto organizzativo.

Il prossimo appuntamento del Tennis Club Spirano è tra un mese circa all’apertura, tempo permettendo, dei nostri campi di Spirano.

Attendiamo i vecchi ed i nuovi soci per iniziare insieme la nuova stagione con la solita passione.


03-02-2012     St. Valentine tournament

Secondo appuntamento col torneo di S. Valentino che proponiamo ad Urgnano.
Domenica 12 febbraio, dalle 9 di mattina, saremo sui campi del palaurgnano per disputare questo torneo invernale che ci auguriamo diventi un classico negli anni a venire. Orfani del serbo Djokovic, troppo stanco dopo le 2 ultime partite che ha disputato in Australia, avremo comunque un seeding di tutto rispetto con i campioni locali al nastro di partenza.
Forse campioni è una parola grossa, ma i dilettanti che calcano i nostri campi riportano il tennis ad una natura più umana. Il tennis in questi ultimi decenni ha subito notevoli cambiamenti, assumendo ritmi sempre più veloci. Indubbiamente talentuosi,  i giocatori d’oggi sono alla ricerca di una preparazione fisico-atletica sempre più sofisticata per prevalere sull’avversario, producendo un tennis che esalta la potenza e lo scontro fisico, con scambi di gioco prolungati, relegando in secondo piano l'estro individuale, il virtuosismo e l'intelligenza tattica che caratterizzavano il tennis più tecnico del passato. Non essendoci questi supereroi, ai nostri tornei il pubblico scopre che può scavalcare la linea metaforica spettatore-atleta  e diventare protagonista senza molta difficoltà, scoprendo uno sport che, qualcuno ancora considera un passatempo per pochi benestanti.
Allora , d’accordo per domenica 12 febbraio, vi aspettiamo.
Troverete battute e freddure per tutti i gusti.
Chiudiamo con le premiazioni alle ore 18.00…poi tutti in pizzeria.


20-01-2012  Befana, palline e racchette


Riempite le calze dalla vecchia, brutta ma buona befana, (o dai re Magi se preferite), ci si lascia alle spalle il periodo delle feste e si inizia il 2012 con proposte che il nostro pubblico, sempre più attento ed esigente , si attende da noi. Il freddo e spartano gennaio ci vede dietro la scrivania per mettere a punto la stagione.

Dopo l’apprezzamento ottenuto dal calendario 2012, in cui si è fatto anche un tuffo nel passato, riportandoci alla mente come eravamo, si inizierà a fare sul serio con un torneo che organizzeremo ad Urgnano.  Occasione buona per sfoderare le racchette nuove, gli ultimi corredi  e le palline estratte dalla calza se siamo stati buoni da meritarcelo.

Si tratta di un aperitivo tennistico di un week end per non perdere l’abitudine all’agonismo dopo che una nostra delegazione aveva partecipato, sempre ad Urgnano e con successo, al torneo Telethon prenatalizio. Questo torneo avremmo voluto disputarlo per S Valentino ma per problemi di disponibilità del campo non sappiamo ancora se ci sarà o verrà posticipato. Intanto segnaliamo altri tornei,  in ordine di importanza, che si disputano in questo periodo; gli Australian Open, primo slam della stagione, che si stanno disputando e il challenger di Bergamo  al PalaNorda.

Il torneo di Bergamo si disputa dall’11 febbraio con le qualificazioni. Avremo 7 giorni di tennis per fare visita al torneo orobico in settimana o domenica 19 per la finale.  Chissà che non si riesca a visionare un futuro campione, magari italiano. Sarebbe un ottimo traino per tutti riportare l’Italia ai fasti di Panatta –Barazzutti. E magari avvicinare il tennis spagnolo, dominatore nel mondo da più di un decennio con una serie impressionante di campioni entrati costantemente nella top 15 delle classifiche ATP.

Per tornare al nostro circolo, a breve ufficializzeremo le date dei tornei storici. Si tratta solo di trovare la giusta collocazione nel calendario per non svolgere manifestazioni concomitanti sul territorio. In questo modo avremo tutto il bacino d’utenza potenziale a nostra disposizione.

Dal primo febbraio sono aperte le iscrizioni al nostro sodalizio.

Vi aspettiamo col solito entusiasmo. Da noi si gioca, non si fa panchina.


Game, set, match…2011

Con questi termini il giudice di sedia dichiara finita la partita di tennis.

Li usiamo per sancire la fine di questo 2011 che è giunto agli sgoccioli.

Un buon numero di soci, sostenitori e amici del Tennis Club Spirano hanno dato vita ad una lucculiana cena sociale sabato 10 dicembre,  presso la cascina Betosca in quel di Cologno al Serio.

Un ritrovo in amicizia che ha favorito la socializzazione, più che un rito celebrativo dell’anno trascorso.

Infatti, non si è voluto premiare i protagonisti sportivi della stagione per il semplice motivo che hanno già fatto incetta di trofei ed uno in più non avrebbe influito sul loro riconoscimento.

Abbiamo ritenuto prioritario invece citare e ringraziare quelli che grazie alla loro opera hanno permesso al Tennis Club Spirano di avere un’ottima annata, piena di eventi, proposte e soddisfazioni, le quali hanno raggiunto una vasta fetta di popolazione, confermando le previsioni di inizio anno.

Ringraziamenti in primis al consiglio direttivo e a quanti ruotano intorno, per la passione e il volontariato che offrono per svolgere tutte quelle attività che essere associazione sportiva impone.

Altri grazie vanno a chi ci riconosce un certo valore sociale oltre che ludico e sportivo. E riconoscendo questi valori ci supporta finanziariamente ( l’amministrazione comunale con il contributo del piano diritto allo sport, i molteplici donatori), ci supporta, grazie all’affiliazione, con l’affido degli impianti o con la logistica (la Polisportiva Spirano e la Cooperativa S. Allende), chi con la collaborazione (l' Oratorio), chi con materiale e vestiario ( la Banca di Credito Cooperativo) e tutti gli amici che ci danno consigli, idee ed incoraggiamento.

Chiusura in bellezza dell’anno 2011 per la nostra associazione, con la partecipazione al torneo a favore della raccolta fondi denominata Telethon, ad Urgnano. Una nostra delegazione disputerà questo torneo benefico nella giornata di domenica 18 dicembre dalle 9 di mattina.

Sempre domenica 18 dicembre inizierà la distribuzione del calendario 2012 che ricorda i 15 anni della nostra società.
Vi troverete grandi eventi in piccole confezioni.

Auguri di buon Natale per suggellare il 2011 e un brindisi collettivo e simbolico, auspicante un buon anno nuovo a tutti i supporter dal Tennis Club Spirano.


14-11-2011 Chiusura impianti...apertura mentale


Quest’anno l’autunno ci ha regalato ancora belle giornate. Ne abbiamo approfittato per tirare ancora qualche pallina ai campi sportivi di via L. Da Vinci.

I soci più arditi, muniti di tute invernali, hanno giocato fino sabato 12 novembre, poi abbiamo ritirato le reti e gli arredi perché i campi incominciano a essere scivolosi e pericolosi.

Terminata l’attività all’aperto (ritenuta molto soddisfacente nell’analisi  del consiglio di fine ottobre), la nostra società si dedica all’ indoor esibendosi in palestra al Natale dello sportivo e giocando in altre strutture dei paesi limitrofi. In questi 4 mesi di chiusura  dagli impianti a Spirano abbiamo in previsione di organizzare almeno un torneo fuori sede, di partecipare a manifestazioni organizzate da altri e vedere qualche giovanissimo che, entrato nell’elite dei rodei della FIT, porta  in giro un pezzetto del Tennis Club Spirano con sé.

Oltre all’attività sportiva, bisognerà allenare la mente perchè nella stagione invernale prepariamo e programmiamo la stagione 2012.

L’anno prossimo sarà per noi un bel traguardo; festeggeremo il 15° compleanno. Siamo ancora dei teen ager  ma ci piace ricordare questa tappa raggiunta per poi salpare prontamente verso altri porti.

Le prime iniziative del 15° sono la nuova tessera associativa recante la nostra età ed il gadget natalizio che sarà un calendario con in evidenza alcuni momenti di questi 15 anni.

Oltre a ciò ci sarà durante tutto il 2012 l’occasione di ricordare l’anniversario agli eventi  che in questi mesi studieremo e che consisteranno sicuramente nel riproporre i tornei storici e qualche novità che introdurremo.

Inoltre il 10 dicembre si terrà la cena sociale. Sono invitati i soci, gli amici, gli sponsor e chi vuole essere dei nostri.


25-09-2011  Ci vedo doppio....giallo

I raccattapalle che alle sedie degli atleti alti e schietti, van dall’ingresso ai campi in duplice filar, hanno aperto la finale del nostro 14° torneo di doppio giallo.
Come i cipressi di carducciana memoria, i nostri ragazzi schierati, hanno accompagnato le ultime due coppie rimaste nel torneo omaggiandole con calorosi applausi.

Anche lunedì 12 settembre a FLUSHING MEADOWS Nadal e Djokovic sono entrati in campo in questo modo. E alla fine ha trionfato Djokovic.
Continuando questo straordinario 2011, il serbo ha portato a casa il terzo grande slam della stagione. Nel momento in cui scriviamo egli ha perso solo due partite quest’anno, epica quella contro lo svizzero Federer a Parigi.

Un gradino sotto, anche il nostro Paolo "Djokovic" Ubbiali sta mietendo successi ai nostri tornei organizzati quest’anno. In coppia con Lodetti ha bissato il successo ottenuto nel 2010 nel doppio. Ricordando anche la sua vittoria nel singolare disputato a giugno, lo riteniamo atleta del 2011 per quanto riguarda il nostro circolo.

I numeri lo dicono; il doppio giallo 2011 è stata un’ottima edizione. Tabellone con 32 coppie, 2 settimane di full immersion con incontri tutte le sere, sabato pomeriggio e domenica mattina. Tanto pubblico sulle gradinate e apprezzamenti per la qualità dei partecipanti. Apprezzato anche il turno di rientro che ha dato la possibilità di continuare il torneo ai vincenti e di disputare almeno 2 partite ai perdenti.

Le prime teste di serie erano presenti in semifinale. Poteva vincere Morelli, Rizzi, Radavelli GC. Ha vinto ancora Ubbiali di un’incollatura.

La finale ha avuto un andamento anomalo. Durante la prima mezzora in campo ci sono stati solo Ubbiali e Lodetti, i quali si sono portati sul 4-0 con facilità, incamerando poi il set con un perentorio 6-2. Situazione completamente capovolta nel secondo set dove Cremaschi e Morelli, con un secco 6-1 hanno pareggiato i conti. Terzo set più combattuto, iniziato con un lungo gioco terminato dopo 5 vantaggi a favore di Lodetti-Ubbiali. Sull’onda dell’entusiasmo i 2 si portavano sul 4-0 ma complice un passaggio a vuoto concedevano 2 giochi agli avversari e la possibilità di rimanere in partita. Ma dal 4-2 l’istrionico Ubbiali, ben supportato da Lodetti, ha attenuato la rimonta degli antagonisti, specie con un ultimo gioco da manuale. Risultato finale 6-2  1-6  6-3.

Le premiazioni hanno naturalmente visto i finalisti protagonisti. Altresì premiati i vecchietti Forlani e Cavenaghi e i giovanissimi Suma N e Recanati F.

Per finire il solito rinfresco-aperitivo con atleti e pubblico dove ognuno, ergendosi a commissario tecnico, ha dato la propria versione sulla partita, consigliato, in chiave futura, la sua tattica ai perdenti e osato perfino rimproverare i vincenti perché avrebbero potuto chiudere prima la partita.

 Tutto è finito, si smonta il palco in fretta, perchè anche l'ultimo degli addetti ai lavori ha a casa qualcuno che l'aspetta.


18-09-2011   Singing in the rain
Non ci è rimasto che cantare sotto la pioggia, domenica 18 settembre.
 La prevista acqua è arrivata puntuale, impedendoci di disputare la finale del doppio giallo.
Non ci conforta il rinvio subito alla finale degli US Open(disputata di lunedì) sempre per pioggia.
Perlomeno questa volta il maltempo era ampiamente previsto e il piano B era già pronto.
La finale si disputerà quindi sabato 24 settembre alle ore 16.00.
Fin qui è stato un ottimo torneo. Dopo la scrematura della prima settimana, trascorsa con i primi turni e i recuperi, i big sono rimasti in gara ed hanno dato vita ad incontri di buon livello nella seconda settimana.
La partita da circoletto rosso finora è stata la semifinale di venerdì sera tra Cremaschi-Morelli e Passi-Radavelli GC in cui la prima coppia ha strappato la finale vincendo il terzo set al tie break per 7-5. Le due coppie si sono accaparrate un set a testa per poi dare vita ad un terzo set lottato su ogni game, su ogni punto. Molto equilibrio fino all’ottavo game quando Passi e Radavelli riuscivano a ottenere un break dopo molti vantaggi, portandosi sul 5-3.
Sembrava match chiuso, ma complice la tenacia di Cremaschi-Morelli e forse anche un po’ di “braccino” degli antagonisti si giungeva sul 5-5 e poi, sempre sul filo dell’equilibrio, al tie break.
Due palline hanno fatto la differenza tra chi ride e chi piange.
Ai perdenti rimane la soddisfazione di essere stati protagonisti di una memorabile gara e di aver ricevuto l’ovazione del pubblico che ha apprezzato lo spettacolo.
Ci aspettiamo un’altra partita così combattuta dalla finale. (sabato 24 ore 16..mi raccomando)

 
10-08-2011    Yellow tennis 2011
Il 3 settembre riprende l’attività del Tennis Club Spirano dopo le meritate vacanze.
Settembre è il mese nel quale, storicamente, proponiamo il doppio e anche quest’anno non abbiamo voluto mutare il periodo nonostante il torneo sia in contemporanea con gli US Open.
Faremo a meno dei quotati professionisti (a meno che chiedano una wild card ) ma avremo lo stesso un gran bel tabellone con quasi tutti i nostri soci presenti.
Il torneo si svolgerà con la formula del sorteggio delle coppie, come negli ultimi anni. Previsto un girone di rientro per chi perde al primo turno, così tutti disputeranno come minimo 2 partite.

Due settimane di sfide, dove il tennis diventa sport di squadra ed abbandona per un attimo quella individualità che ne caratterizza la natura. Nel doppio l’unione fa la forza, si sopperisce e si supporta il compagno nei suoi momenti di difficoltà e nelle sue lacune tecniche.

Abbiamo dato, nell’articolo di presentazione del torneo 2010, qualche suggerimento su come impostare il doppio.
Brevemente ricordiamo di posizionarsi dove i propri colpi meno efficaci vengono meno esercitati, la copertura del campo, il gioco a rete…ecc.

Oggi ci soffermiamo invece sul supporto e stimolo mentale che i tennisti devono avere dal compagno.
Chi gioca a tennis conosce quei passaggi a vuoto che ogni tanto si hanno durante il match.
Giochi da campione per 90 minuti, non chiudi la partita, e poi non azzecchi più niente.
Non puoi fare melina come nel calcio.
Nel tennis devi avere la forza di mettere l’ultimo punto, non è sport a tempo.

Nel doppio si rischia di entrare maggiormente nel tunnel perché si sente anche un po’ di responsabilità nel far perdere il compagno. Quest’ultimo deve essere bravo a supportare, oltre se stesso, anche l’altro con incoraggiamenti e scelte tattiche che meglio si adattano alla squadra.
Parlarsi e armonia di coppia sono il segreto.

Vedremo sul campo se questi suggerimenti faranno la differenza.
Già aperte le iscrizioni che si possono effettuare ai campi, per email (info.tennisclubspirano.it) o per telefono  ai numeri esposti in bacheca ai campi.
Vi aspettiamo tutte le sere ( e alla domenica mattina ) queste 2 settimane e naturalmente domenica 18 settembre per  la finale.

 

11-07-2011  Non Stop Tennis

 

Sull’erba sintetica del campo dell’oratorio abbiamo tenuto, ieri 10 luglio, la 12 ore di tennis denominata “Non Stop Tennis”.

Si è trattato di una lunga maratona tennistica iniziata alle 8 di mattina e terminata alle 20.30 dopo le premiazioni.

Gli scopi principali della manifestazione erano 3: proporre il tennis nelle sue varie forme, raccogliere due soldini destinati a persone che sappiamo ne faranno buon uso e non ultimo, il piacere, il divertimento( e la fatica) di giocare al nostro sport preferito partecipando ad un evento, accomunati dai primi 2 scopi.

Abbinando le categorie, giocando con nomi di film, ( Titanic, gli inaffondabili - Mezzogiorno di fuoco - Gioventù bruciata, dal caldo-Peppone e Don Camillo - Speriamo sia femmina - Biancaneve contro Cenerentola - Tutti gli uomini del presidente, tanto per citarne qualcuno) abbiamo proposto gare di singolo maschile e femminile, doppio maschile, doppio (fritto) misto, singolo ragazzi e ragazze, doppio ragazzi, la padre e figlio( lo Spirito Santo non era convocato).

Ogni rappresentante di categoria apparteneva ad una squadra (verde e azzurra) contribuendo a portare punti grazie ai games vinti. Per la cronaca, la vittoria è andata alla squadra azzurra con 91 punti, uno in più dei verdi, dopo una lotta serrata.

Le generose offerte sono andate a chi ci ha ospitato, in altre parole l’oratorio di Spirano e al progetto casa famiglia Ndangwini in Monzambico del nostro concittadino Stefano Denti.

Per chi non conosce il progetto casa famiglia, ricordiamo brevemente che Stefano accoglie bimbi orfani od abbandonati in casa sua per dar loro un minimo d’istruzione, vestiario e alimentazione.

Stefano ed Ivete sono il punto di riferimento di questi bimbi che altrimenti sarebbero soli al mondo.

I mega assegni con l’incasso della giornata, sono stati ritirati dal padrone di casa Don Stefano Galbusera e da Giovanna Cattaneo in rappresentanza di Stefano Denti. Se Stefano sarà in Italia quando riproporremo l’evento, lo invitiamo fin da ora a schiaffeggiare 2 palline con noi.

Ricordando anche le fatiche di una giornata di 32 gradi (attenuati dai ghiaccioli e dalle fresche e succose angurie), un grazie va a tutti i partecipanti per lo spirito di partecipazione, per l’agonismo, per la goliardia, per l’amichevole e generoso contributo.

Il Tennis Club Spirano chiude quest’inizio stagione intenso d’eventi. Ricordiamo il corso adulti con torneo finale, lo storico singolare maschile che ritorna finalmente nelle mani di uno spiranese, il Tira la Palla, corso per bambini e ragazzi, i tornei under 14 e under 10 e il già citato Non Stop Tennis. Vi aspettiamo a settembre col torneo di doppio.

Buone vacanze ..e colpi vincenti a tutti.

 

 

03-07-2011      Finali Tira la palla 2011 e Non Stop Tennis

Concluso ieri il “Tira la palla 2011” con i tornei divisi per categoria.
Dopo aver svolto le faticose lezioni, i nostri ragazzi han voluto misurare le proprie capacità e limiti con lo spirito agonistico del torneo.

Nel maschile under 14 abbiamo avuto un seeding di tutto rispetto. Oltre ai finalisti dell’anno scorso (Pesenti e Rizzi) quest’anno in tabellone anche Suma e Recanati F. che avevano buone possibilità di affermarsi.
Infatti, ad aggiudicarsi il torneo è stato Recanati Fabio imponendosi su Nicolò Suma, relegando i finalisti dell’anno scorso sul gradino più basso del podio.
Ormai i nostri due finalisti giocano anche contro adulti, acquisendo una buon’esperienza che gli viene utile contro i pari età.

Femminile under 14 dominato da Giulia Cremaschi che grazie anche alla potenza è riuscita ad imporsi sulla giovane Alice Recanati. Quest’ultima ha un talento naturale che le permette di primeggiare anche sulle atlete con 2-3 anni in più.
Bene anche le semifinaliste Serena Rubbi e Laura Vismara.

Anche i più piccoli under 10 hanno avuto il loro torneo basato però non su incontri veri e propri ma su giochi d’abilità che hanno permesso di mostrare al pubblico la sensibilità che hanno con la racchetta in mano.
Vittoria assoluta di Luca Gastoldi abile in tutte le prove disputate. Al secondo posto troviamo Tommaso Sporchia che ha conteso la vittoria fino alle ultime palline.
Un po’ più staccati i terzi Marco Carlessi e Consolato Malaspina.

Troviamo nell’under 10 femminile ancora Alice Recanati davanti a tutte.
Note di merito a Sara Lombardi e Sabrina Da Silva seconde ex equo, e alle piccole Gaia Leoni e Giulia Rizzi che si accomodano con merito sul gradino del terzo posto.

Battuto ancora il record di presenze che aumenta ogni anno.
60 bambini sono passati dai nostri campi, ma oltre al puro dato numerico ci riempie di soddisfazione constatare l’entusiasmo e l’impegno che questi bimbi e ragazzi ci mettono.

I partecipanti hanno ricevuto gli attestati, i primi 4 di ogni categoria sono stati premiati con le varie coppe, con gadget i restanti atleti.
Presenti alle premiazioni, oltre al direttivo del Tennis Club Spirano, anche gli amici che ci supportano. Ci riferiamo al presidente della polisportiva Recanati, all’assessore allo sport Radavelliche ci dà il patrocinio , al sindaco Malanchini, al parroco Don Stefano. E un grazie anche alla BCC di Spirano che ci da un aiuto con materiale.
Occasione buona,
per il sindaco e il parroco, per ricevere la tessera di socio onorario,

I vari discorsi dei presenti hanno evidenziato i valori che il Tira la Palla si prefigge di portare alle nuove generazioni. Oltre alla conoscenza specifica del mondo tennistico, vogliamo portare loro quell’educazione sportiva che significa rispetto dell’avversario, rispetto delle regole, benessere fisico, aggregazione, autostima e divertimento.

Infine qualcuno ha elogiato la nostra associazione per il proprio modo di operare, basato esclusivamente sul volontariato ed improntato a far arrivare il tennis a più persone possibili, di tutte le fasce d’età e a prezzi sottocosto confrontandoli col mercato.

 

Eventi non terminati per quanto ci riguarda. Ci sposteremo, domenica 10 luglio, in oratorio per una Non Stop Tennis di 12 ore in cui proporremo degli incontri abbinati a nomi di film, cercando di abbracciare tutte le categorie del tennis (singolo maschile, femminile, doppio, doppio misto, bambini, bambine, padre figlio ed altro).
Un grazie a chi parteciperà, anche in modo goliardico, a questa manifestazione unica nel suo genere, che ha lo scopo, di unire persone eterogenee tra loro in un clima di divertimento e amicizia.



25-06-2011 Tiri mancini

I risultati parlano chiaro: i mancini sono più ansiosi e inibiti dei destrorsi in quanto, fin dall'adolescenza, si sono trovati a dover superare i giudizi altrui sulla loro, pur lieve, diversità.

E' questo il quadro realizzato da alcuni ricercatori dell’University of Abertay Dundee, coordinati dalla britannica Lynn Wright sui mancini, i cui risultati sono stati pubblicati dalla rivista scientifica "Personality and Individual Differences.
Ma risultano anche più creativi, più intelligenti, perché fin da piccoli si trovano a fare i conti con un mondo per destri.

A rafforzare lo studio effettuato, assicuriamo che i tennisti mancini presenti al nostro torneo di singolare hanno mostrato questa creatività e intelligenza di gioco, raggiungendo in 3 le semifinali.
Si afferma che il mancino sia avvantaggiato perche' è abituato a giocare solo contro i destri, mentre un destro raramente è abituato a giocare contro un mancino.....
Il destro si trovera’pertanto sempre spiazzato da colpi che non si aspetta...

Disputata ieri sera la finale del nostro torneo di singolare, giunto alla 16° edizione.
Ubbiali e Morelli hanno dato vita ad un incontro combattuto in cui il mancino di Urgnano ha perso lo scettro di re dei campi rossi di Spirano.

Scambi lunghi in cui il gioco vario e brioso di Ubbiali s’infrangeva sul muro di gomma chiamato Morelli. Ciò è avvenuto nel primo set, ma nel secondo e nel terzo set Ubbiali ha mostrato il suo valore e la migliore condizione fisica rispetto ad un Morelli afflitto da problemi agli occhi.
Risultato finale 4-6  6-2  6-1 per Ubbiali che corona un sogno. Il nostro mancino aveva già vinto il torneo di doppio, ma in singolare si arrestava puntualmente in semifinale.

Stupendi incontri si sono verificati anche durante il torneo. Segnaliamo l’incontro di Zanotti G. e Rizzi nei quarti, finito col ritiro di quest’ultimo per crampi al terzo set, dopo più di due ore di gioco e risultato sulla parità(5-7  7-5).
Ancora Zanotti G. in semifinale con Ubbiali; incontro finito anch’egli sul filo dei punti in cui il tennista di Spirano coglie la riga di fondo nell’ultimo scambio dopo una dura battaglia.
Nota di merito anche a Toso, altro mancino proveniente da Osio, autore di un bel match nei quarti con Radavelli G.C. e in semifinale con Morelli.

Chiudiamo il nostro torneo, posto tra il Roland Garros e Wimbledon, con la soddisfazione di aver approntato un bel tabellone da 32 partecipanti provenienti dalla provincia. Buona la presenza sugli spalti, specie agli incontri di cartello.

Solito neo che ci sta accompagnando negli ultimi anni, il posticipo della finale al 24 giugno dopo la pioggia scesa sul 2-1 per Morelli, il giorno 17.
Per l’anno prossimo si spera non sarà un giugno bagnato come quest’anno..o dovremo prendere importanti accorgimenti.

Prosegue alla grande il Tira la Palla con entusiasti bambini che non vogliono mai lasciare i campi da tennis alla fine della lezione, nonostante i rimproveri dei genitori. Ancora una lezione e poi il gran finale con i tornei che si disputeranno sabato 2 luglio.


04-06-2011 Tira la palla 2011


Giugno che sei maturità dell’anno, diceva il poeta. Per noi del Tennis Club Spirano questo verso calza a pennello, essendo questo il periodo di maggior attività di tutto l’anno.
Iniziato alla grande il “Tira la palla 2011” con una quarantina di ragazzi e bambini ben felici di approcciarsi a questo sport con la compagnia degli amici.
Tutti con gli occhi al cielo per scrutare l’andirivieni di nuvole ora minacciose, ora acquerelli da contorno a cielo terso. Cerimonia d’apertura iniziata con la foto di rito e brevi discorsi da parte del presidente Zanotti e dell’assessore allo sport Radavelli, poi subito in campo, anche perché qualche goccia sfuggita dal cielo ha fatto temere il peggio. Niente di tutto ciò, anzi il tempo è migliorato via via che si proseguiva, finendo con i ghiaccioli in mano, combattendo il caldo sole.
Il “Tira la palla” proseguirà fino al 2 luglio, giorno dei tornei finali divisi per categoria.
Appuntamento per i prossimi sabati con novità e divertimento.
Altre autorità, soci onorari e amici saranno presenti di volta in volta.
Altro grande evento di questo mese è il proseguimento dello storico torneo di singolare giunto alla 16° edizione. Qualche problema il tempo incerto ce lo sta dando, ma contiamo di rientrare nei giusti tempi programmati se il sole si riapproprierà del ruolo di primo piano che il periodo ha voluto assegnargli.
Non si registrano particolari sorprese negli incontri fin qui disputati. I favoriti hanno portato a casa i primi turni come da pronostico. Le partite più incerte sono andate al terzo set obbligando i protagonisti a duellare per oltre due ore e mezza.
Ricordiamo agli appassionati che questa settimana, dalle 19.00, si gioca tutte le sere per portare a termine ottavi e quarti per poi finire con le semifinali e la finale la prossima settimana.
Chiusura in bellezza venerdì 17 con la finale, premiazioni e cena per cementare quello spirito sportivo e amichevole che contraddistingue le nostre manifestazioni.

26-05-2011    SINGOLO 2011 

Entrerà in azione sabato 28 maggio alle ore 17.00 il singolare per n.c.
I primi 2 sfidanti faranno la loro comparsa sul rettangolo di gioco portando a tracolla gli
eleganti borsoni contenenti le racchette e ammennicoli vari. Gli applausi cominceranno a scrosciare, mentre i due prenderanno possesso delle loro sedie.
 I fotografi accorreranno, radunandosi intorno a loro come moscerini attratti da qualcosa.
Il sole pomeridiano splenderà a sud-ovest. Palla incandescente che all’orizzonte sembrerà bruciare le teste degli spettatori posizionati in direzione.
Infine immaginiamoci anche i due sfidanti che colpiranno la pallina con quell’economia involontaria d’energie che contrassegna i giocatori in fase di riscaldamento. Poi via, torneo iniziato!

 Presenti molti soci e amici al sorteggio del tabellone avvenuto mercoledì sera.
Subito i mormorii hanno preso a volare nell’aria. Un sospiro di sollievo per un abbinamento favorevole, un accidenti, da parte di chi non ha gradito il sorteggio.
I pragmatici si sono messi subito in cerca dei punti deboli dell’avversario, preparando già un’adeguata tattica. I filosofi, sospirando un “andrà come deve andare”, i fatalisti pensando già di avere la scusante per la sconfitta, gli esteti, telefonando alla moglie se la divisa preferita è lavata e stirata.
Quest’anno il torneo si presenta con una forte aurea d’incertezza per quanto riguarda il vincitore. Morelli vorrà continuare la serie degli ultimi anni, ma complice alcuni guai fisici che lo affliggono da mesi ed un seeding particolarmente impegnativo, sarà dura per il mancino di Urgnano riconfermarsi.
Non facciamo altri nomi per la vittoria, ci taccerebbero di essere menagrami se ne bruciassimo qualcuno.
Tre nomi, se non da vittoria finale, però li menzoniamo.
Ricordo che l’obbiettivo dell’anno scorso era portare i nostri ragazzi nel torneo principale, ed ora abbiamo in tabellone il quindicenne S. Gavazzi, il quattordicenne A. Recanati e il tredicenne N. Suma pronti a dare battaglia. Pronostichiamo a breve di inserirne altri, perseguendo lo scopo di ringiovanire le fila, relegando noi, eufemisticamente denominati senior, a ruoli dietro le scrivanie.
Vi ricordo il Tira la Palla che inizia il 4 giugno ore 15.30.
Vi aspettiamo numerosi come sempre(ingresso gratuito, ghiacciolo gratuito).


 
 05-maggio-2011  Fermento al Tennis Club Spirano

Ei fu. Siccome immobile, dato il mortal sospiro, stette la spoglia in memore orba di tanto spiro…
Non aiuta a giocar bene a tennis ma..(anche Manzoni ha giocato alla pallacorda, antenato del tennis).
Con maggio, tornano gli appuntamenti che proponiamo agli appassionati.
Proseguiranno quindi a giugno e a luglio gli eventi clou previsti in questa prima parte di stagione.

Mercoledì 11 maggio l’arbitro darà lo start al corso base per adulti.
Ci saranno un bel po’ di atleti che quest’inverno ci hanno richiesto questo corso con insistenza.
Si terrà per 4 mercoledì dalle ore 20.30(meteo permettendo).
Sabato 28 maggio invece inizia il più classico e antico degli eventi da noi organizzati; il torneo di singolare.
3 settimane in cui i protagonisti si affronteranno con la classica formula a eliminazione diretta in un tabellone di 32 partecipanti.
Nel mese di giugno si partirà con l’atteso “Tira la palla”, avvicinamento al tennis per ragazzi e bambini dagli 8 ai 14 anni. Si terrà il sabato pomeriggio e si concluderà sabato 2 luglio con un torneo finale x categorie.
Il 10 luglio sposteremo armi e bagagli sul campo in erba sintetica dell’oratorio per una 12 ore di tennis cercando di coinvolgere atleti e formule molto eterogenee. Ci saranno i bambini, le bambine, i maschi, le femmine, il singolo, il doppio, il doppio misto, lo wheelchair tennis.
Questa maratona tennistica è ancora allo studio ma a tempo debito verrà resa nota la formula.

Come potete vedere si tratta di una serie di eventi che hanno lo scopo di avvicinare le persone ( e avvicinarsi tra loro) a questo fantastico mondo in maggior numero possibile, al di là del valore tecnico.
Non perdetevi queste iniziative ricche di sport, movimento, divertimento, amicizia, cultura sportiva.
Per tutte le età e sesso, ceto sociale e quoziente intellettivo, magri e grassi.
Ai primi 50 iscritti sarà omaggiata un crociera nei fiordi norvegesi.
( Già esaurito il bonus..dal 51° un gadget in omaggio.)


28-03-2011 Apertura campi

Il tanto atteso momento è arrivato.

Non è un pesce, ma si apre il primo d’aprile.

Dopo aver organizzato eventi fuori sede durante il periodo invernale, il Tennis Club Spirano apre la stagione 2011 anche agli impianti di via L. Da Vinci col solito entusiasmo, la solita voglia di fare e con un programma ricco di appuntamenti, che ci accompagnerà fino a metà novembre.

Otto mesi in cui vorremmo vedere sui nostri campi tutti gli innamorati di questo sport, indipendentemente dal livello tecnico di ognuno.

Apertura molto attesa dicevamo, perché gli appassionati, in primis i bambini, ci stanno già incalzando da oltre un mese per poter giocare. Ma non basta un raggio di sole per  aprire una struttura esterna; si deve aspettare che i campi siano asciutti e non pericolosi per gli atleti.

Quest’anno i campi si presentano col vestito della festa, essendo stati tirati a lucido con trattamento industriale adeguato, con le nuove pensiline copripanchine, le nuove sedie e la solita manutenzione ordinaria effettuata all’impianto.

Da quando è nato 14 anni fa, il Tennis Club Spirano si sta facendo carico del mantenimento della struttura tennistica       ( campi, spogliatoi, arredi) con quella passione che si ha per le cose care.

Tutto ciò, oltre a mantenere uno stato ottimale della struttura, invoglia l’atleta a impegnarsi e a rendere di più sul campo, sentendosi nel giusto habitat sportivo.

Condizione essenziale per usufruire dei campi da tennis è l’iscrizione alla nostra associazione.

Sono ammesse deroghe agli atleti che disputano i nostri corsi o i nostri tornei. Concediamo anche ai neofiti che vogliono provare il tennis l’ora gratuita se accompagnati da un socio.

Il regolamento interno sull’uso dei campi è basato su principi di autoregolamentazione e buona educazione, privilegiandone l’uso a più atleti possibile e non ad uso principale di soci con migliori qualità tecniche.

Intanto fervono i preparativi per i primi eventi della stagione.

Con giorni lunghi al sonno dedicati, il dolce aprile viene....campi aperti….si gioca.


03-03-2011 

Assemblea soci-Apertura iscrizioni


Il primo marzo si è tenuta l’assemblea soci del Tennis club Spirano.
Cambio anno, cambio clima. Nel 2010 infatti tutte le 6 riunioni dell’assemblea dei soci e del consiglio direttivo si sono tenute (non volutamente) in serate molto piovose. Per la cronaca, martedì invece è stata una bella serata.
Dato puramente statistico dato che la sede è al coperto.
Nella seduta si è discusso, deliberato ed approvato numerosi punti.
In particolare, dopo l’esposizione del presidente Diego Zanotti, è stato approvato il Bilancio d’Esercizio al 31 dicembre 2010, approvato il Bilancio Preventivo per l’anno 2011 e l’annessa Relazione Programmatica contenente gli obbiettivi, gli eventi e le manutenzioni della struttura preventivati.
Si è provveduto altresì al rinnovo del direttivo che come da statuto si tiene ogni anno.
Sostanzialmente non è variato gran che, se si esclude il cambio alla vicepresidenza.
L’ex presidente storico Renato Provenzi ha sostituito Zanotti Giuseppe, il quale ha dichiarato di non volersi ricandidare alla carica per problemi di lavoro, pur rimanendo nel direttivo come consigliere.
Segnalo l’elezione come consigliere di Guglielmo Zanchi, il quale entra nel direttivo per la prima volta.
All’Assemblea erano presenti 13 dei 19 soci convocati.

Ufficialmente aperto anche il tesseramento 2011.
Si invitano i vecchi e nuovi soci alla sottoscrizione della tessera associativa contattando i membri del consiglio direttivo.
Dalla fine marzo, in occasione dell’inizio dell’attività sportiva, si potrà associarsi anche presso gli impianti sportivi.

Un grazie anticipato a chi vorrà far parte del nostro sodalizio.


14-02-2011  Torneo S Valentino


C'è mancato poco, come avevamo ipotizzato in sede di presentazione, che il nostro torneo di S.Valentino fosse vinto da un luckylooser (ripescato).
La finale disputata ieri sera alle ore 20.00 ha visto la vittoria del forte regolarista Giuseppe Zanotti, ma l’ottimo Rossoni, ritornato nel tabellone principale grazie alla vittoria nel girone perdenti, è andato ad un soffio dalla vittoria sprecando 2 matchball. 4-2  1-4  8-6 il risultato finale.
Il tie break finale è stato da cardiopalma, combattuto su ogni scambio e tutti e due i contendenti avrebbero meritato la vittoria.
Molto combattute anche le semifinali dove i finalisti si sono imposti su Toso (Zanotti) ed il favorito Morelli(Rossoni).
Curiosità; Rossoni aveva perso al primo turno proprio da G. Zanotti dopo 3 tie break.
Segnaliamo per i talent scout della zona, la positiva prova dei giovanissimi Nicolò Suma e Simone Gavazzi autori di un buon torneo lottando alla pari con avversari con molta più esperienza.
Molto soddisfatti gli organizzatori per la buona riuscita di quest’evento.
L’ingrediente principale che ha creato questa manifestazione è la passione per questo sport che ci ha dato la spinta a organizzare e trovare unione d’intenti tra il nostro Tennis club Spirano e gli amici del Tennis Urgnano.
Chi era presente ieri al palaurgnano, ha potuto notare, che anche se sport individualista, il tennis da noi è vissuto come sport di squadra. Chi ha l’amico, chi l’allenatore, chi la famiglia che ti fa sentire il calore della complicità, t’incita, ti supporta.
Questo ai nostri tornei succede sempre. Ci si conosce tutti, bene o male, e questo lascia in secondo piano quella cattiveria agonistica che può tracimare nella vittoria a tutti i costi.
Ci dà una grossa mano a mantenere questo clima amichevole il sempre apprezzato pane e salame omaggiato a pubblico e atleti durante il torneo. (Offerto dal mastro salumiere Pietro Suma).
Il prossimo appuntamento, per quanto ci riguarda, è tra un mese circa per l’apertura degli impianti di Spirano.

 
"Sunday Tennis" al Pala Urgnano


Fino l’anno scorso il torneo di singolare, disputato a primavera inoltrata, apriva le nostre manifestazioni.
Quest’anno invece gli eventi che proponiamo iniziano già da febbraio con un torneo di singolare ad Urgnano.
Essendo i nostri campi non agibili, abbiamo deciso di andare in trasferta ed affittare il PalaUrgnano per organizzare quest’evento che funge da apripista ad una serie di tornei, esibizioni e corsi.
Grazie anche all’aiuto del Tennis Urgnano, noi del Tennis club Spirano organizziamo una domenica intera di tennis con un torneo denominato “Torneo di S.Valentino” che ci terrà impegnati il 13 febbraio.
Ancora in via di definizione la formula e alcuni aspetti organizzativi, ma in sostanza si tratta di un torneo di singolo con 2 set corti (al 4) più eventuale tie break sull’uno pari, o qualcosa di analogo e veloce per poter disputare tutto il torneo in un giorno.
Previsto anche un girone perdenti per far si che chi venga sconfitto al primo turno faccia almeno 2 partite…e chissà che vincendo il girone, rientrando nel tabellone principale, non vinca il torneo un lucky looser (ripescato).
Chi vuole iscriversi può già farlo mandando un e mail al nostro indirizzo.
Oltre al nostro torneo ne segnaliamo 2 d’uguale importanza (forse ho esagerato un po’) che si tengono in quest’inizio d’anno: il primo grande slam della stagione, gli Australian open, che si stanno già giocando mentre sto scrivendo, e che vedono i soliti Federer e Nadal come favoriti per la finale e gli internazionali indoor Trismoka di Bergamo al PalaNorda dal 5 al 13 febbraio.
Questo secondo evento rappresenta per Bergamo e per il nord Italia il clou delle manifestazioni tennistiche . Basti pensare ai nomi che hanno calcato il Play it del “palazzetto”: Fabrice Santoro, top ten in carriera, beniamino del pubblico bergamasco; lo slovacco Dominik Hrbaty, semifinalista agli australian open, Rainer Schuettler che fu anche numero 5 al mondo, i nostri davisman Seppi e Bolelli, oltre ad uno sconosciuto Jo Wilfried Tsonga nel 2006, ma capace di una clamorosa finale in Australia, due anni dopo.
Anche quest’anno il tabellone sarà di alto livello. Confermata la presenza di Hrbaty che sfiderà tennisti attorno alla centesima posizione oltre a giovani e futuri campioni.
Noi del Tennis club Spirano saremo tra il pubblico di Bergamo ( l’Australia è un po’ lontana.)
Se qualche ragazzo che ci frequenta è interessato ad assistere agli incontri, ci contatti via e mail.
Alcuni consiglieri sono disponibili a portare i ragazzi al PalaNorda anche di pomeriggio per poter visionare i campioni da vicino.
Non c’è niente di meglio che queste opportunità con i campioni per “rubare” qualche spunto tecnico o regola di gioco.
 


23-12 2010  Riflessioni di fine anno


Fine anno, tempo di riflessioni e idee per il futuro.
In questo nevoso e freddo dicembre il Tennis Club Spirano ha tenuto gli ultimi 2 eventi della stagione 2010. Il  18 dicembre, in quel di Brignano, si è tenuta la cena sociale. Il convivio è stato occasione per i soci dell'associazione di passare un momento di relax a tavola  e scambiarsi i rituali auguri di buone feste. Durante la pausa è stata presentata e distribuita la strenna natalizia di questo 2010. Si tratta di un calendario da tavolo raffigurante le più significative manifestazioni che abbiamo organizzato quest'anno. Oltre ai soci, detto calendario sarà omaggiato ai ragazzi che hanno frequentato il "Tira la palla", agli sponsor, alle autorità, a tutti gli amici del Tennis Club Spirano che in diversi modi ci hanno sostenuto.
Il secondo evento è stato il Natale dello sportivo tenutosi il 19 dicembre. Buona l'affluenza al palazzetto dello sport, dove la nostra e le altre società aderenti alla polisportiva hanno tenuto esibizioni o stand propagandistici. In un’ora circa i nostri ragazzi hanno disputato un avvincente torneo di doppio, vinto per la cronaca da Fabio Recanati e Cristian Rebussi.
Le nostre attività outdoor ai campi di via L. da Vinci erano terminate alla fine di ottobre. Durante il consiglio di metà novembre, il presidente Zanotti ha ripercorso le tappe più significative dell'attività sociale appena conclusa. Tutti i membri del consiglio han ritenuto unanimemente il 2010 una stagione positiva e soddisfacente sotto tutti i punti di vista, raggiungendo gli scopi inizialmente previsti.
Per il 2011 sono confermatissimi il torneo di singolo, di doppio e il Tira la Palla. Altre manifestazioni che vorremmo fare, sono un evento con gli amici della SBS per un'esibizione di wheelchair tennis e almeno un paio di tornei sul campo dell'oratorio. A  fine gennaio, novità assoluta, organizzeremo un torneo presso il centro sportivo ad Urgnano in modo da smaltire i panettoni del periodo delle feste.
Ora godiamoci questo scorcio di fine anno con serenità e con la speranza e aspettativa di un anno migliore di quello passato.
Buon Natale e felice 2011 dal Tennis Club Spirano


27-11-2010   Natale dello sportivo

Come ormai da tradizione, la polisportiva e le società affiliate organizzano per domenica 19 dicembre il Natale dello sportivo presso il palazzetto dello sport.
Il Podismo Spirano aprirà la giornata di buon ora con la corsa abbinata a Thelethon.
L’arrivo dei corridori (se non saranno abbattuti dai cacciatori che incontreranno nel loro percorso sterrato) sarà in tempo utile per partecipare alla messa ( h 10.30) dello sportivo insieme alle altre società (naturalmente la messa è aperta a tutti).
Il Don Stefano ha minacciato di venirci a prendere per le orecchie ai vari campi se non ci facciamo vedere. Alla festa dell’oratorio però siamo stati bravi. La chiesa era piena di atleti con la propria divisa sociale.
Dopo la pausa pranzo, alle 14.30 al palazzetto inizieranno le esibizioni delle società.
Inizierà la pallavolo Mafalda con la partita delle più giovani. Circa 45 minuti dopo entreremo in campo noi del Tennis club Spirano. Abbasseremo la rete di pallavolo a livello del terreno e usando le righe del rettangolo di gioco del basket, avremo un campo da tennis quasi regolare.
I nostri ragazzini ce la metteranno tutta per offrire una bella prestazione, magari invogliandone altri tra il pubblico a provare da subito il tennis o a venire in primavera al nostro corso.
Dopo la nostra esibizione toglieremo la rete e lasceremo il campo al basket per la loro sfida a canestro. A seguire il Karaté Spirano per la dimostrazione di katà, ed infine la scuola calcio dell’Asperiam che proporrà la gara di calcetto. Altre società allestiranno gli stand.
Nell’ingresso ci sarà un rinfresco. Naturalmente non a base di ghiaccioli e granita! Il gruppo alpini si occuperà di rifocillare atleti e pubblico offrendo il servizio bar e approntando gustosi panini per i più affamati.
Vi aspettiamo a quest’imperdibile manifestazione che è entrata nel cuore di bimbi e ragazzi.



04-10-2010    Decennale dell'Oratorio

Si tratta di una settimana di iniziative ed eventi organizzati dall’oratorio per festeggiare il decimo anniversario della nuova struttura.
Si inizia con la giornata sportiva e dopo incontri , funzioni ed altri eventi, la settimana terminerà con una mega caccia al tesoro.

Nella giornata di domenica 3 ottobre la polisportiva e le società aderenti hanno organizzato varie attività in oratorio in un clima gioioso di amicizia e divertimento. Uno degli obbiettivi fondamentali è stato quello di creare occasione di socializzazione e coinvolgimento ludico-sportivo di ragazzi e adolescenti.

Anche il Tennis Club Spirano ha voluto partecipare alla grande mettendo in programma un mini torneo di singolare, disputato dai ragazzi che fanno tennis con noi ed uno di doppio con tutti i ragazzi che volevano partecipare ( anche alcuni che non hanno mai preso in mano una racchetta). Doppio che si è protratto fino all'imbrunire vista la grande partecipazione dei ragazzi presenti. Nell’intervallo tra i due tornei alcuni soci hanno disputato qualche games d’esibizione.
Durante le partite abbiamo offerto ai mini atleti la merenda e fiumi di bibite in modo che non entrassero in campo privi di energie…ma una volta in campo non volevano più uscire.
Stupendo vedere l’oratorio così pieno di gente. Ce n’era per tutti i gusti. Oltre alla nostra manifestazione sugli altri campi si svolgevano in contemporanea esibizioni di pallavolo, sfide a canestro col basket, dimostrazione di karatè. L'Asperiam ha proposto una gara con i ragazzini più piccoli della scuola calcio, i quali hanno lasciato il campo alla sfida amministratori comunali contro rappresentanti clericali.
Vittoria alla grande dei preti che hanno surclassato sul piano fisico gli amministratori. Si sussurra che per prepararsi bene all'incontro i preti si siano allenati facendo di corsa il tragitto Bergamo-Fatima-Bergamo più volte.
Altri rumors dicono che il nostro tanto atteso bomber Don Stefano Piazzalunga non sia stato tra i migliori. Ma secondo noi i commentatori (credo Bagni e Sacchi) hanno visto un'altra partita.
Non dimentichiamo com'era iniziata la giornata. Il gruppo podismo Spirano, sabato è partito simbolicamente come 10 anni fa da Torino con una staffetta che ha portato a Spirano la fiaccola (quasi olimpica). Essi sono giunti alle 10 presso gli impianti sportivi dove ad attenderli c'era una folla composta da cittadini, autorità, rappresentanti delle varie società sportive, in particolar modo la Spirano ciclismo con molti ragazzi in bicicletta, la polisportiva e naturalmente il padrone di casa dell'oratorio Don Stefano Galbusera. Unitasi al corteo anche la banda, abbiamo sfilato fino in chiesa per la messa (bidonati dal rappresentante vescovile) e poi in oratorio per un ben augurante lancio di palloncini.
Questa partecipazione alla giornata sportiva in oratorio, per la nostra società non è da considerarsi fine a se stessa ma vuole essere l'inizio di una collaborazione che ha l'obbiettivo di portare benefici ad entrambi.
Benefici all'oratorio perchè organizzeremo qualche manifestazione col fine di creare interesse e portare più gente, bambini, famiglie in questa struttura. Benefici anche al Tennis Club Spirano perchè potremo approfittare per farci conoscere, di un pubblico più ampio rispetto al nostro competente ma ristretto parterre che segue i nostri tornei.


27-09-2010 Finale doppio

 

Quest’anno a Spirano è andata meglio che a FLUSHING MEADOWS.

C’erano i presupposti perché anche al nostro torneo la finale fosse posticipata causa pioggia come la finale americana del 12 settembre, ma grazie ad un attimo di respiro concesso sabato sera dal meteo ed ai potenti mezzi del Tennis Club Spirano (scope e bombole gas con cannello) il campo principale domenica 26 settembre era asciutto ed in ottime condizioni.

Dopo due ore di combattuto tennis, la coppia Ubbiali –Lodetti ha portato a casa l’insalatiera d’oro spettante ai vincitori del 13° torneo doppio giallo per non classificati organizzato dalla nostra società.

Il primo set è stato caratterizzato da una serie di break in cui tutti e quattro i contendenti hanno perso il servizio. Ubbiali Lodetti riescono a tenere un servizio in più, aggiudicandosi il set 6-3. Nel secondo set invece la battaglia si è protratta fino all’ultima pallina. I servizi sono ridiventati valore aggiunto. Sostanziale parità fino al 5-5 poi Lodetti perde il suo turno di battuta portando gli avversari sul 6-5. Beneduci tiene il servizio a zero con Radavelli che chiude il set con un passante sulla linea, conclusione di una rimonta effettuata con la vincita di 3 games di fila.
Nulla da fare nel terzo set per Beneduci Radavelli forse stanchi per il gran recupero effettuato nel secondo set.
Ubbiali e Lodetti, molto concentrati e precisi, non commettono quasi più errori e con determinazione
trionfano per 6-2 nel set decisivo.

Premiati dall’assessore allo sport Radavelli G.C. con la coppa d’oro i vincitori Paolo Ubbiali e Corrado Lodetti, dal presidente del circolo Zanotti D. i finalisti Sergio Beneduci e G.C.Radavelli (si,ancora l’assessore) con la coppa d’argento.

Premi consistenti in una maglietta e un tubo di palline anche per i semifinalisti e coppa “beniamino del pubblico” alla nostra promessa Nicolò Suma.
Il dodicenne se lo è ampiamente meritato per il torneo disputato con un piglio da veterano, che ha permesso di mettere in mostra le sue doti tecniche.

Buona l’affluenza dell’appassionato e competente pubblico durante tutto il torneo.
Qualche spettatore in più alla finale ce lo si aspettava, anche se essendosi svolta la finale in contemporanea con altre manifestazioni a Spirano non era facile attrarne di più.

Ultima considerazione sulla formula. Dai primi commenti emerge un apprezzamento per il sorteggio con 8 testa di serie, perché ha permesso incontri più equilibrati ed ha portato in zona premi anche chi difficilmente scala la vetta del tabellone.


24-09 2010  Semifinali

 

Termina in semifinale l’avventura del nostro “enfant prodige” Nicolò Suma.

Accoppiato col forte regolarista Giuseppe Zanotti, i due non riescono a superare lo scoglio della coppia Ubbiali-Lodetti (6-3  6-2) e lasciano a questi ultimi la finale.
Finale meritata in quanto Ubbiali e Lodetti sono apparsi più in palla, aggressivi e regolari.
Rimane la soddisfazione per il giovane Nicolò di essere entrato nel torneo maggiore con buona autorevolezza e tranquillità, elementi che han permesso di mostrare al pubblico il suo talento.

Doti fin qui dimostrate negli incontri con i pari età.
Contro adulti poteva essere una prova troppo impegnativa e rischiosa per lui.

Nella seconda semifinale c’è stato poco combattimento. A fronte di un pronostico abbastanza equilibrato, Beneduci e Radavelli G. C. si sbarazzano con facilità di Foglieni e Radavelli Guido.
Molto concentrato Beneduci e ispirato l’istrionico Gian Carlo Radavelli, la coppia s’impone 6-1  6-3 senza faticare più di tanto. Apparsi sottotono Foglieni e Radavelli Guido, dai quali, giunti alle semifinali facendo vedere un buon tennis, ci si aspettava qualcosa in più.

Rinnovo l’invito agli appassionati per domenica 26 alle 9.30.

Finale e …di tutto, di più.



22- 09-2010 Quarti


Si sono chiusi i quarti di finale del torneo di doppio giallo con una bella partita tra il beniamino del pubblico, il dodicenne Nicolò Suma in coppia col presidente Diego Zanotti, e la coppia favorita Ubbiali- Foglieni.
 Il pronostico è stato rispettato ma quanta fatica per i vincitori.
Dopo 2 ore di gioco Ubbiali Foglieni vincono per 4-6  6-1  6-1. Primo set spettacolare da parte di Zanotti -Suma, con un gioco aggressivo e privo di errori che sorprende i favoriti. Il ragazzino gioca con la tranquillità di un veterano e i punti arrivano. Nel secondo set  l’incertezza dura fino al quarto gioco, quando Zanotti-Suma sprecano alcune palle break del 2-2.
Fallito l’obbiettivo momentaneo si rilassano un po’ prendendo un 6-1. Nel terzo e decisivo set un altro 6-1 per Ubbiali- Foglieni ma gli scambi sono stati più equilibrati di quanto dica il punteggio.
Solo che i vincitori non concedevano più  sbagli e grazie anche a un pò di esperienza in più portavano a casa la partita.
Nicolò Suma però è stato ripescato come lucky looser grazie al forfait per infortunio di Daminelli.
Il mitico “Gim” si è infortunato alla coscia già nei primi giochi della partita vinta in coppia con GC Radavelli contro Bonacina-Zegna, ma grazie alla forza di volontà e a quantità industriali di ghiaccio spray ha portato a termine l’impresa di vincere una partita in bilico fino alla fine.
Risultato finale 7-6  6-4 e…sciatalgia. Da qui il forfait.
Secondo pronostico gli altri 2 quarti: Guido Radavelli insieme a Lodetti regolano 6-4  6-0 Locatelli Rota. Combattuto il primo set, ma poi tutto facile. Zanotti G.- Beneduci si impongono 6-1  6-1 sui veterani Cavenaghi- Cantini GB.
Domani 23-09 si disputano le 2 semifinali. Il sorteggio ha dato quest’esito: Ubbiali-Lodetti contro Zanotti G-Suma N. alle 18.00. A seguire dalle 20.00 Radavelli Guido-Foglieni contro Radavelli GC-Beneduci.
Sono incontri molto equilibrati, difficile fare pronostici.
L’augurio è quello di vedere partite spettacolari e naturalmente senza infortuni.
E domenica mattina vi aspettiamo numerosi per la finale in programma sul centrale alle 9.30.
Le previsioni meteo sono incerte, ma siamo ottimisti di riuscire a portare a termine il programma che consiste nella partita, nelle premiazioni e nell’aperitivo del terzo tempo, preludio del grande pranzo della Nosta Festa che ogni famiglia di Spirano è solita organizzare per questa ricorrenza.



11-09-2010 Inizio torneo di doppio giallo

 

Sabato 11 settembre, data che ci ricorda scenari da film, ma purtroppo simulazione non era, inizia il torneo di doppio giallo proposto da noi del Tennis Club Spirano.

Simbolicamente entriamo in campo alle 14.45 italiane, l’ora in cui nove anni fa il primo aereo perforò la torre sud delle Twin Towers, le famose torri gemelle del complesso World Trade Center di New York.

Questo è il nostro modo di ricordare un avvenimento che sconvolse il mondo e segnò un punto di non ritorno nella storia statunitense e mondiale.

Dopo il ricordo di ciò che è stato, s’inizierà a fare sport.

Lo start al torneo verrà dato da un incontro che sulla carta è già da fuochi d’artificio. La coppia Zanotti G.- Lodetti se la vedrà contro Rizzi- Gavazzi. Conosciamo bene il valore dei primi 3, ma assicuro che anche il quindicenne Gavazzi, se non si farà prendere dall’emozione è un ottimo tennista.

Quest’incontro oltre ad inaugurare il nostro torneo è anche l’inizio di una serie di manifestazioni approntate dall’amministrazione comunale per celebrare la festa patronale di Spirano da sempre chiamata “La nosta festa”. Il nostro torneo, infatti, rientra nell’ambito delle manifestazioni programmate per celebrare tal evento. La finale sarà disputata il 26-09, giorno della festa.

 

Il torneo promette spettacolo e divertimento. Ne discuteremo meglio dopo aver assistito ai primi turni di gioco.

Ora invece vorrei portare qualche notizia sul doppio…e sul giallo.

Diciamo subito che il termine giallo sta a significare che il torneo non è a coppie prestabilite ma che esse vengono sorteggiate. Oltre alla bravura personale, bisogna essere amico della dea bendata per avere in sorte un compagno forte.

Estratte le coppie e il tabellone, le regole sono quelle del doppio normale. Le differenze col singolo sono sostanzialmente 3: il campo si allarga e si usano anche i cosiddetti “corridoi”, il gioco diventa di squadra in quanto 2 giocatori giocano insieme contro altri 2 e il servizio di rimessa in gioco si svolge a rotazione per tutti e 4 i contendenti. I punteggi rimangono uguali a quelli del singolare.

Ecco qualche dritta per giocare meglio il doppio;

Si può giocare il doppio con chiunque, ma certamente giova farlo in coppia con qualcuno che possa in qualche modo compensare le proprie lacune di gioco. Meglio perciò far giocare a sinistra un mancino o un compagno forte di rovescio. Un'altra preferenza è quella di far servire per primo quello che ha il servizio migliore(durante la partita servirà di più). Una volta stabilite le posizioni, i due compagni controlleranno le rispettive metà campo, scambiandosi qualche volta i posti. Per riuscirci bene però bisognerà avere affiatamento e sintonia. Affiatamento e sintonia si trovano giocando spesso insieme e parlandosi a vicenda.

Una tattica vincente è quella di giocare più vicino possibile alla rete.  Essendo difficile fare passanti a due avversari, il gioco a fondo campo è penalizzante. Logicamente bisogna saper giocare al volo.

Meno apprezzato del singolare nei circuiti internazionali professionistici, nei campi dilettantistici e amatoriali il doppio è spesso giocato perché ha un pregio: si corre la metà. E quando l’età non è più verde, la forma fisica in parabola discendente,ecco che il tennista si butta più sulle partite di doppio che non di singolare.

Un’ultima cosa, ma vale anche per il singolo… Per divertirsi bisogna trovare coppie che si equivalgono se no non c’è partita. Se c’è troppo divario la coppia più debole verrà presa a pallate. Ma neanche quella più forte sarà contenta di vincere troppo facile.

Con questo pugno di nozioni potete venire a vedere il torneo e capire meglio gli incontri, vi aspettiamo numerosi.


Torneo doppio


Dopo le vacanze estive, il Tennis Club Spirano riparte con le proprie iniziative.

L’undici settembre prende il via l’appassionante torneo di doppio giallo.

Ricordiamo che per doppio giallo si intende che ad ogni turno vengono sorteggiati i compagni.

Oltre alla bravura, bisogna avere anche un po’ di fortuna ed essere accoppiati ad un compagno valido. Abbiamo deciso questa formula per cercare di spaiare le carte e aumentare le possibilità di vittoria anche a chi di solito non va molto avanti nel tabellone.

Due settimane di incontri per giungere alla finale di domenica 26 settembre. Si gioca il sabato pomeriggio, domenica mattina e nelle sere dei giorni feriali presso i nostri campi in via L. Da Vinci.

Per maggiori informazioni, vedere le locandine esposte o mandare un e mail.

Vi aspettiamo numerosi.


Risultati test 15-08-2010

Pubblichiamo di seguito i risultati del test d’uscita da noi proposto ai mini atleti per sapere cosa pensano di noi, se il corso è stato all’altezza o se qualcosa è da rivedere.

Il test era disponibile alla fine della quarta lezione e non era obbligatorio. Siamo grati a chi ci ha voluto dare il suo giudizio.

Ci sono ritornati 15 test e devo affermare che il numero è apprezzabile e può far testo.

 I giudizi sono nella quasi totalità positivi. Mi aspettavo qualche giudizio negativo dato che il test era in forma anonima, anche se qualcuna l’ha deliberatamente firmato per mandarci un grazie di cuore. (Grazie a te Giulia.). Ma probabilmente è prevalsa la sensazione di divertimento e di stare con amici, e non ci si ricorda del caldo o della sconfitta subita dal compagno.

Nello specifico è risultato:

 Hai qualche nozione in più del mondo tennistico?    Si  86,67%

 Sei migliorato sui fondamentali?  Si 100%

 Ti è piaciuto più:

1 la teoria

6,67 %

2 la pratica

53,33 %

3 la partitella finale

40 %

 

Hai trovato difficoltà nella pratica

1 minime

33,33 %

2 medie

66,66%

3 insormontabili

0 %

 

Perché un corso di tennis? Max 2 scelte

Imparare il tennis

73,33 %

Fare movimento

0 %

Prendere il sole

0 %

Stare in compagnia

27 %

 

Divertirsi

27 %

 

 

Rapporto qualità-prezzo

 

Eccellente

100 %

Giusto

0 %

Caro

0 %

 








Giudizio sui maestri



Positivo

93,37 %   

Mediocre

6,67 % 

Negativo

0 %

                         

 

 

 


 

 


Meglio il corso:

 

In una settimana intera

13,33 %

Diviso su più sabati come ora

86,66 %

 

Quando abbiamo chiesto la cosa più bella, i bimbi hanno fatto emergere l’imparare a giocare a tennis e stare con amici.

Per lo scettro di cosa più brutta se la giocano alla pari il gran caldo e il fatto che il corso dovrebbe durare di più. 

Riassumendo possiamo notare che il test ci restituisce quell’entusiasmo che hanno questi ragazzini e che noi del Tennis Club Spirano notiamo sul campo.

La formula dei 5 sabati si conferma vincente rispetto al corso full immersion della settimana piena.

Credo perciò che anche l’anno prossimo sarà questa la formula.

Buonissimo il risultato sul gradimento dei maestri, ma qui viene il dubbio di essere stati troppo permissivi. Sfidavo chiunque sul rapporto qualità prezzo…ma non ce n’è stato bisogno.

Infine un suggerimento che c’invita a fare tennis tutto l’anno.

L’attuale realtà degli impianti di Spirano non lo permette. Non essendo coperti i campi, alle prime intemperie autunnali diamo forfait e ci trasferiamo in altri circoli della provincia.

Stando così le cose possiamo solo suggerire a chi volesse praticare tennis di fare corsi in via continuativa nei paesi limitrofi dove esistano strutture e servizi adeguati.

Naturalmente la speranza nostra è di riuscire ad avere questi requisiti per la pratica annuale.

Ai ragazzi dai 12 anni in su, inoltre, abbiamo consegnato un quiz di 30 domande con risposta vero o falso riguardanti il mondo del tennis.

Lo scopo naturalmente non era raccogliere dati e dare giudizi o voti ma solo un modo ludico per portare informazioni e curiosità ai nostri mini atleti.

La maggioranza dei ragazzi ha preso il quiz nel giusto modo (come gioco) e l’ha compilato in breve tempo.

Spero che quelli che non hanno consegnato il quiz non interpretino il tutto come un ulteriore e pesante compito delle vacanze.

Alcune domande si riferivano alle regole ed alla storia del tennis, altre alla conoscenza di alcuni campioni e record e per finire qualche assurdità tipo i campi in alluminio a cui un ragazzo ha risposto vero.

Tiratona d’orecchie virtuale.

Restituendo ai ragazzi il loro test con le risposte giuste allegate siamo sicuri che queste gaffe non si ripeteranno.




05-07-2010  TORNEI TIRA LA PALLA:

Si è concluso sabato 3 luglio il nostro corso d’avvicinamento al tennis per ragazzi, denominato “Tira la palla 2010”, con dei mini tornei divisi per categorie. Veronica D’Adda ha vinto il torneo under 14 femminile in una combattuta partita, finita dopo innumerevoli vantaggi, disputata con Debora Trezzi.

Nel torneo under 14 maschile registriamo la vittoria di Alessandro Rizzi su Matteo Pesenti. Alessandro è riuscito a mettere a frutto gli insegnamenti del papà Stefano, uno dei nostri soci più forti. Se nel torneo femminile le due finaliste erano pronosticabili, in quello maschile la lotta per la vittoria, oltre ai finalisti, era aperta anche ad altri atleti visto l’equilibrio degli incontri. Segnaliamo anche il forfait di due favoriti, uno in vacanza e l’altro infortunatosi in settimana.

Per i più piccoli, abbiamo approntato due tornei: l’under 10 e l’under 8 senza distinzione di sesso. Non sono stati incontri veri e propri ma si sono svolti sotto forma di giochi d’abilità, finalizzati all’ambientamento con racchetta e pallina.I mini atleti hanno svolto palleggi con racchetta, gare di canestro in scatoloni e partitelle di un game su campo ridotto. Protagonisti i fratelli Alice e Stefano Recanati che han fatto incetta di premi vincendo nell’ordine l’under 10 e l’under 8.

Supremazia femminile tra i bambini del 2000 grazie anche al secondo posto di Silvia Defendi e maschile tra i piccoli di 8 anni, con il secondo posto di Luca Gastoldi.

Alla fine premiazione per i vincitori, saliti sul nuovo podio per ricevere coppe e medaglie. Ma anche tutti gli altri hanno ricevuto i nostri gadget e l’attestato di partecipazione al corso. Ottimi, come sempre, la presenza e il gradimento del corso. Sui nostri campi sono passati 50 bimbi e ragazzi. Molti i super costanti che han frequentato tutte le lezioni. Il che denota un forte interesse per il tennis.. e non solo per ricevere la maglietta o i ghiaccioli di fine lezione.

Un ringraziamento particolare va all’amministrazione comunale che ha messo il patrocinio alla manifestazione ed alla Banca di Credito Cooperativo per le magliette e i gadget offerti. Grazie a questi signori, a Spirano riusciamo a far fare tennis ai bambini a costo zero. Ringrazio già in anticipo per l’anno prossimo… incrociamo le dita.! Un piccolo autoelogio ce lo facciamo anche noi del Tennis Club Spirano che ci mettiamo  impegno e passione nel trasmettere ai piccoli qualche briciolo di cultura sportiva, i primi rudimenti tecnici e  tanto gioco-divertimento.

 

27-06-2010  SINGOLARE:

Un anno dopo,Morelli si impossessa di nuovo della corona di Re del tartan rosso di Spirano, il suo torneo preferito, dove oggi ha colto il quinto successo in 6 finali.
Un trionfo raggiunto perdendo un solo set nel torneo e che ha un sapore particolare per il mancino di Urgnano . Si tratta della terza affermazione di fila sull’ amato court spiranese, lasciando intendere l’obbiettivo di raggiungere i 5 tornei di fila come Nadal a Parigi, come Sampras a New York e Borg a Wimbledon. Ecco perchè, a fine partita, l’emozione è tanta anche per uno come lui abituato a mietere successi. All’errore di Zanotti G. nell’ultimo scambio, che gli consegna il match “Emidio" si lascia cadere sul campo e lo bacia come ha fatto la Schiavone a Parigi cedendo alle emozioni. «E' il momento più emozionante della mia carriera» dice commosso dopo aver alzato al cielo la targa  ricevuta dalle mani del presidente Diego Zanotti.

Poco da dire sull'incontro, più combattuto di quanto non dica il punteggio di 6-3  6-1: il suo avversario, Zanotti G, ha confermato di essere un osso duro per il campione . Alla fine un po’ di delusione per lo sfidante, alla seconda finale consecutiva persa. Il torneo ha riproposto le 4 teste di serie in semifinale come l’anno scorso, ma qualcuno vi è arrivato con fatica dopo lunghi e combattuti incontri che hanno appassionato il pubblico presente.

E dopo le premiazioni di rito effettuate oltre che dal presidente anche dall’assessore allo sport Radavelli G. C., presente nella doppia veste di premiante e premiato, si è tenuto, quello che ormai si identifica come terzo tempo, un rinfresco-aperitivo dove i partecipanti e il pubblico si trovano a scambiare opinioni sui vari incontri nel più tipico sapore sportivo, amichevole e salottiero.

Il sipario sul torneo di singolare è calato anche quest’anno, rimane la soddisfazione di un torneo che cresce sia come partecipanti che come interesse. Anche quest’anno gli agenti atmosferici non sono stati clementi e non ci hanno permesso un andamento regolare. E la finale prevista inizialmente per il 20 giugno, è stata posticipata alla domenica successiva(27 giugno) a causa della pioggia che ha imperversato nel week end previsto.

L’obbiettivo futuro rimane quello di rendere il torneo sempre più interessante sia dal lato tecnico che di presenze, ma ancor di più nell’inserimento di qualche nostro ragazzo che ben promette.

14-06-2010 CAMPIONATI ITALIANI DI WHEELCHAIR TENNIS:

Grande prestazione degli amici della Sbs di Bergamo  ai campionati italiani di wheelchair tennis disputati a Bassano del Grappa il 13-06-2010.

La nostra affiliata Anna Maria Bertola ha ottenuto una fantastica medaglia d’argento nel doppio insieme alla collega Silvia Morotti ed una medaglia di bronzo nel singolare.

Grande onore anche per noi del Tennis Club Spirano ad avere tra i nostri soci un’atleta che risulta essere la terza più forte d’Italia nella sua  categoria individuale e la seconda in doppio.

Medaglia d’argento anche per Verzeroli, portabandiera maschile della SBS.

A settembre Anna Maria Bertola sarà presente ai nostri campi per un esibizione con alcuni colleghi.

06-06-2010 DON CAMILLO-PEPPONE:

Sembrava di essere sul set della celebre saga cinematografica creata negli anni ‘50 da Giovannino Guareschi, Don Camillo e Peppone.

Il luogo non era la celebre piazza di Brescello, ma i campi del tennis di Spirano. Sabato 5 giugno il parroco Don Stefano Piazzalunga e il sindaco Giovanni  Malanchini si sono presi a pallinate, prontamente rimandate al mittente più taglienti  e infide di quando erano arrivate. Ma entrambi non volevano perdere quegli scambi, ritenuti forse simbolicamente come una supremazia della chiesa sul laico comune e viceversa. Ecco allora i 2 protagonisti esibirsi in corse ed acrobazie insospettabili, attacchi possenti con rovesci a 2 mani da parte di un irruente Don Stefano-Fernandel, ma ben rintuzzati con eleganza dal sindaco Malanchini-Gino Cervi. Diciamo subito che probabilmente esiste un po’ di differenza tra un Peppone comunista filosovietico e un Malanchini un po’ più verde padano, tra un Don Camillo irascibile e quasi bigotto e un Don Stefano posato e moderno…ma i tempi cambiano e noi con loro. Dunque, passatemi l’azzardo del confronto.

Ottima la cornice dei ragazzi del corso Tira la palla 2010 che tifavano per uno o per l’altro, incitandoli ad alta voce:”Parroco! Parroco! Sindaco! Sindaco! “Viva tutti e due” ha diversificato un biondino che farà carriera.

Doveva essere solo uno scambio iniziale che inaugurasse il corso di tennis per ragazzi ma i 2 antagonisti non volevano abbandonare i campi, tant’è che è dovuta intervenire la security e trascinarli a bordo campo.

Anche lì sono proseguite le schermaglie;” Ho vinto io”affermò il trionfante sindaco.”Bugiardo, tutti hanno visto che la tua palla era out” replicò il Don. Sinceramente noi del Tennis Club Spirano li abbiamo lasciati fare ed abbiamo iniziato il corso d’avvicinamento al tennis per ragazzi che ci terrà impegnati per 5 sabati di fila, ma che ci porta enorme soddisfazione nel constatare il grande entusiasmo dei ragazzi e le numerose presenze. Il tutto culminerà con un torneo e rinfresco finale il 3 luglio.

Quest’anno, oltre allo zoccolo duro dei ragazzi 11, 12enni che già fanno tennis con noi, molti bimbi di 8, 9, 10 anni alle prime armi. La racchetta è più grande di loro, ma la cultura sportiva va appresa subito. Se prendi anche la palla, sei già un grande. 

Oltre al simbolico taglio del nastro della manifestazione, avvenuto con lo scambio da noi raccontato in forma ironica, le autorità sono intervenute per ritirare le tessere di soci onorari della nostra associazione sportiva.

 Oltre al Don e al Sindaco una tessera onoraria è stata conferita anche alla nostra amica Anna Maria Bertola che ci porta un grande contributo con lo Wheelchair tennis   ( tennis in carrozzina). I soci onorari hanno tenuto un breve discorso, chi rimarcando il valore, il divertimento e la lealtà sportiva, chi elogiandoci per quello che riusciamo a proporre, per il nostro volontariato, chi ringraziandoci per l’aiuto fornito loro nel fare sport( e non sempre lo si trova avendo handicap fisici…anzi).

In questa prima parte di stagione stiamo avendo anche un grande torneo di singolare. Grande sia per numero di partecipanti, che per lo spettacolo proposto. E lavorando per il futuro con il tira la palla, contiamo di immettere  i nostri ragazzi nel torneo adulti per farlo diventare ancora più grande.

Non è finita perché abbiamo tenuto a maggio un corso anche per adulti, in maggioranza donne.

Il corso adulti si è tenuto un po’ in sordina perché avevamo bisogno di un numero chiuso. Ma il medesimo si era già chiuso prima che pubblicizzassimo l’evento. Da qui il mancato battage informativo.

Se qualche adulto fosse interessato ci contatti, ai campi o per telefono, e ci organizzeremo per accontentarlo.

Ricapitolando abbiamo parlato di: ragazzi, uomini, donne. . ciclo chiuso.

Abbiamo intere famiglie che vengono a praticare tennis insieme, a prezzi ridottissimi. Altro obbiettivo raggiunto…e permettetemi ”grande obbiettivo”

Peccato non aver filmato Don Camillo e Peppone. Il remake ci avrebbe reso bene. Ma abbiamo le foto.!.. Domani  contattiamo novella 2000.

Per chi non vorrà acquistare il settimanale, le foto sono disponibili gratuitamente su www.tennisclubspirano.it

Buon tennis a tutti…..